20 Settembre 2013

Il Lato Oscuro della Musica –

Illuminati, da Star Disney a Icone Sexy

Illuminati - Disney, l'Industria dell'intrattenimento 

e l'Ipersessualizzazione infantile. 

- Disney e la Via del "Successo Sulfureo" degli Illuminati

- La sconcertante deriva sessuale delle lolite Dysney, 

   da Britney Spears a Miley Cirus; da Lindsay Lohan...

La Distruzione della famiglia e della personalità: il

sottile e velenoso gioco dei Media Mondialisti e le

diaboliche strategie del Nuovo Ordine Mondiale

per pervertire la società e i giovani

 

di Emanuele Fardella e Sergio Basile

 Industria dell'Intrattenimento e Ipersessualizzazione infantile                

USA - L'industria dell'intrattenimento è una delle principali cause dell'ipersessualizzazione infantile. Invece di produrre un sano divertimento, l'industria di Hollywood (come visto nel precedente articolo pubblicato su "Hollywood ed MK-Ultra" - Vedi allegato) sforna continuamente perversione, degenerazione e una controcultura della quale non riusciamo più a liberarci tanto facilmente se non con una piena consapevolezza, a differenza di ciò che credono in molti. In troppi! Temi come il sesso, la violenza e l'occultismo sono sempre più presenti nei film, nei programmi televisivi, nella musica, nei videoclip, ecc... Ma cosa si intende per ipersessualizzazione? Semplice: l'eccessiva esposizione a stimoli di natura sessuale ed i suoi effetti. Artefici di questa sovraesposizione sono i media. L'ipersessualizzazione di Hollywood, in particolare della Disney, viene fortemente alimentata da messaggi allusivi o subliminali e invade, di continuo, film, telefilm,  telegiornali, periodici, fumetti anche per l'infanzia, siti d'informazione, canzoni e relativi videoclip musicali, videogiochi, persino giocattoli..., infesta gravemente gran parte della pubblicità, compresa quella rivolta ai bambini.

  Da Topolino a...                                                                                                         

Molte artiste nate dall'insospettabile (fino a qualche tempo fa) fabbrica Disney, si sono trasformate, nella fase ancora adolescenziale, in sexy lolite, dive e mangiatrici di uomini, per poi approdare all'industria dell'erotismo  e/o affini, o prestarsi ad un'arte piuttosto "sulfurea" (vedi modello Britney Spears - vedi allegati). Insomma, da Topolino alla sessualizzazione più disinvolta. Come mai? Strane coincidenze? Scelte personali? Oppure c'è una diabolica regia dietro tutto ciò? Alle spalle ci potrebbe essere (per usare un eufemismo) una grande organizzazione che lavorerebbe per promuovere l'ipersessualizzazione al fine di raggiungere degli scopi ben precisi. Stiamo parlando dell'elite degli Illuminati. Sicuramente uno degli scopi di questa erotizzazione precoce e martellante è l'enorme interesse economico favorito dai diversi aspetti dell'ipersessualizzazione: dalla pornografia, alla cosmesi, alla farmacologia... ma non è solo una questione di soldi evidentemente.

 Agenda degli Illuminati e Distruzione del Matrimonio e della Famiglia 

Uno degli scopi degli Illuminati (come detto in più sedi, ed in base all'"Agenda" degli stessi - vedi allegato) è l'annichilimento della famiglia e del matrimonio, riducendo la sessualità - tra l'altro - ad un mero bisogno materiale da soddisfare. Il risultato e le conseguenze sociali dell'ipersessualizzazione sono sotto i nostri occhi: rapporti sessuali sempre più precoci - anche 12/13 anni - il sesso come merce; seduttività da esibire come un manifesto; violenze anche sui bambini e sui minori; "microprostituzione" in età scolare; bullismo a sfondo sessuale; rafforzamento degli atteggiamenti egoistici e narcisistici; preoccupazione eccessiva per la propria immagine corporea e ricorso a ogni mezzo per "migliorarla". E infine, la vittoria degli stereotipi che contrappongono "dirty boys a bad girls". Una visione che influenza pesantemente le nuove generazioni. In tal contesto vanno messi in conto anche la disgregazione della famiglia e la diffusione capillare dell'aborto e dei farmaci abortivi anche tra le giovanissime. Non sembrerebbe quindi un caso che la Disney recluti giovani talenti da trasformare in oggetti sessuali intorno all'età di 16 anni.

 Il Modello Miley Cyrus - Burattina del Nuovo Ordine Mondiale              

Un esempio lampante è  Miley Cyrus diventata famosa grazie al ruolo di Hannah Montana nella serie tv di Disney Channel. La piccola recluta è si è trasformata, dall'età di diciassette anni, in una mangiatrice di uomini per poi diventare una star sexy. Basti ricordare, tra le tante sue apparizioni, la recente performance agli MTV Video Music Awards 2013 in cui si è esibita - davanti milioni di adolescenti - in atteggiamenti  inequivocabili. Lo stile di Miley è copiatissimo e invidiatissimo dalle più giovani, che guardano a lei come a una vera e propria musa ispiratrice.

  La Deriva Sessuale  delle lolite Disney                                                               

Ma che razza di esempio da seguire è mai questo? La risposta la sanno bene gli Illuminati che controllano buona parte dell'industria dell'intrattenimento. Il celebre marchio americano, Disney, ha fatto da trampolino di lancio per un nutrito gruppo di artiste, che dopo aver intrattenuto sul grande e piccolo schermo gli adolescenti di mezzo mondo, si sono progressivamente trasformate in dive seducenti e ammiccanti. E nonostante questa "deriva sexy" non manchi di suscitare polemiche, la storia ciclicamente si ripete. Inizialmente l'elite propone al giovane pubblico un personaggio acqua e sapone, amato dai più piccoli e ben visto dai genitori. Dopo aver acquisito fama e consensi, viene trasformato, però, in un modello negativo per consentire all'élite mondialista di raggiungere i propri loschi e decadenti obiettivi. Stessa sorte è toccata a Lindsay Lohan che dopo aver firmato un contratto con la Disney all'età di soli tredici anni, nella fase adolescenziale, ha abbandonato il suo stile di "brava ragazza" per diventare uno degli esempi più eclatanti di bad girl. Essere una "bad girl", per la maggior parte dei media, significa essere una ragazza emotivamente distaccata ma concentrata sui suoi bisogni sessuali, rigorosamente conformi alle fantasie maschili. Viene meno ogni riferimento positivo al matrimonio e alla maternità, presentati come modelli culturali oppressivi e superati, mentre paradossalmente si avvalora l'immagine di una ragazza sottomessa all'immaginario erotico del maschio. Da qui la "deriva sessuale" è stata cosa facile, quando sconcertante.

 Il Club del Topo                                                                                                           

Nel dicembre del 1992 un'altra artista venne reclutata dalla Disney per il programma tv "The Mickey Mouse Club": Britney Spears. Tra i suoi colleghi c'erano anche altre giovani star come Justin Timberlake e Christina Aguilera. Già dall'età di diciott'anni la Spears cominciò a trasformarsi nell'immagine di una provocante studentessa grazie alla pubblicazione del suo video d'esordio "Baby One More Time" che la consacrò al successo planetario. Anche in questo caso sessualizzazione stereotipata e satanismo sono stati elementi caratterizzanti del "curriculum artistico" della nota "ragazza prodigio" Disney. Quali sono gli effetti di questo bombardamento di immagini ipersessuate? Allarmanti, secondo l'APA (American Psychological Association). Il presidente dell'associazione, Eileen Zerbrigger, ha dichiarato: "l'ipersessualizzazione ha effetti in campo cognitivo, fisico e psichico, e sullo sviluppo sessuale. Più si è concentrati sul corpo (sulla sessualità) e sul look e più si trascurano ragionamento e attività espressive. Esiste poi una correlazione tra erotizzazione precoce e disordini del comportamento alimentare, bassa autostima e depressione".

  Disney's Girls - Come la perversione sessuale diventa "normale"           

L'elite degli Illuminati e di conseguenza anche buona parte dell'industria di Hollywood, sono i principali colpevoli dell'ipersessualizzazione giovanile: da Miley Cyrus a Vanessa Hudgens, passando da Selena Gomez e Demi Lovato, l'esercito delle bad girls formatesi negli studi della Disney diventa ogni anno più nutrito. E di certo tutto questo non è un caso. Non è assolutamente un caso! Spesso il rischio in cui si incorre è il principio del "che male c'è? Lo fanno tutti!", giustificando usi, costumi, comportamenti, vizi e stravaganze al limite della decenza (ed anche oltre la decenza), di ragazze che per avere un momento di gloria in televisione o sui giornali sono disposte ad esternare ed oggettivizzare con estrema disinvoltura la propria sessualità malata. E mentre queste ragazze - poco più che adolescenti - ottengono la loro famigerata visibilità (bene o male purché se ne parli), l'elitè degli Illuminati influenza le masse dei giovani creando generazioni sempre più perverse. Ed è così che si varca il sottile confine tra normalità e follia. L'indecenza, la perversione e l'ipersessualizzazione di per sé diventano semplice e pura normalità. Qualcosa di cui andare addirittura fieri. Paradossalmente al rispetto, decoro e dignità che invece, qualcuno vorrebbe fossero stati completamente vinti dalla forza di questa corrente culturale figlia di questa follia chiamata "Nuovo Ordine Mondiale".

 Specchietti per le Allodole e "Minestroni Letali" - No Grazie!                    

In breve, Miley Cyrus, Britney Spears, Lindsay Lohan e combricola, non sono - per così dire - "alla moda" solo perché le vediamo sexy e seducenti. Perchè curiosamente approdano sui paginoni di Playboy o in dozzine di set "particolari". Sono ragazze "costruite" e manovrate da chi vuole raggiungere scopi ben precisi offrendo loro fama e popolarità a prezzo della loro completa e totale spersonalizzazione. A prezzo, cioè, della vendita della loro stessa anima. Ma nella vita - a parer nostro - la dignità e una coscienza pulita valgono più di un qualsiasi altro bene materiale. Il mondo dello spettacolo, oggi, è infarcito di stupidaggini, dai canali come MTV ai talent show, ai reality. Programmi che creano immagini false e distorte: una sorta di efficientissimo "convogliatore di cervelli" o specchietto per le allodole nel quale purtroppo milioni di ragazzini si specchiano, lasciandosi sottilmente ammaliare, catturare ed intrappolare. Ciò, dimenticando che quello che si vede in televisione è tutto falso ed artefatto. Di esempi, d'altronde, facendo zapping, ne abbiamo a dozzine quotidianamente e in ogni genere di programma: dai canali musicali ai cartoni animati; dai reality alle fictions (e/o telenovelas); dalla pubblicità ai TG di regime. Il minestrone mondialista "illuminato" è sempre ricco, denso e "succulento", per quanto - alla fine - indigesto e velenoso. Letale! Prendiamone le distanze amici, e se davvero teniamo a noi stessi ed ai nostri figli, iniziamo a spegnere la TV, dedicando il nostro tempo a passatempi più degni e costruttivi che possano innalzare l'uomo, e non bestializzarlo sempre di più. Già di bestie in giro ce ne sono fin troppe, ed in ogni campo e settore! Dunque boicottiamo i loro programmi, informiamo e creiamo consapevolezza. La nostra ignoranza e la nostra superficialità sono le loro armi più potenti.

Emanuele Fardella, Sergio Basile  (Copyright © 2013 Qui Europa)

 

 

 
11 Settembre 2013

esperimento rosenhan - ospedali psichiatrici

 
10 Settembre 2013

l'inferno esiste

 

- Chi ha orecchi da udire oda -

 

 

Premessa

 

L’Iddio che ha fatto il cielo, la terra, il mare e tutte le cose che sono in essi, ha guidato i tuoi passi affinchè tu capitassi in questa pagina web e leggessi questo messaggio che ho scritto proprio per te che sei perduto e schiavo del peccato.

La vita non finisce con la morte, perché l’uomo ha all’interno del suo corpo un’anima immortale che sopravvive alla morte fisica. Dell’esistenza di questa anima immortale ne parlò pure Gesù Cristo, il Figlio di Dio, ai suoi discepoli quando disse loro di non temere "coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l’anima" (Matteo 10:28). Nota molto bene che Gesù ha detto che il corpo può essere ucciso, mentre l’anima no; per cui è ovvio che essa continua a vivere dopo la morte. Se quindi fino ad ora hai pensato che con la morte finisce tutto, ti sei sbagliato grandemente. Ma dove va l’anima dell’uomo quando egli muore? Secondo l’insegnamento della Scrittura (la Bibbia) essa va in un luogo di tormento situato nelle profondità della terra; questo luogo nella Bibbia è chiamato in ebraico Sheol, e in greco Ades, e da alcuni è stato tradotto con ‘soggiorno dei morti’ e da altri con ‘inferno’ (dal latino infernus che significa ‘luogo che è di sotto, inferiore). In questo luogo scendono [le anime di] coloro che muoiono nei loro peccati per esservi tormentati dalle fiamme che ivi si trovano, in attesa di essere risuscitati in resurrezione di giudizio nell’ultimo giorno quando saranno scaraventati, anima e corpo, in un altro luogo di tormento che si chiama stagno ardente di fuoco e di zolfo e dove saranno tormentati per l’eternità. In altre parole, nel giorno del giudizio l’Ades renderà i suoi morti che risogeranno e compariranno davanti al trono di Dio per essere giudicati ciascuno secondo le sue opere e gettati nel fuoco eterno (cfr. Apoc. 20:11-15).

 

La testimonianza della Sacra Scrittura a proposito dell’inferno

 

Ecco qui di seguito quei passi della Sacra Scrittura che parlano dell’esistenza di questo luogo sotterraneo di tormento chiamato ‘inferno’ e che spiegano dove si trova e che aspetto ha e come ci scendono le anime dei peccatori.

? Nel Vangelo scritto da Luca è scritto: "Or v’era un uomo ricco, il quale vestiva porpora e bisso, ed ogni giorno godeva splendidamente; e v’era un pover’uomo chiamato Lazzaro, che giaceva alla porta di lui, pieno d’ulceri, e bramoso di sfamarsi con le briciole che cadevano dalla tavola del ricco; anzi perfino venivano i cani a leccargli le ulceri. Or avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno d’Abramo; morì anche il ricco, e fu seppellito. E nell’Ades, essendo ne’ tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abramo, e Lazzaro nel suo seno; ed esclamò: Padre Abramo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi la lingua, perché son tormentato in questa fiamma. Ma Abramo disse: Figliuolo, ricordati che tu ricevesti i tuoi beni in vita tua, e che Lazzaro similmente ricevette i mali; ma ora qui egli è consolato, e tu sei tormentato. E oltre a tutto questo, fra noi e voi è posta una gran voragine, perché quelli che vorrebbero passar di qui a voi non possano, né di là si passi da noi. Ed egli disse: Ti prego, dunque, o padre, che tu lo mandi a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli, affinché attesti loro queste cose, onde non abbiano anch’essi a venire in questo luogo di tormento. Abramo disse: Hanno Mosè e i profeti; ascoltin quelli. Ed egli: No, padre Abramo; ma se uno va a loro dai morti, si ravvedranno. Ma Abramo rispose: Se non ascoltano Mosè e i profeti, non si lasceranno persuadere neppure se uno dei morti risuscitasse" (Luca 16:19-31). Fu il nostro Signore Gesù Cristo a raccontare questa storia realmente avvenuta. Questa storia dunque insegna che con la morte non finisce tutto, ma che esiste una vita ultraterrena e che l’anima del peccatore continua a vivere in un mondo invisibile dopo che egli muore. E’ chiaro che la nostra anima noi non la vediamo, ma sappiamo che essa dimora in questo nostro corpo di carne ed ossa; e come non possiamo negare l’esistenza dell’anima solamente perché non la vediamo con i nostri occhi, così non possiamo negare l’esistenza dell’Ades solo perché non lo vediamo o non l’abbiamo mai visto. Il fatto è che mentre l’anima si trova nel nostro corpo, l’Ades si trova negli antri della terra ad una grande profondità; è un luogo reale secondo la Parola di Dio, dove l’anima del peccatore, dopo essere uscita dal suo corpo, và a stare in attesa del giudizio. In altre parole mentre il peccatore vive sulla terra l’anima sua gode dei piaceri della vita e si diletta nel fare il male muovendosi liberamente in un corpo umano, ma quando il corpo nel quale alberga temporaneamente si disfa, essa si diparte e và nell’Ades dove sarà tormentata dal fuoco di questo luogo e dove non potrà più in alcun modo divertirsi. La storia di questo ricco ci dice che questo ricco godeva splendidamente ogni giorno mentre era sulla terra e che egli, quando morì, fu seppellito, ma si ritrovò in un luogo di tormento, appunto l’Ades. Fu il suo corpo ad essere seppellito e non la sua anima, perché l’anima dell’uomo non può essere afferrata dalla mano di nessun uomo per essere posta in una bara e poi in una fossa. E’ il corpo che torna in polvere secondo quello che disse Dio ad Adamo: "Sei polvere, e in polvere ritornerai" (Gen. 3:19), e non l’anima perché essa non è fatta di un materiale dissolubile. Come si può leggere in questa storia, quest’uomo che si era goduto la vita sulla terra, anche quando si trovò nell’Ades poteva ancora parlare, ricordare, e secondo quello che egli disse ad Abramo avrebbe potuto essere pure rinfrescato con dell’acqua nella fiamma dove si trovava. Ma di acqua non ce n’è nell’Ades, c’é solo il suo ricordo per quelli che sono nel fuoco dell’Ades. Come ho detto prima, quest’uomo, senza un corpo poteva ancora parlare e ricordare; ma non solo, egli poteva pure dare dei suggerimenti infatti invitò Abramo a mandare Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescargli la lingua arsa dal calore della fiamma ardente, ma egli si sentì rispondere da Abramo che questo non era possibile. Abramo gli disse di ricordarsi che egli aveva ricevuto i suoi beni in vita sua, e poi gli disse che vi era una gran voragine tra quel luogo di tormento dove egli si trovava e il luogo di conforto dove invece si trovava lui con Lazzaro (il seno d’Abramo), voragine che impediva a quelli che si trovavano in quest’ultimo di andare a soccorrere quelli che erano nel tormento nell’Ades. Nessuna pietà fu mostrata in verso quell’uomo; come lui si era mostrato impietoso durante la sua vita terrena così Dio si mostrò impietoso verso di lui dopo che egli morì. In questo vediamo la manifestazione della giustizia di Dio. Egli, anche sotto l’Antico Patto, non lasciava impuniti quelli che rifiutavano di dare ascolto alla legge di Mosè ed ai profeti. Quando quell’uomo sentì Abramo rispondergli in quella maniera, si preoccupò dei suoi cinque fratelli che erano ancora in vita sulla terra, infatti propose ad Abramo di mandare Lazzaro a casa di suo padre per avvertire i suoi cinque fratelli dell’esistenza di questo luogo di tormento e del fatto che là si trovava già lui. Egli pensava che in questa maniera essi si sarebbero ravveduti nel sentire Lazzaro e non sarebbero discesi anche loro là. Ma anche in questo caso la risposta di Abramo non fu quella che lui si aspettava, perché il patriarca gli fece chiaramente comprendere che i suoi fratelli avevano Mosè ed i profeti e che essi dovevano ascoltare loro per non andare lì con lui quando sarebbero morti. La risposta di Abramo però non soddisfò quell’uomo perché egli fece capire ad Abramo che secondo lui sarebbe stata più efficace la testimonianza di Lazzaro se questi fosse risuscitato e fosse andato dai suoi fratelli, anziché quella di Mosè e dei profeti. Non fu però del medesimo parere Abramo, infatti egli gli disse che se i suoi fratelli non volevano ascoltare Mosè ed i profeti, non si sarebbero lasciati persuadere ad abbandonare la loro via malvagia, neppure dalla testimonianza di un morto tornato in vita. Ma veniamo ad altre Scritture che confermano l’esistenza del soggiorno dei morti e che esso si trova sotto terra ad una grande profondità e che là vi scendono gli empi quando muoiono.

? Nei Salmi è scritto: "Gli empi se n’andranno al soggiorno de’ morti, sì, tutte le nazioni che dimenticano Iddio" (Sal. 9:17), ed a proposito della sorte di quelli che confidano nei loro grandi averi e si gloriano della grandezza delle loro ricchezze è scritto: "Son cacciati come pecore nel soggiorno de’ morti; la morte è il loro pastore" (Sal. 49:14).

? Giobbe, parlando degli empi, disse: "Passano felici i loro giorni poi scendono in un attimo nel soggiorno dei morti" (Giob. 21:13).

? Isaia, parlando della sorte di quelli che in Sion non ponevano mente a quel che faceva il Signore, ma si inebriavano di vino e di bevande alcoliche disse: "Perciò il soggiorno de’ morti s’é aperto bramoso, ed ha spalancata fuor di modo la gola; e laggiù scende lo splendore di Sion, la sua folla, il suo chiasso, e colui che in mezzo ad essa festeggia" (Is. 5:14). Sempre Isaia, nell’oracolo contro il re di Babilonia, disse ad Israele: "Tu pronunzierai questo canto sul re di Babilonia e dirai:.. Il soggiorno de’ morti, laggiù s’é commosso per te, per venire ad incontrarti alla tua venuta. Il tuo fasto e il suon de’ tuoi saltèri sono stati fatti scendere nel soggiorno de’ morti" (Is. 14:3,9,11).

? Dio per mezzo di Ezechiele predisse ciò che avrebbe fatto a Tiro con queste parole: "Allora ti trarrò giù, con quelli che scendon nella fossa, fra il popolo d’un tempo, ti farò dimorare nelle profondità della terra, nelle solitudini eterne, con quelli che scendon nella fossa..." (Ez. 26:20).

? Gesù quando rimproverò Capernaum gli disse: "E tu, o Capernaum, sarai tu forse innalzata fino al cielo? No, tu scenderai fino nell’Ades" (Matt. 11:23).

Come puoi ben vedere da te stesso, da tutte queste Scritture si deduce chiaramente che il soggiorno dei morti è un luogo che si trova nelle profondità della terra, o come disse Gesù: "Nel cuore della terra" (Matt. 12:40), e che là vanno i peccatori che rifiutano di ascoltare la voce di Dio.

Ma la Scrittura ci dice pure l’aspetto che ha il soggiorno dei morti: Giobbe l’ha definito così: "Terra delle tenebre e dell’ombra di morte: terra oscura come notte profonda, ove regnano l’ombra di morte ed il caos, il cui chiarore è come notte oscura" (Giob. 10:21-22); Bildad di Suach, parlando della sorte dell’empio ha detto: "E’ cacciato dalla luce nelle tenebre" (Giob. 18:18); e Tsofar di Naama dice dell’empio: "Lo consumerà un fuoco non attizzato dall’uomo" (Giob. 20:26). A proposito di queste ultime parole esse sono chiaramente confermate dalle parole che quell’uomo che era nell’Ades rivolse ad Abramo: "Son tormentato in questa fiamma" (Luca 16:24). Il fuoco che c’é nell’Ades non è un fuoco attizzato da un uomo, ma da Dio, e per questo non si può spegnere in alcuna maniera.

Dunque, adesso sai dove sei diretto dopo la morte, all’inferno, dove c’è il pianto e lo stridore dei denti secondo che è scritto: "Ivi sarà il pianto e lo stridore dei denti" (Matt. 13:50), e dove il fuoco arde del continuo facendo patire immani dolori a quelli che sono avvolti dalle sue fiamme. E tutto questo perché tu hai peccato, vivi una vita in ribellione a Dio, la Parola di Dio dice infatti che "tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio" (Rom. 3:23). In altre parole, tu ti trovi su quella via spaziosa che mena alla perdizione e di cui ha parlato Gesù (cfr. Matt. 7:13).

 

La testimonianza di coloro che hanno visto l’inferno e udito le urla di coloro che vi si trovano

 

L’inferno è stato visto da alcuni che sono morti nei loro peccati e ci sono andati per poi tornare sulla terra perché Dio li ha risuscitati, ed anche da alcuni nostri fratelli e sorelle a cui Dio ha permesso in visione di vederlo per avvertire gli uomini. Qui di seguito ci sono alcune di queste testimonianze: leggile attentamente.

 

Non erano ancora salvati ….

 

? Kenneth Hagin racconta come quando era un ragazzo ancora non nato di nuovo morì e andò all’inferno e poi tornò in vita per la misericordia di Dio. Ecco le sue parole: ‘Nel tardo pomeriggio, il mio cuore cessò di battere e l’uomo spirituale che viveva nel mio corpo mi abbandonò’. Quando la morte si impadronì di me, la nonna, mio fratello minore e mia madre accorsero in casa ed ebbi solo il tempo di dire loro ‘addio’ che l’uomo interiore scivolò via, lasciando il mio corpo esanime, gli occhi fissi e la carne gelida. Scesi giù, giù, giù al punto che vidi le luci sulla terra dissolversi. Non è esatto dire che svenni, neppure che fossi in coma; posso provare che clinicamente ero morto. Gli occhi erano fissi, il cuore aveva cessato di battere e il polso era fermo. Le Scritture parlano del ‘servo disutile gettato fuori nelle tenebre, dove c’è il pianto, e lo stridor dei denti’ (Matteo 25:30). Più scendevo e più si faceva buio, finché fui nell’oscurità più assoluta: non avrei scorto la mia mano ad un palmo dagli occhi. Più andavo giù e più sentivo il caldo intorno a me, l’atmosfera si faceva soffocante. Finalmente sotto di me scorsi delle luci guizzanti, riflesse sulle pareti delle caverne dov’erano i dannati, causate dal fuoco infernale. L’immensa sfera fiammeggiante, dai bianchi contorni, mi trascinava e mi attraeva come la calamita attira il metallo. NON VOLEVO ANDARE! Non camminavo, era il mio spirito che si comportava come il metallo in presenza di una calamita. Non potevo staccare gli occhi dalla sfera, sentivo il calore sul viso. Sono passati molti anni, ma riesco a rivedere la scena con la stessa nitidezza di allora. Il ricordo è così limpido, che tutto ciò mi sembra che sia accaduto la notte scorsa. Ora voi mi direte: ‘Come sono queste porte dell’inferno?’ Non potrei descriverle, poiché per farlo, dovrei avere un termine di paragone, come qualcuno che, non avendo visto un albero, non può descrivere come è fatto, perché non ha niente a cui paragonarlo. Mi fermai sulla soglia, ma fu una sosta momentanea: non volevo entrare! Capivo che un altro passo, ancora pochi metri e sarei finito per sempre, non sarei più potuto uscire da quell’orribile posto. Quando fui sul punto di raggiungere il fondo dell’abisso, un altro spirito mi affiancò: non mi voltai a guardarlo, perché non riuscivo a distogliere lo sguardo dalle fiamme dell’inferno. Quella creatura infernale aveva posato intanto una mano sul mio braccio, per accompagnarmi dentro: in quel preciso istante sentii una voce che sovrastava le tenebre, la terra e i cieli: era la voce di Dio. Non Lo vidi e non so cosa disse perché non parlò in inglese, ma in un’altra lingua e quando lo fece, la parte dov’erano i dannati fu attraversata da una forte luce e fu scossa come una foglia al vento. Tale bagliore obbligò quello spirito che mi era vicino ad allentare la stretta sul mio braccio. Non fui preso nel vortice, ma una forza invisibile mi tirò fuori dal fuoco, lontano dal calore, e ripercorsi le ombre della densa oscurità al contrario. Cominciai l’ascesa fino all’uscita del baratro ed infine vidi le luci terrestri. Ritornai nella mia camera, come se ne fossi uscito solo per un attimo attraverso la porta, con la sola differenza che il mio spirito non aveva bisogno di porte. Scivolai nel mio corpo come uno che s’infila i pantaloni al mattino, attraverso la bocca, nello stesso modo in cui poco prima ero uscito. Cominciai a parlare con la nonna, la quale esclamò: ‘Figliuolo, pensavo che tu fossi morto!’ Il mio bisnonno era medico e lei lo aiutava. Più tardi mi disse: ‘Ho vestito molti cadaveri ai miei tempi, ho avuto parecchie esperienze con casi analoghi, ma ho imparato molto di più avendo a che fare con te, di quanto abbia appreso prima: tu eri morto per arresto cardiaco e avevi gli occhi fissi’. ‘Nonna’, risposi, ‘non era ancora giunto il momento, ma stavolta sento che è davvero la fine: sto morendo! Dov’è la mamma?. ‘Tua madre è fuori nella veranda’, replicò, ed infatti la sentivo che pregava camminando su e giù’. Dov’è mio fratello?’ domandai. ‘E’ andato a chiamare il medico alla porta accanto’. ‘Nonna, vorrei salutare la mamma, ma non voglio che tu mi lasci solo, le spiegherai tu’ dissi, e le lasciai un messaggio per mia madre. Poi continuai: ‘Nonna, ti stimo molto; quando la salute della mamma venne meno, tu fosti per me come una seconda madre. Ora me ne vado e non tornerò più indietro questa volta’. Sapevo che stavo morendo e non ero ancora pronto per incontrare Dio. Il mio cuore si fermò nuovamente nel torace e, per la seconda volta, il mio spirito lasciò il corpo ricominciando la discesa nel buio, finché le luci terrestri furono completamente svanite. Arrivato in fondo, mi toccò la stessa esperienza: Dio parlò dal cielo ed ancora il mio spirito uscì dal quel luogo, tornò nella stanza e scivolò nel letto dove il mio corpo giaceva esanime. Ripresi a parlare con la nonna ed ancora le dissi: ‘Non tornerò stavolta, nonna!’ Ed aggiunsi alcune parole da riferire ai familiari e, per la terza volta uscii dal mio corpo e cominciai a scendere. Vorrei avere parole appropriate per descrivere gli orrori dell’inferno e far comprendere a quegli uomini così soddisfatti di se stessi ed incuranti di come conducono la propria esistenza senza preoccuparsi del dopo, che c’è una vita futura ultra terrena; me lo insegnano la Parola di Dio e la mia esperienza personale. So cosa significhi perdere i sensi: ti sembra tutto scuro, tutto buio, ma non c’è oscurità che possa essere paragonata alla notte interiore. Quando cominciai a discendere per la terza volta, il mio spirito esclamò con un urlo: ‘Dio, io appartengo alla chiesa, sono anche battezzato in acqua’. Aspettai da Lui una risposta, che non arrivò’. Udii soltanto la mia stessa voce che ritornava a risuonare fortemente, quasi a prendermi in giro. Occorrerà molto più che la semplice appartenenza ad una chiesa e un battesimo nell’acqua per evitare le pene dell’inferno e guadagnarsi il cielo! Gesù disse: "...Bisogna che voi siate generati di nuovo" (Giov. 3:7). Io credo certamente al battesimo in acqua, ma soltanto dopo che un individuo sia stato generato di nuovo. Certo, io credo nella comunità ecclesiastica, nei gruppi di cristiani uniti per lavorare nel nome di Dio. Ma se sarete soltanto uniti alla Chiesa e sarete soltanto stati battezzati senza però essere realmente nati una seconda volta, andrete all’inferno. Come uscii una terza volta dal baratro e rientrai nel mio corpo, il mio spirito iniziò a pregare; mi ritrovai che continuavo la preghiera a voce così alta che mi udì tutto il vicinato. La gente accorreva in casa per veder cosa fosse successo; guardai l’orologio e vidi che erano precisamente le 19.40: era l’ora della mia rinascita grazie alla provvidenza divina, per l’intercessione di mia madre. La mia preghiera non era legata al fatto che io fossi battezzato o che appartenessi alla chiesa, ma, implorando Dio, gli domandavo di aver pietà di me peccatore, di perdonarmi per i miei peccati, di purificarmi da ogni iniquità; Lo accettavo, Lo riconoscevo quale mio personale Salvatore. Mi sentii così bene, come se un pesante fardello fosse scivolato via dalle spalle’ (Kenneth E. Hagin, Io credo nelle visioni, Aversa 1987, pag. 3-6). Tutto questo avvenne ad Hagin nell’aprile del 1933, all’età di circa sedici anni, nella città di Mackinney, nel Texas (U.S.A).

 

? Junior morì andò all’inferno e poi tornò in vita: ‘ …. Vorrei condividere con te una reale esperienza che mia madre mi ha recentemente raccontato. Mia madre fu cresciuta in una famiglia dove la religione era una parte molto importante della vita di ogni giorno. Sua madre era una predicatrice … la mia famiglia è di fede pentecostale. Mia madre diventò adulta presso un’altra famiglia della stessa fede ed essi socializzavano spesso. Il suo amico di infanzia si chiamava Junior, o per lo meno quello era il nome con cui tutti lo chiamavano. 7 anni fa circa, Junior morì di un attacco di cuore. Sua madre era molto religiosa ed essi andavano sempre in chiesa. Quando Junior diventò più grande egli abbandonò la chiesa … non che egli non credesse, perché egli credeva, ma semplicemente egli non andò più in chiesa e andò avanti con la sua vita. Quando egli ebbe il suo attacco di cuore, egli morì realmente. Gli assistenti dell’ospedale riuscirono a riportarlo in vita, ma non prima che egli sperimentasse qualcosa di terrificante. Egli raccontò a mia madre che vide il suo spirito uscire dal suo corpo, e poi all’improvviso qualcosa di nero afferrò la sua anima. La cosa successiva che egli seppe fu che egli si trovava in piedi sulla cima di una montagna. Era buio e molto caldo attorno a lui. Dall’altra parte dove stava lui c’era un’altra montagna, e ad ogni lato c’erano montagne, ma nel mezzo di tutte queste montagne c’era un buco profondo da cui usciva del fuoco. Egli disse che tutto quello che poteva sentire erano i terrificanti e orribili urli di milioni di persone. Egli non aveva mai sentito niente di così orribile e terribile nella sua vita. Quando egli guardò alle montagne al di là del fuoco, tutto quello che egli potè vedere furono centinaia e centinaia di persone che stavano tutte attorno in piedi, urlando e piangendo. Egli vide i molto anziani, quelli di mezza età, e quelli molto giovani .. teenagers. Egli allora capì che queste persone erano proprio come lui, esse erano appena morte e stavano in piedi alle porte dell’inferno. Poi all’improvviso queste cose nere vennero fuori dal fuoco ed egli le vide volare al di là delle persone sulla montagna e spingerle dentro il fuoco, una per una. Egli era isterico e si buttò giù sulle sue ginocchia e gridò a Dio: ‘Per favore, perdonami, che cosa ho fatto?’ Poi qualcosa gli toccò il di dietro della sua spalla ed egli inizialmente pensò che fosse una di quelle cose pronte a spingerlo dentro il fuoco. Poi una voce gli parlò e gli disse: ‘Non è ancora il tuo tempo’. La cosa successiva che egli seppe fu che egli sentì un forte dolore nel suo petto e vide una luce brillante. Egli aprì gli occhi per capire che gli assistenti dell’ospedale erano riusciti a riportarlo in vita. Egli fu così sollevato, che non ci sono parole per descrivere come si sentì dopo essere stato tirato fuori da quell’orribile posto. Egli disse a mia madre questa storia giorni dopo che era successa. Né lei e neppure io possiamo raccontarla come la raccontò lui, e neppure possiamo descrivere il dolore e il terrore che lui e quelle persone provarono. Egli fu fortunato, loro no. A Junior fu data una seconda opportunità. Gli fu data una veduta dell’inferno, che non ricevono molte persone, ed essa cambiò la sua vita per sempre. Egli disse a mia madre che avrebbe accettato la salvezza e avrebbe vissuto nella maniera che egli sapeva dover vivere. Circa 3 anni dopo, Junior era in ospedale e stava per morire di cancro. Mia madre andò a visitarlo nel suo ultimo giorno. Ella gli domandò se lui aveva pregato e se egli era pronto ad andare. Egli era molto debole e poteva a malapena parlare, ma riuscì a scuotere la sua testa in segno di sì, e disse: ‘Farai bene a crederlo’ [You better believe it]!

 

? Athet Pyan Shintaw Paulu, un ex-monaco buddista del Myanmar (Burma), racconta come nel 1998 resuscitò dai morti durante il suo funerale, dopo tre giorni, tornando dall’inferno, e si convertì a Cristo cominciando subito ad avvertire tutti che se continuavano ad adorare Buddha e altri dèi sarebbero finiti all’inferno, perché solo Gesù è il vero Dio. Ecco le sue parole: ‘Mi chiamo Athet Pyan Shintaw Paulu, sono nato nel 1958 in Bogale nel Irrawaddy Delta, Myanmar del Sud (Burma). Quando raggiunsi 18 anni, i miei genitori Buddisti mi mandarono come novizio in un monastero. A 19 anni, io diventai un monaco, entrando nel monastero di Mandalay Kyaikasan Kyaing, dove fui istruito da U Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw, probabilmente il più famoso insegnante buddista del tempo, che morì in un incidente stradale nel 1983. Quando entrai nel monastero mi fu dato un nome nuovo; U Nata Pannita Ashinthuriya. Io cercai di sacrificare i miei propri pensieri e desideri egoistici: persino quando le zanzare si posavano sul mio braccio, io invece di cacciarle via gli permettevo di morsicarmi. Mi ammalai molto gravemente, e i medici diagnosticarono una combinazione di Malaria e Febbre Gialla. Dopo un mese in ospedale, essi mi dissero che non potevano fare altro per me, e mi dimisero dall’ospedale in modo che potessi prepararmi a morire. Di ritorno al monastero, io diventai sempre più debole, e alla fine persi i sensi. Io scoprii che ero morto solo più tardi: il mio corpo cominciò a imputridirsi e odorava di morte, il mio cuore aveva cessato di battere. Il mio corpo fu fatto passare attraverso i riti di purificazione del Buddismo. Ma il mio spirito era completamente sveglio. Io mi trovai in una potente tempesta che faceva volare via tutto. Non un singolo albero, niente rimase in piedi. Io ero in una pianura vuota. Dopo qualche tempo, io attraversai un fiume, e vidi un terribile lago di fuoco. Ero confuso, perché il Buddismo non conosce una tale cosa. Io non sapevo che fosse l’Inferno fino a che non incontrai Yama, il Re dell’Inferno. La sua faccia era quella di un leone, i suoi piedi erano come serpenti, ed egli aveva molte corna sulla sua testa. Quando chiesi il suo nome, egli disse: ‘Io sono il Re dell’Inferno, il Distruttore’. Io poi vidi gli abiti color zafferano dei monaci di Myanmar nel fuoco, e guardando più da vicino io vidi la testa rasata di U Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw. ‘Perché lui è nel lago di fuoco?’, domandai. ‘Egli era un insegnante molto bravo; la sua audiocassetta ‘Sei un essere umano o un cane?’ ha aiutato migliaia di persone a riconoscere che essi valgono più di un cane’. ‘Sì, era un bravo insegnante’, disse Yama, ‘Ma lui non credette in Gesù Cristo. Ecco perché è all’Inferno!’ Mi fu poi mostrato un altro uomo, con dei capelli lunghi legati in un gomitolo sulla parte sinistra della sua testa. Egli indossava anche un abito, e quando domandai chi egli fosse, mi fu detto: ‘Gautama, che voi adorate (Buddha)’. Fui sconvolto. Buddha all’Inferno, con tutta la sua etica e tutto il suo carattere morale?’ ‘Non è importante quanto egli fosse buono. Egli non credette nell’Eterno Dio, e così è all’inferno’, rispose il Re dell’Inferno. Io vidi anche Aung San, il capo rivoluzionario. ‘Egli è qui perché perseguitò e uccise i Cristiani, ma principalmente perché egli non credette in Gesù Cristo’, mi fu detto. Un altro uomo era molto alto, indossava un’armatura e portava una spada e uno scudo. Egli aveva una ferita sulla sua fronte. Egli era più grosso di chiunque altro io potessi vedere, era alto circa otto piedi [1 piede = 30,48 centimetri]. Il Re dell’Inferno mi disse: ‘Quello è Goliath, che è all’Inferno perché egli schernì l’eterno Dio e il suo servo Davide’. Io non avevo mai sentito parlare né di Goliath e né di Davide. Un altro ‘Re dell’Inferno’ si avvicinò a me e mi domandò: ‘Stai andando anche tu nel lago di fuoco?’ ‘No, io dissi, io sono qui solo per guardare’. ‘Hai ragione’, mi disse la creatura, ‘Tu sei venuto solo per guardare. Io non riesco a trovare il tuo nome. Tu dovrai tornare là da dove sei venuto’. Sulla strada di ritorno, io vidi due vie, una larga e una stretta. La via stretta, che io seguii per circa un’ora, fu presto fatta di puro oro. Io potevo vedere perfettamente la mia propria immagine riflessa! Un uomo di nome Pietro mi disse: ‘Ora torna indietro per dire alle persone che adorano Buddha e altri dii che essi finiranno all’inferno se non cambiano. Essi devono credere in Gesù. Egli poi mi diede un nome nuovo: Athet Pyan Shintaw Paulu (Paolo, che ritornò in vita). La cosa successiva che sentii fu mia madre che gridava: ‘Figlio mio, perché ci lasci ora?!’ Io compresi che giacevo in una bara. Quando mi spostai, i miei genitori gridarono: ‘E’ vivo!’, ma gli altri che erano attorno non credettero loro. Quando essi mi videro, essi furono agghiacciati dalla paura e cominciarono a gridare: ‘E’ un fantasma!’ Io notai che stavo seduto in mezzo a tre coppe e mezzo di un liquido odoroso che doveva essere venuto dal mio corpo mentre io giacevo nella bara. Mi fu detto che stavano per cremarmi. Quando un monaco muore, il suo nome, la sua età, e il numero degli anni del suo servizio da monaco sono incisi nella bara. Io ero già stato iscritto come morto, ma come voi potete vedere, io sono vivo!’ (Tratto da: Jesus.org)

 

Erano già salvati ….

 

? Claudia Precup che vive a Jimbolia (Romania) il 10 Luglio 1992 fu portata da un angelo di Dio a vedere anche l’inferno, ecco le sue parole: ‘Il Signor Gesù mi disse che il mio angelo mi avrebbe accompagnato sempre. L’angelo mi prese per la mano e mi ha detto: ‘Prima andremo all’inferno’. Mi fu data una gonna bianca lucente con la quale potevo sopportare il calore nell’inferno. Arrivammo nell’inferno per una via molto larga. Nell’inferno era buio e vi era un atmosfera spaventevole, all’udire solo i rumori mi prendeva la paura. L’angelo emanava la luce e così tramite quella luce io riuscivo a vedere. Là vi erano degli alberi senza frutti con dei rami curvi, sotto i miei piedi vidi dei fiori (così mi sembravano) e ho detto all’angelo: ‘Guarda che fiori belli’. In quel buio mi sembravano fiori ma l’angelo mi ha detto: ‘Guarda meglio’. Ho guardato meglio ed erano dei carboni accesi. Ad una certa distanza mi apparve una moltitudine di persone che gridavano: ‘Signore, perché non ci siamo ravveduti quando eravamo sulla terra? Alla sinistra di costoro si trovavano degli altri che mi sono sembrati differenti dai precedenti, ed allora io ho chiesto all’angelo chi fossero costoro. Mi fu detto che costoro erano quei credenti che sulla terra facevano parte di chiese, i quali avevano posseduto beni materiali in abbondanza ma non avevano pensato che fra loro ci fossero dei poveri e quindi si trovavano là’

 

? Bernada Fernandez racconta come il Signore la portò a vedere l’inferno, e come vi vide anche un giovane che aveva evangelizzato ma che aveva rifiutato il Vangelo, ecco le sue parole: ‘….. Credevo che mi portasse in Cielo, perché avevo la certezza della mia salvezza, ma noi scendemmo in un tunnel nel cuore della terra. E ci avvicinammo ad un certo luogo, si sentiva un odore pestilenzioso, qualche cosa che mi faceva orrore. Mi girai verso il Signore, e gli dissi: — Non voglio andare in questo posto. Con una voce molto forte, il Signore mi rispose: — È necessario che tu vada prima. Bisogna che tu veda cosa c’é in questo luogo. Noi entrammo. Era un luogo molto oscuro e terribile. Sentivo dei gemiti dove ne parla la Parola di Dio. Oh, Chiesa del Signore ! non potrò mai dimenticarli, miei fratelli cari amati ! Quando noi arrivammo in fondo al tunnel, ci sedemmo sopra una roccia, e il Signore mi disse: — Guarda ! Dinanzi a me, si estendeva questo terribile spettacolo dell’inferno, dei corpi che si lamentavano, delle urla terribili. Laggiù, ognuno pensa a sé, nessuno si occupa di nessuno. Non c’é nient’altro che pianti, lamenti e odio. Quest’inferno è talmente reale ! Non è un racconto, come molti credono, né un’invenzione della Chiesa di Gesù Cristo. Io piangevo, piangevo, guardando il Signore, Egli mi disse: —

l'inferno esiste

 

- Chi ha orecchi da udire oda -

 

 

Premessa

 

L’Iddio che ha fatto il cielo, la terra, il mare e tutte le cose che sono in essi, ha guidato i tuoi passi affinchè tu capitassi in questa pagina web e leggessi questo messaggio che ho scritto proprio per te che sei perduto e schiavo del peccato.

La vita non finisce con la morte, perché l’uomo ha all’interno del suo corpo un’anima immortale che sopravvive alla morte fisica. Dell’esistenza di questa anima immortale ne parlò pure Gesù Cristo, il Figlio di Dio, ai suoi discepoli quando disse loro di non temere "coloro che uccidono il corpo, ma non possono uccidere l’anima" (Matteo 10:28). Nota molto bene che Gesù ha detto che il corpo può essere ucciso, mentre l’anima no; per cui è ovvio che essa continua a vivere dopo la morte. Se quindi fino ad ora hai pensato che con la morte finisce tutto, ti sei sbagliato grandemente. Ma dove va l’anima dell’uomo quando egli muore? Secondo l’insegnamento della Scrittura (la Bibbia) essa va in un luogo di tormento situato nelle profondità della terra; questo luogo nella Bibbia è chiamato in ebraico Sheol, e in greco Ades, e da alcuni è stato tradotto con ‘soggiorno dei morti’ e da altri con ‘inferno’ (dal latino infernus che significa ‘luogo che è di sotto, inferiore). In questo luogo scendono [le anime di] coloro che muoiono nei loro peccati per esservi tormentati dalle fiamme che ivi si trovano, in attesa di essere risuscitati in resurrezione di giudizio nell’ultimo giorno quando saranno scaraventati, anima e corpo, in un altro luogo di tormento che si chiama stagno ardente di fuoco e di zolfo e dove saranno tormentati per l’eternità. In altre parole, nel giorno del giudizio l’Ades renderà i suoi morti che risogeranno e compariranno davanti al trono di Dio per essere giudicati ciascuno secondo le sue opere e gettati nel fuoco eterno (cfr. Apoc. 20:11-15).

 

La testimonianza della Sacra Scrittura a proposito dell’inferno

 

Ecco qui di seguito quei passi della Sacra Scrittura che parlano dell’esistenza di questo luogo sotterraneo di tormento chiamato ‘inferno’ e che spiegano dove si trova e che aspetto ha e come ci scendono le anime dei peccatori.

? Nel Vangelo scritto da Luca è scritto: "Or v’era un uomo ricco, il quale vestiva porpora e bisso, ed ogni giorno godeva splendidamente; e v’era un pover’uomo chiamato Lazzaro, che giaceva alla porta di lui, pieno d’ulceri, e bramoso di sfamarsi con le briciole che cadevano dalla tavola del ricco; anzi perfino venivano i cani a leccargli le ulceri. Or avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno d’Abramo; morì anche il ricco, e fu seppellito. E nell’Ades, essendo ne’ tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abramo, e Lazzaro nel suo seno; ed esclamò: Padre Abramo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi la lingua, perché son tormentato in questa fiamma. Ma Abramo disse: Figliuolo, ricordati che tu ricevesti i tuoi beni in vita tua, e che Lazzaro similmente ricevette i mali; ma ora qui egli è consolato, e tu sei tormentato. E oltre a tutto questo, fra noi e voi è posta una gran voragine, perché quelli che vorrebbero passar di qui a voi non possano, né di là si passi da noi. Ed egli disse: Ti prego, dunque, o padre, che tu lo mandi a casa di mio padre, perché ho cinque fratelli, affinché attesti loro queste cose, onde non abbiano anch’essi a venire in questo luogo di tormento. Abramo disse: Hanno Mosè e i profeti; ascoltin quelli. Ed egli: No, padre Abramo; ma se uno va a loro dai morti, si ravvedranno. Ma Abramo rispose: Se non ascoltano Mosè e i profeti, non si lasceranno persuadere neppure se uno dei morti risuscitasse" (Luca 16:19-31). Fu il nostro Signore Gesù Cristo a raccontare questa storia realmente avvenuta. Questa storia dunque insegna che con la morte non finisce tutto, ma che esiste una vita ultraterrena e che l’anima del peccatore continua a vivere in un mondo invisibile dopo che egli muore. E’ chiaro che la nostra anima noi non la vediamo, ma sappiamo che essa dimora in questo nostro corpo di carne ed ossa; e come non possiamo negare l’esistenza dell’anima solamente perché non la vediamo con i nostri occhi, così non possiamo negare l’esistenza dell’Ades solo perché non lo vediamo o non l’abbiamo mai visto. Il fatto è che mentre l’anima si trova nel nostro corpo, l’Ades si trova negli antri della terra ad una grande profondità; è un luogo reale secondo la Parola di Dio, dove l’anima del peccatore, dopo essere uscita dal suo corpo, và a stare in attesa del giudizio. In altre parole mentre il peccatore vive sulla terra l’anima sua gode dei piaceri della vita e si diletta nel fare il male muovendosi liberamente in un corpo umano, ma quando il corpo nel quale alberga temporaneamente si disfa, essa si diparte e và nell’Ades dove sarà tormentata dal fuoco di questo luogo e dove non potrà più in alcun modo divertirsi. La storia di questo ricco ci dice che questo ricco godeva splendidamente ogni giorno mentre era sulla terra e che egli, quando morì, fu seppellito, ma si ritrovò in un luogo di tormento, appunto l’Ades. Fu il suo corpo ad essere seppellito e non la sua anima, perché l’anima dell’uomo non può essere afferrata dalla mano di nessun uomo per essere posta in una bara e poi in una fossa. E’ il corpo che torna in polvere secondo quello che disse Dio ad Adamo: "Sei polvere, e in polvere ritornerai" (Gen. 3:19), e non l’anima perché essa non è fatta di un materiale dissolubile. Come si può leggere in questa storia, quest’uomo che si era goduto la vita sulla terra, anche quando si trovò nell’Ades poteva ancora parlare, ricordare, e secondo quello che egli disse ad Abramo avrebbe potuto essere pure rinfrescato con dell’acqua nella fiamma dove si trovava. Ma di acqua non ce n’è nell’Ades, c’é solo il suo ricordo per quelli che sono nel fuoco dell’Ades. Come ho detto prima, quest’uomo, senza un corpo poteva ancora parlare e ricordare; ma non solo, egli poteva pure dare dei suggerimenti infatti invitò Abramo a mandare Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescargli la lingua arsa dal calore della fiamma ardente, ma egli si sentì rispondere da Abramo che questo non era possibile. Abramo gli disse di ricordarsi che egli aveva ricevuto i suoi beni in vita sua, e poi gli disse che vi era una gran voragine tra quel luogo di tormento dove egli si trovava e il luogo di conforto dove invece si trovava lui con Lazzaro (il seno d’Abramo), voragine che impediva a quelli che si trovavano in quest’ultimo di andare a soccorrere quelli che erano nel tormento nell’Ades. Nessuna pietà fu mostrata in verso quell’uomo; come lui si era mostrato impietoso durante la sua vita terrena così Dio si mostrò impietoso verso di lui dopo che egli morì. In questo vediamo la manifestazione della giustizia di Dio. Egli, anche sotto l’Antico Patto, non lasciava impuniti quelli che rifiutavano di dare ascolto alla legge di Mosè ed ai profeti. Quando quell’uomo sentì Abramo rispondergli in quella maniera, si preoccupò dei suoi cinque fratelli che erano ancora in vita sulla terra, infatti propose ad Abramo di mandare Lazzaro a casa di suo padre per avvertire i suoi cinque fratelli dell’esistenza di questo luogo di tormento e del fatto che là si trovava già lui. Egli pensava che in questa maniera essi si sarebbero ravveduti nel sentire Lazzaro e non sarebbero discesi anche loro là. Ma anche in questo caso la risposta di Abramo non fu quella che lui si aspettava, perché il patriarca gli fece chiaramente comprendere che i suoi fratelli avevano Mosè ed i profeti e che essi dovevano ascoltare loro per non andare lì con lui quando sarebbero morti. La risposta di Abramo però non soddisfò quell’uomo perché egli fece capire ad Abramo che secondo lui sarebbe stata più efficace la testimonianza di Lazzaro se questi fosse risuscitato e fosse andato dai suoi fratelli, anziché quella di Mosè e dei profeti. Non fu però del medesimo parere Abramo, infatti egli gli disse che se i suoi fratelli non volevano ascoltare Mosè ed i profeti, non si sarebbero lasciati persuadere ad abbandonare la loro via malvagia, neppure dalla testimonianza di un morto tornato in vita. Ma veniamo ad altre Scritture che confermano l’esistenza del soggiorno dei morti e che esso si trova sotto terra ad una grande profondità e che là vi scendono gli empi quando muoiono.

? Nei Salmi è scritto: "Gli empi se n’andranno al soggiorno de’ morti, sì, tutte le nazioni che dimenticano Iddio" (Sal. 9:17), ed a proposito della sorte di quelli che confidano nei loro grandi averi e si gloriano della grandezza delle loro ricchezze è scritto: "Son cacciati come pecore nel soggiorno de’ morti; la morte è il loro pastore" (Sal. 49:14).

? Giobbe, parlando degli empi, disse: "Passano felici i loro giorni poi scendono in un attimo nel soggiorno dei morti" (Giob. 21:13).

? Isaia, parlando della sorte di quelli che in Sion non ponevano mente a quel che faceva il Signore, ma si inebriavano di vino e di bevande alcoliche disse: "Perciò il soggiorno de’ morti s’é aperto bramoso, ed ha spalancata fuor di modo la gola; e laggiù scende lo splendore di Sion, la sua folla, il suo chiasso, e colui che in mezzo ad essa festeggia" (Is. 5:14). Sempre Isaia, nell’oracolo contro il re di Babilonia, disse ad Israele: "Tu pronunzierai questo canto sul re di Babilonia e dirai:.. Il soggiorno de’ morti, laggiù s’é commosso per te, per venire ad incontrarti alla tua venuta. Il tuo fasto e il suon de’ tuoi saltèri sono stati fatti scendere nel soggiorno de’ morti" (Is. 14:3,9,11).

? Dio per mezzo di Ezechiele predisse ciò che avrebbe fatto a Tiro con queste parole: "Allora ti trarrò giù, con quelli che scendon nella fossa, fra il popolo d’un tempo, ti farò dimorare nelle profondità della terra, nelle solitudini eterne, con quelli che scendon nella fossa..." (Ez. 26:20).

? Gesù quando rimproverò Capernaum gli disse: "E tu, o Capernaum, sarai tu forse innalzata fino al cielo? No, tu scenderai fino nell’Ades" (Matt. 11:23).

Come puoi ben vedere da te stesso, da tutte queste Scritture si deduce chiaramente che il soggiorno dei morti è un luogo che si trova nelle profondità della terra, o come disse Gesù: "Nel cuore della terra" (Matt. 12:40), e che là vanno i peccatori che rifiutano di ascoltare la voce di Dio.

Ma la Scrittura ci dice pure l’aspetto che ha il soggiorno dei morti: Giobbe l’ha definito così: "Terra delle tenebre e dell’ombra di morte: terra oscura come notte profonda, ove regnano l’ombra di morte ed il caos, il cui chiarore è come notte oscura" (Giob. 10:21-22); Bildad di Suach, parlando della sorte dell’empio ha detto: "E’ cacciato dalla luce nelle tenebre" (Giob. 18:18); e Tsofar di Naama dice dell’empio: "Lo consumerà un fuoco non attizzato dall’uomo" (Giob. 20:26). A proposito di queste ultime parole esse sono chiaramente confermate dalle parole che quell’uomo che era nell’Ades rivolse ad Abramo: "Son tormentato in questa fiamma" (Luca 16:24). Il fuoco che c’é nell’Ades non è un fuoco attizzato da un uomo, ma da Dio, e per questo non si può spegnere in alcuna maniera.

Dunque, adesso sai dove sei diretto dopo la morte, all’inferno, dove c’è il pianto e lo stridore dei denti secondo che è scritto: "Ivi sarà il pianto e lo stridore dei denti" (Matt. 13:50), e dove il fuoco arde del continuo facendo patire immani dolori a quelli che sono avvolti dalle sue fiamme. E tutto questo perché tu hai peccato, vivi una vita in ribellione a Dio, la Parola di Dio dice infatti che "tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio" (Rom. 3:23). In altre parole, tu ti trovi su quella via spaziosa che mena alla perdizione e di cui ha parlato Gesù (cfr. Matt. 7:13).

 

La testimonianza di coloro che hanno visto l’inferno e udito le urla di coloro che vi si trovano

 

L’inferno è stato visto da alcuni che sono morti nei loro peccati e ci sono andati per poi tornare sulla terra perché Dio li ha risuscitati, ed anche da alcuni nostri fratelli e sorelle a cui Dio ha permesso in visione di vederlo per avvertire gli uomini. Qui di seguito ci sono alcune di queste testimonianze: leggile attentamente.

 

Non erano ancora salvati ….

 

? Kenneth Hagin racconta come quando era un ragazzo ancora non nato di nuovo morì e andò all’inferno e poi tornò in vita per la misericordia di Dio. Ecco le sue parole: ‘Nel tardo pomeriggio, il mio cuore cessò di battere e l’uomo spirituale che viveva nel mio corpo mi abbandonò’. Quando la morte si impadronì di me, la nonna, mio fratello minore e mia madre accorsero in casa ed ebbi solo il tempo di dire loro ‘addio’ che l’uomo interiore scivolò via, lasciando il mio corpo esanime, gli occhi fissi e la carne gelida. Scesi giù, giù, giù al punto che vidi le luci sulla terra dissolversi. Non è esatto dire che svenni, neppure che fossi in coma; posso provare che clinicamente ero morto. Gli occhi erano fissi, il cuore aveva cessato di battere e il polso era fermo. Le Scritture parlano del ‘servo disutile gettato fuori nelle tenebre, dove c’è il pianto, e lo stridor dei denti’ (Matteo 25:30). Più scendevo e più si faceva buio, finché fui nell’oscurità più assoluta: non avrei scorto la mia mano ad un palmo dagli occhi. Più andavo giù e più sentivo il caldo intorno a me, l’atmosfera si faceva soffocante. Finalmente sotto di me scorsi delle luci guizzanti, riflesse sulle pareti delle caverne dov’erano i dannati, causate dal fuoco infernale. L’immensa sfera fiammeggiante, dai bianchi contorni, mi trascinava e mi attraeva come la calamita attira il metallo. NON VOLEVO ANDARE! Non camminavo, era il mio spirito che si comportava come il metallo in presenza di una calamita. Non potevo staccare gli occhi dalla sfera, sentivo il calore sul viso. Sono passati molti anni, ma riesco a rivedere la scena con la stessa nitidezza di allora. Il ricordo è così limpido, che tutto ciò mi sembra che sia accaduto la notte scorsa. Ora voi mi direte: ‘Come sono queste porte dell’inferno?’ Non potrei descriverle, poiché per farlo, dovrei avere un termine di paragone, come qualcuno che, non avendo visto un albero, non può descrivere come è fatto, perché non ha niente a cui paragonarlo. Mi fermai sulla soglia, ma fu una sosta momentanea: non volevo entrare! Capivo che un altro passo, ancora pochi metri e sarei finito per sempre, non sarei più potuto uscire da quell’orribile posto. Quando fui sul punto di raggiungere il fondo dell’abisso, un altro spirito mi affiancò: non mi voltai a guardarlo, perché non riuscivo a distogliere lo sguardo dalle fiamme dell’inferno. Quella creatura infernale aveva posato intanto una mano sul mio braccio, per accompagnarmi dentro: in quel preciso istante sentii una voce che sovrastava le tenebre, la terra e i cieli: era la voce di Dio. Non Lo vidi e non so cosa disse perché non parlò in inglese, ma in un’altra lingua e quando lo fece, la parte dov’erano i dannati fu attraversata da una forte luce e fu scossa come una foglia al vento. Tale bagliore obbligò quello spirito che mi era vicino ad allentare la stretta sul mio braccio. Non fui preso nel vortice, ma una forza invisibile mi tirò fuori dal fuoco, lontano dal calore, e ripercorsi le ombre della densa oscurità al contrario. Cominciai l’ascesa fino all’uscita del baratro ed infine vidi le luci terrestri. Ritornai nella mia camera, come se ne fossi uscito solo per un attimo attraverso la porta, con la sola differenza che il mio spirito non aveva bisogno di porte. Scivolai nel mio corpo come uno che s’infila i pantaloni al mattino, attraverso la bocca, nello stesso modo in cui poco prima ero uscito. Cominciai a parlare con la nonna, la quale esclamò: ‘Figliuolo, pensavo che tu fossi morto!’ Il mio bisnonno era medico e lei lo aiutava. Più tardi mi disse: ‘Ho vestito molti cadaveri ai miei tempi, ho avuto parecchie esperienze con casi analoghi, ma ho imparato molto di più avendo a che fare con te, di quanto abbia appreso prima: tu eri morto per arresto cardiaco e avevi gli occhi fissi’. ‘Nonna’, risposi, ‘non era ancora giunto il momento, ma stavolta sento che è davvero la fine: sto morendo! Dov’è la mamma?. ‘Tua madre è fuori nella veranda’, replicò, ed infatti la sentivo che pregava camminando su e giù’. Dov’è mio fratello?’ domandai. ‘E’ andato a chiamare il medico alla porta accanto’. ‘Nonna, vorrei salutare la mamma, ma non voglio che tu mi lasci solo, le spiegherai tu’ dissi, e le lasciai un messaggio per mia madre. Poi continuai: ‘Nonna, ti stimo molto; quando la salute della mamma venne meno, tu fosti per me come una seconda madre. Ora me ne vado e non tornerò più indietro questa volta’. Sapevo che stavo morendo e non ero ancora pronto per incontrare Dio. Il mio cuore si fermò nuovamente nel torace e, per la seconda volta, il mio spirito lasciò il corpo ricominciando la discesa nel buio, finché le luci terrestri furono completamente svanite. Arrivato in fondo, mi toccò la stessa esperienza: Dio parlò dal cielo ed ancora il mio spirito uscì dal quel luogo, tornò nella stanza e scivolò nel letto dove il mio corpo giaceva esanime. Ripresi a parlare con la nonna ed ancora le dissi: ‘Non tornerò stavolta, nonna!’ Ed aggiunsi alcune parole da riferire ai familiari e, per la terza volta uscii dal mio corpo e cominciai a scendere. Vorrei avere parole appropriate per descrivere gli orrori dell’inferno e far comprendere a quegli uomini così soddisfatti di se stessi ed incuranti di come conducono la propria esistenza senza preoccuparsi del dopo, che c’è una vita futura ultra terrena; me lo insegnano la Parola di Dio e la mia esperienza personale. So cosa significhi perdere i sensi: ti sembra tutto scuro, tutto buio, ma non c’è oscurità che possa essere paragonata alla notte interiore. Quando cominciai a discendere per la terza volta, il mio spirito esclamò con un urlo: ‘Dio, io appartengo alla chiesa, sono anche battezzato in acqua’. Aspettai da Lui una risposta, che non arrivò’. Udii soltanto la mia stessa voce che ritornava a risuonare fortemente, quasi a prendermi in giro. Occorrerà molto più che la semplice appartenenza ad una chiesa e un battesimo nell’acqua per evitare le pene dell’inferno e guadagnarsi il cielo! Gesù disse: "...Bisogna che voi siate generati di nuovo" (Giov. 3:7). Io credo certamente al battesimo in acqua, ma soltanto dopo che un individuo sia stato generato di nuovo. Certo, io credo nella comunità ecclesiastica, nei gruppi di cristiani uniti per lavorare nel nome di Dio. Ma se sarete soltanto uniti alla Chiesa e sarete soltanto stati battezzati senza però essere realmente nati una seconda volta, andrete all’inferno. Come uscii una terza volta dal baratro e rientrai nel mio corpo, il mio spirito iniziò a pregare; mi ritrovai che continuavo la preghiera a voce così alta che mi udì tutto il vicinato. La gente accorreva in casa per veder cosa fosse successo; guardai l’orologio e vidi che erano precisamente le 19.40: era l’ora della mia rinascita grazie alla provvidenza divina, per l’intercessione di mia madre. La mia preghiera non era legata al fatto che io fossi battezzato o che appartenessi alla chiesa, ma, implorando Dio, gli domandavo di aver pietà di me peccatore, di perdonarmi per i miei peccati, di purificarmi da ogni iniquità; Lo accettavo, Lo riconoscevo quale mio personale Salvatore. Mi sentii così bene, come se un pesante fardello fosse scivolato via dalle spalle’ (Kenneth E. Hagin, Io credo nelle visioni, Aversa 1987, pag. 3-6). Tutto questo avvenne ad Hagin nell’aprile del 1933, all’età di circa sedici anni, nella città di Mackinney, nel Texas (U.S.A).

 

? Junior morì andò all’inferno e poi tornò in vita: ‘ …. Vorrei condividere con te una reale esperienza che mia madre mi ha recentemente raccontato. Mia madre fu cresciuta in una famiglia dove la religione era una parte molto importante della vita di ogni giorno. Sua madre era una predicatrice … la mia famiglia è di fede pentecostale. Mia madre diventò adulta presso un’altra famiglia della stessa fede ed essi socializzavano spesso. Il suo amico di infanzia si chiamava Junior, o per lo meno quello era il nome con cui tutti lo chiamavano. 7 anni fa circa, Junior morì di un attacco di cuore. Sua madre era molto religiosa ed essi andavano sempre in chiesa. Quando Junior diventò più grande egli abbandonò la chiesa … non che egli non credesse, perché egli credeva, ma semplicemente egli non andò più in chiesa e andò avanti con la sua vita. Quando egli ebbe il suo attacco di cuore, egli morì realmente. Gli assistenti dell’ospedale riuscirono a riportarlo in vita, ma non prima che egli sperimentasse qualcosa di terrificante. Egli raccontò a mia madre che vide il suo spirito uscire dal suo corpo, e poi all’improvviso qualcosa di nero afferrò la sua anima. La cosa successiva che egli seppe fu che egli si trovava in piedi sulla cima di una montagna. Era buio e molto caldo attorno a lui. Dall’altra parte dove stava lui c’era un’altra montagna, e ad ogni lato c’erano montagne, ma nel mezzo di tutte queste montagne c’era un buco profondo da cui usciva del fuoco. Egli disse che tutto quello che poteva sentire erano i terrificanti e orribili urli di milioni di persone. Egli non aveva mai sentito niente di così orribile e terribile nella sua vita. Quando egli guardò alle montagne al di là del fuoco, tutto quello che egli potè vedere furono centinaia e centinaia di persone che stavano tutte attorno in piedi, urlando e piangendo. Egli vide i molto anziani, quelli di mezza età, e quelli molto giovani .. teenagers. Egli allora capì che queste persone erano proprio come lui, esse erano appena morte e stavano in piedi alle porte dell’inferno. Poi all’improvviso queste cose nere vennero fuori dal fuoco ed egli le vide volare al di là delle persone sulla montagna e spingerle dentro il fuoco, una per una. Egli era isterico e si buttò giù sulle sue ginocchia e gridò a Dio: ‘Per favore, perdonami, che cosa ho fatto?’ Poi qualcosa gli toccò il di dietro della sua spalla ed egli inizialmente pensò che fosse una di quelle cose pronte a spingerlo dentro il fuoco. Poi una voce gli parlò e gli disse: ‘Non è ancora il tuo tempo’. La cosa successiva che egli seppe fu che egli sentì un forte dolore nel suo petto e vide una luce brillante. Egli aprì gli occhi per capire che gli assistenti dell’ospedale erano riusciti a riportarlo in vita. Egli fu così sollevato, che non ci sono parole per descrivere come si sentì dopo essere stato tirato fuori da quell’orribile posto. Egli disse a mia madre questa storia giorni dopo che era successa. Né lei e neppure io possiamo raccontarla come la raccontò lui, e neppure possiamo descrivere il dolore e il terrore che lui e quelle persone provarono. Egli fu fortunato, loro no. A Junior fu data una seconda opportunità. Gli fu data una veduta dell’inferno, che non ricevono molte persone, ed essa cambiò la sua vita per sempre. Egli disse a mia madre che avrebbe accettato la salvezza e avrebbe vissuto nella maniera che egli sapeva dover vivere. Circa 3 anni dopo, Junior era in ospedale e stava per morire di cancro. Mia madre andò a visitarlo nel suo ultimo giorno. Ella gli domandò se lui aveva pregato e se egli era pronto ad andare. Egli era molto debole e poteva a malapena parlare, ma riuscì a scuotere la sua testa in segno di sì, e disse: ‘Farai bene a crederlo’ [You better believe it]!

 

? Athet Pyan Shintaw Paulu, un ex-monaco buddista del Myanmar (Burma), racconta come nel 1998 resuscitò dai morti durante il suo funerale, dopo tre giorni, tornando dall’inferno, e si convertì a Cristo cominciando subito ad avvertire tutti che se continuavano ad adorare Buddha e altri dèi sarebbero finiti all’inferno, perché solo Gesù è il vero Dio. Ecco le sue parole: ‘Mi chiamo Athet Pyan Shintaw Paulu, sono nato nel 1958 in Bogale nel Irrawaddy Delta, Myanmar del Sud (Burma). Quando raggiunsi 18 anni, i miei genitori Buddisti mi mandarono come novizio in un monastero. A 19 anni, io diventai un monaco, entrando nel monastero di Mandalay Kyaikasan Kyaing, dove fui istruito da U Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw, probabilmente il più famoso insegnante buddista del tempo, che morì in un incidente stradale nel 1983. Quando entrai nel monastero mi fu dato un nome nuovo; U Nata Pannita Ashinthuriya. Io cercai di sacrificare i miei propri pensieri e desideri egoistici: persino quando le zanzare si posavano sul mio braccio, io invece di cacciarle via gli permettevo di morsicarmi. Mi ammalai molto gravemente, e i medici diagnosticarono una combinazione di Malaria e Febbre Gialla. Dopo un mese in ospedale, essi mi dissero che non potevano fare altro per me, e mi dimisero dall’ospedale in modo che potessi prepararmi a morire. Di ritorno al monastero, io diventai sempre più debole, e alla fine persi i sensi. Io scoprii che ero morto solo più tardi: il mio corpo cominciò a imputridirsi e odorava di morte, il mio cuore aveva cessato di battere. Il mio corpo fu fatto passare attraverso i riti di purificazione del Buddismo. Ma il mio spirito era completamente sveglio. Io mi trovai in una potente tempesta che faceva volare via tutto. Non un singolo albero, niente rimase in piedi. Io ero in una pianura vuota. Dopo qualche tempo, io attraversai un fiume, e vidi un terribile lago di fuoco. Ero confuso, perché il Buddismo non conosce una tale cosa. Io non sapevo che fosse l’Inferno fino a che non incontrai Yama, il Re dell’Inferno. La sua faccia era quella di un leone, i suoi piedi erano come serpenti, ed egli aveva molte corna sulla sua testa. Quando chiesi il suo nome, egli disse: ‘Io sono il Re dell’Inferno, il Distruttore’. Io poi vidi gli abiti color zafferano dei monaci di Myanmar nel fuoco, e guardando più da vicino io vidi la testa rasata di U Zadila Kyar Ni Kan Sayadaw. ‘Perché lui è nel lago di fuoco?’, domandai. ‘Egli era un insegnante molto bravo; la sua audiocassetta ‘Sei un essere umano o un cane?’ ha aiutato migliaia di persone a riconoscere che essi valgono più di un cane’. ‘Sì, era un bravo insegnante’, disse Yama, ‘Ma lui non credette in Gesù Cristo. Ecco perché è all’Inferno!’ Mi fu poi mostrato un altro uomo, con dei capelli lunghi legati in un gomitolo sulla parte sinistra della sua testa. Egli indossava anche un abito, e quando domandai chi egli fosse, mi fu detto: ‘Gautama, che voi adorate (Buddha)’. Fui sconvolto. Buddha all’Inferno, con tutta la sua etica e tutto il suo carattere morale?’ ‘Non è importante quanto egli fosse buono. Egli non credette nell’Eterno Dio, e così è all’inferno’, rispose il Re dell’Inferno. Io vidi anche Aung San, il capo rivoluzionario. ‘Egli è qui perché perseguitò e uccise i Cristiani, ma principalmente perché egli non credette in Gesù Cristo’, mi fu detto. Un altro uomo era molto alto, indossava un’armatura e portava una spada e uno scudo. Egli aveva una ferita sulla sua fronte. Egli era più grosso di chiunque altro io potessi vedere, era alto circa otto piedi [1 piede = 30,48 centimetri]. Il Re dell’Inferno mi disse: ‘Quello è Goliath, che è all’Inferno perché egli schernì l’eterno Dio e il suo servo Davide’. Io non avevo mai sentito parlare né di Goliath e né di Davide. Un altro ‘Re dell’Inferno’ si avvicinò a me e mi domandò: ‘Stai andando anche tu nel lago di fuoco?’ ‘No, io dissi, io sono qui solo per guardare’. ‘Hai ragione’, mi disse la creatura, ‘Tu sei venuto solo per guardare. Io non riesco a trovare il tuo nome. Tu dovrai tornare là da dove sei venuto’. Sulla strada di ritorno, io vidi due vie, una larga e una stretta. La via stretta, che io seguii per circa un’ora, fu presto fatta di puro oro. Io potevo vedere perfettamente la mia propria immagine riflessa! Un uomo di nome Pietro mi disse: ‘Ora torna indietro per dire alle persone che adorano Buddha e altri dii che essi finiranno all’inferno se non cambiano. Essi devono credere in Gesù. Egli poi mi diede un nome nuovo: Athet Pyan Shintaw Paulu (Paolo, che ritornò in vita). La cosa successiva che sentii fu mia madre che gridava: ‘Figlio mio, perché ci lasci ora?!’ Io compresi che giacevo in una bara. Quando mi spostai, i miei genitori gridarono: ‘E’ vivo!’, ma gli altri che erano attorno non credettero loro. Quando essi mi videro, essi furono agghiacciati dalla paura e cominciarono a gridare: ‘E’ un fantasma!’ Io notai che stavo seduto in mezzo a tre coppe e mezzo di un liquido odoroso che doveva essere venuto dal mio corpo mentre io giacevo nella bara. Mi fu detto che stavano per cremarmi. Quando un monaco muore, il suo nome, la sua età, e il numero degli anni del suo servizio da monaco sono incisi nella bara. Io ero già stato iscritto come morto, ma come voi potete vedere, io sono vivo!’ (Tratto da: Jesus.org)

 

Erano già salvati ….

 

? Claudia Precup che vive a Jimbolia (Romania) il 10 Luglio 1992 fu portata da un angelo di Dio a vedere anche l’inferno, ecco le sue parole: ‘Il Signor Gesù mi disse che il mio angelo mi avrebbe accompagnato sempre. L’angelo mi prese per la mano e mi ha detto: ‘Prima andremo all’inferno’. Mi fu data una gonna bianca lucente con la quale potevo sopportare il calore nell’inferno. Arrivammo nell’inferno per una via molto larga. Nell’inferno era buio e vi era un atmosfera spaventevole, all’udire solo i rumori mi prendeva la paura. L’angelo emanava la luce e così tramite quella luce io riuscivo a vedere. Là vi erano degli alberi senza frutti con dei rami curvi, sotto i miei piedi vidi dei fiori (così mi sembravano) e ho detto all’angelo: ‘Guarda che fiori belli’. In quel buio mi sembravano fiori ma l’angelo mi ha detto: ‘Guarda meglio’. Ho guardato meglio ed erano dei carboni accesi. Ad una certa distanza mi apparve una moltitudine di persone che gridavano: ‘Signore, perché non ci siamo ravveduti quando eravamo sulla terra? Alla sinistra di costoro si trovavano degli altri che mi sono sembrati differenti dai precedenti, ed allora io ho chiesto all’angelo chi fossero costoro. Mi fu detto che costoro erano quei credenti che sulla terra facevano parte di chiese, i quali avevano posseduto beni materiali in abbondanza ma non avevano pensato che fra loro ci fossero dei poveri e quindi si trovavano là’

 

? Bernada Fernandez racconta come il Signore la portò a vedere l’inferno, e come vi vide anche un giovane che aveva evangelizzato ma che aveva rifiutato il Vangelo, ecco le sue parole: ‘….. Credevo che mi portasse in Cielo, perché avevo la certezza della mia salvezza, ma noi scendemmo in un tunnel nel cuore della terra. E ci avvicinammo ad un certo luogo, si sentiva un odore pestilenzioso, qualche cosa che mi faceva orrore. Mi girai verso il Signore, e gli dissi: — Non voglio andare in questo posto. Con una voce molto forte, il Signore mi rispose: — È necessario che tu vada prima. Bisogna che tu veda cosa c’é in questo luogo. Noi entrammo. Era un luogo molto oscuro e terribile. Sentivo dei gemiti dove ne parla la Parola di Dio. Oh, Chiesa del Signore ! non potrò mai dimenticarli, miei fratelli cari amati ! Quando noi arrivammo in fondo al tunnel, ci sedemmo sopra una roccia, e il Signore mi disse: — Guarda ! Dinanzi a me, si estendeva questo terribile spettacolo dell’inferno, dei corpi che si lamentavano, delle urla terribili. Laggiù, ognuno pensa a sé, nessuno si occupa di nessuno. Non c’é nient’altro che pianti, lamenti e odio. Quest’inferno è talmente reale ! Non è un racconto, come molti credono, né un’invenzione della Chiesa di Gesù Cristo. Io piangevo, piangevo, guardando il Signore, Egli mi disse: —

 
03 Settembre 2013

Noi, docili cretini cerebrolesi: avvelenati da cibo e farmaci

Noi, docili cretini cerebrolesi: avvelenati da cibo e farmaci

 

 

Noi, docili cretini cerebrolesi: avvelenati da cibo e

farmaci

Avvelenati per decenni dal cibo e dai farmaci, per costruire una società di automi. E'

la tesi di Roberto Marocchesi, basata su ricerche che studiano gli effetti neurologici

dell'assunzione di sostanze chimiche contenute negli alimenti e nei medicinali. «Ci

sono più di cinquemila specie di mammiferi sul pianeta, ma solo una di loro è

"pazza"»: solo l'homo sapiens «volutamente avvelena pure i suoi figli, iniettando

tossine e sostanze chimiche neurolesive nella maggior parte dei membri della

specie». Mammiferi, uccelli, rettili e insetti hanno almeno cinque caratteristiche in

comune: nessuno di loro mangia alimenti trasformati, assume farmaci, contamina

la prole con vaccini tossici tenuti insieme da prodotti chimici nascosti, pratica

l'agricoltura meccanizzata chimica e la monocoltura. E nessuno di loro, ovviamente,

filtra la realtà in modo artificiale attraverso la Tv o Internet. L'uomo, invece, «la

specie più folle del pianeta», s'impegna abitualmente in tutte e cinque queste cose,

«avvelenando il corpo, la mente e i propri figli con metalli pesanti, pesticidi,

mercurio, conservanti, farmaci che alterano la mente, solventi chimici, Ogm e deliri

di programmazione mentale».

Oggi, scrive Roberto Marocchesi su "La Voce del Ribelle", in un intervento ripreso

da "Come Don Chisciotte", la nostra società è dominata da immagini

di «pervertiti affamati di potere, bugiardi

patologici al potere, artisti squilibrati balbettanti idiozie inneggianti a Satana come

Lady Gaga, giornalisti semi-comatosi che leggono il telegiornale della sera o il nuovo

canale Tt che ospita gente che va predicando l'infanticidio chiamandolo "aborto

post-natale"». Per l'autore, la causa della "follia collettiva" non è nient'altro che

«veleno: fisico, chimico, biologico». Gli esseri umani? «Si stanno avvelenando a

morte». Esempio: «Il nostro cibo è volutamente riempito di veleni chimici per farlo

sembrare più vivace (nitrito di sodio), o più sapido (Msg-glutammato), o per durare

più a lungo sugli scaffali (conservanti vari)». Quanto ai farmaci, «sono riempiti con

molecole di fluoro per renderli altamente reattivi per le cellule cerebrali (Ssri)». Per

non parlare dei vaccini: «Son formulati con tracce di mercurio e adiuvanti metilici

che danneggiano il cervello, a provocare una risposta "infiammatoria" nel sistema

immunitario che avviene anche per causare autismo, convulsioni e danni cerebrali».

Atroce la devastazione dell'ambiente: «I nostri prati sono irrorati con veleni sintetici

che causano il morbo di Alzheimer e la depressione». L'acqua potabile? «E'

utilizzata come discarica di rifiuti tossici da smaltire: fluoro e composti chimici che

altrimenti avrebbero dovuto essere trattati come rifiuti tossici». Gli alimenti destinati

al consumo umano, continua Marocchesi, sono «intenzionalmente privati della

maggior parte dei minerali, vitamine e sostanze nutrienti per promuovere la malattia

massima, mentre alimenti destinati al consumo animale son fortificati con minerali,

vitamine e sostanze nutrienti per promuovere l'ingrasso ottimale». Quindi: «Se non ti

rendi conto che il tuo cibo è spogliato della nutrizione, chiediti perché zucchero e

pane sono entrambi bianchi quando le piante da cui provengono sono verde e

marrone». I media lavorano contri di noi: insegnano al pubblico che la scienza

nutrizionale è inutile, mentre difendono i farmaci come "nutrienti essenziali"

necessari per una vita sana. «Vi è il piombo nei cosmetici, cadmio nel riso, arsenico

nelle alghe, mercurio nei vaccini e alluminio in quasi tutto. La razza umana si sta

pesantemente avvelenando con metalli

pesanti».

Queste tossine, aggiunge Marocchesi, causano danni al cervello. L'effetto

cumulativo di metalli dà intossicazione e avvelenamento da fluoro, da pesticidi, da

vaccini, nonché intossicazione alimentare. Nel loro insieme, «sono un danno

cerebrale biochimico irreversibile». Viviamo in una società in cui il 90% o più della

popolazione ha letteralmente il cervello irreparabilmente danneggiato, sostiene

l'analista. «Questo è il motivo per cui l'irrazionalità è andata aumentando ovunque si

guardi». Ed per questo che «la gente continua a comprare gli stessi veleni», fonte di

intossicazione, «mentre ingoia farmaci», cioè altri veleni, «per mascherare i sintomi

di avvelenamento». ? per questo che il trattamento per il cancro è un cocktail

chimico, la chemioterapia, «che provoca, come effetto secondario superiore, più

cancro». Ed è per questo - insiste Marocchesi - che un sottoinsieme in rapida

espansione della popolazione è «ormai del tutto incapace di leggere, di analizzare le

parole, di parlare in frasi coerenti o persino di impegnarsi in qualcosa di simile a un

discorso razionale».

Le conseguenze di questa "epidemia di danni al cervello" sono sconcertanti,

secondo il blogger del "Ribelle": «Per cominciare, l'intero sistema della giustizia e

della democrazia su cui si fonda la nostra repubblica si suppone riguardi persone

sane di mente. Il concetto sacro di una "giuria di vostri coetanei" dipende dai vostri

concittadini come sani di mente. L'idea del voto agli uffici pubblici richiede anche

elettori sani al fine di raggiungere risultati sani, e il sistema di "libero mercato" del

capitalismo e della scelta del consumatore presuppone che i consumatori sappiano

prendere decisioni razionali per guidare quel mercato. Ma non lo fanno». Per

Marocchesi, i consumatori «hanno il cervello danneggiato, han subìto il lavaggio del

cervello, sono istupiditi e manipolati. Gli elettori sono illusi e intenzionalmente

confusi. Le giurie sono manipolate e male informate. In ogni settore della società,

dove un gruppo di persone sane di mente avrebbe dovuto ripristinare l'equilibrio e la

ragione, ora abbiamo i pazzi alla guida della società. Mai prima, nella storia del

mondo, il carico tossico sull'uomo è stato così

grande (e tragico). Mai prima d'ora l'abisso tra il sano e il folle fu così ampio (e quindi

pericoloso)».

Viviamo in un'epoca in cui la razionalità è estranea alle masse, conclude

Marocchesi, guardando agli Usa: «Non importa nulla agli elettori americani che

Obama ha violato ogni singola promessa elettorale, compresa l'etichettatura degli

Ogm, la chiusura di Guantanamo, la riduzione del deficit del bilancio federale,

migliorare la trasparenza del governo, offrire a prezzi accessibili l'assistenza

sanitaria sociale e la protezione della Costituzione». Il presidente «ha gravemente

violato ognuna di queste promesse, ma i suoi sostenitori in qualche modo

continuano a credere in lui: tale convinzione è del tutto irrazionale, incomprensibile».

Ma questo atteggiamento «non è più pazzo di coloro che ciecamente appoggiarono

l'amministrazione di Bush, o di Clinton, o di qualsiasi altro». Infatti, «sostenitori

ciechi hanno in comune il fatto d'avere il sistema cerebrale danneggiato e quindi

non in grado di pensare razionalmente».

La situazione, sostiene sempre il "Ribelle", è diventata così perversa che chi

presenta almeno una traccia di razionalità è immediatamente e pubblicamente

disprezzato: «Quelli che vedono il crollo economico imminente sono ampiamente

ridicolizzati come incompetenti di economia e finanza». Idem quelli che «vedono la

rapida costruzione dello Stato di Polizia»: diventano "teorici della cospirazione". E

quelli che «espongono i pericoli degli Ogm o la criminalità del settore farmaceutico»

vengono bollati come elementi "anti-scienza", solo perché «non vogliono essere

ingannati dalle ciarlatanerie della scienza-dogma del settore biotecnologico

prostituita a fini di lucro». Per contro, «solo le persone con danni cerebrali sono

ormai considerate "normali"». E, secondo Marocchesi, «quando l'incidenza di danni

al cervello attraverso la società è così diffusa che chi

presenta un comportamento intelligente viene

evitato come un emarginato, la società è già nella sua fase finale del collasso».

Adulti che gestivano la società nel 1950 erano stati nutriti con "cibi reali" negli anni

'20 e '30 del Novecento. «Quei cibi consistevano, in larga parte, di alimenti freschi

del giardino o coltivati localmente», gli Ogm non esistevano ancora e i "vaccini

tossici" erano appena agli inizi. Pochi gli additivi chimici, mentre i farmaci venivano

somministrati solo a persone malate, e non all'intera popolazione. «Come risultato,

la maggior parte delle persone che vivevano nel 1950 ha cercato di essere sana e

intelligente. Molti erano geni di fatto per gli standard odierni. La matematica della

scuola elementare nel 1950 seguiva programmi che, oggi, sono nei corsi

universitari: l'algebra e la geometria di base, per esempio. A dieci anni i bambini nel

1950 potevano leggere romanzi classici. I ragazzi di oggi riescono a malapena a

leggere fumetti». Ingegneri e scienziati del 1950 sono stati brillanti: «Con niente di

più che semplici regoli calcolatori, potevano eseguire matematica di alto livello che

umilierebbe i professori universitari di oggi. Ma gli scienziati di oggi sono spesso

solo "executive" aziendali vomitanti scienza fraudolenta sui farmaci brevettati o semi

Ogm».

Alla fine degli anni ‘40 e per tutti i ‘50, Big Food «cominciò a sfornare alimenti

impoveriti di nutrienti a un ritmo mai visto prima nella storia della civiltà umana».

Così, «i ragazzi del 1960 hanno avuto alimenti impoveriti ma sapidi - le cose

avevano il sapore ma mancava un vero nutrimento». Con il 1970, continua

Marocchesi, erano tutti a mangiare pane bianco, zucchero raffinato e altri non-cibi.

«Con gli anni ‘80, gli americani erano ormai allevati con questi cibi-imitazione, che li

rese sciatti e pigri, e nei ‘90 sono diventati deliranti», fino al boom del ".com", «che

divenne ben presto un'icona». Con l'inizio del 2000, l'America «era completamente

entrata in modalità "danni cerebrali"», ulteriormente esacerbata con l'arrivo del nano

George W. Bush, «il primo presidente Usacompletamente cerebroleso», uno che

«aveva difficoltà nel completare frasi o pensieri: ciò che apparentemente ha fatto di

lui un uomo così popolare è il fatto che gli elettori condividevano la stessa disabilità

cognitiva».

I bambini cresciuti nei primi anni '90 «tra farmaci e cibi spazzatura» sono ormai i

giovani elettori della società. «Sono sostenitori di Obama, e sono pesantemente

danneggiati dai metalli, i pesticidi, i vaccini, gli Ogm e le sostanze chimiche di

sintesi». Questa generazione, secondo Marocchesi, è «del tutto incapace di

imparare» o di «afferrare concetti fondamentali di matematica, storia, scienze o

anche la lingua». Manovalanza per nuove schiavitù di massa: «Funzionalmente

analfabeti e cognitivamente annullati, sono i nuovi "lavoratori zero-class" su cui si

basa l'economia di Obama: non hanno competenze, sono demotivati e senza

nessun valore per la società che non sia una semplice abilità di lavoro manuale, che

sarà presto sostituita da robot umanoidi». La residua sovranità elettorale? Un alibifarsa,

per reiterare il potere di delega conferito alla Casa Bianca. «Han chiamato

queste persone "elettori scarsamente informati", ma è solo vero a metà: non sono

soltanto a bassa informazione, sono clinicamente cerebrolesi», dal momento che,

sempre secondo il blogger del "Ribelle", «non gli entra

niente: i cervelli non possiedono più la

neurologia per archiviare, elaborare e recuperare informazioni significative».

Testualmente: «Non sono più funzionanti membri di una società civilizzata».

Per Marocchesi, «siamo circondati da masse di cerebrolesi». In più, «queste

persone sono ovunque intorno a te, sedute nel tuo consiglio comunale, prendendo il

tuo ordine al ristorante, a girare carte in qualche ufficio, versando cemento per la

vostra prossima casa, e persino intente a diagnosticare nella clinica locale. Essi

sono la società che vedete intorno a voi, e sono la ragione per cui la società si sta

sgretolando». Sono vittime, naturalmente: «Vittime del micidiale dogma

"scientifico"» corroborato da «sostanze chimiche, Ogm, farmaci da presa in giro e

vaccini tossici». Problema: ormai il danno è così diffuso e così vasto che «la società

non potrà mai recuperare». Apocalisse: «Con le masse lobotomizzate, la società

tocca il fondo e ne conseguirà una moria di massa». Marocchesi vede un futuro da

sopravvissuti: quando l'intelligenza razionale tornerà di moda, tra dieci o vent'anni,

«sarete testimoni della rinascita di una civiltà che risorge dalle ceneri», cioè dal

«collasso globale» provocato da una «neurologia difettata». La "lezione"? Non

sottovalutare, mai, il potenziale politico dell'alimentazione: «Quando il cibo non è più

nutriente, ma un vettore di veleno, la società non può sopravvivere».

Fonte: http://www.libreidee.org

Assad: il brutale dittatore che ha quadruplicato il Pil e dimezzato disoccupazione in Siria

L’informazione è spesso ridotta a manicheismo. Luce e ombra. O sei un eroe o sei un brutale dittatore. Bashar Al Assad rientra nella seconda categoria. Basta leggere i giornali per esserne convinti. Lo dice anche il segretario di Stato Usa, John Kerry. Assad ha usato le armi chimiche, Assad è come Hitler e Saddam.

Kerry dimentica che, quando Saddam uccise migliaia di esseri umani con le armi chimiche negli anni ’80, lo fece con la complicità degli Usa.

Anche Erdogan, premier della Turchia, sembrerebbe considerare Assad come un Hitler colpevole di usare armi chimiche e spinge per un deciso intervento militare in Siria (“Non può trattarsi di un attacco-lampo della durata di 24 ore”).

Erdogan dimentica che nel 2010 lui stesso usò armi chimiche contro i curdi.

Ma Kerry non disse: “Erdogan è come Hitler”. E Obama non parlò di linee rosse superate.

Il premier turco denuncia da tempo l’utilizzo da parte di Assad di armi chimiche: “Ci sono pazienti che arrivano nei nostri ospedali che hanno ferite da armi chimiche“.

Ferite da armi chimiche? Secondo Kerry, Assad avrebbe usato il Sarin, un gas nervino che non provoca ferite e ustioni come i gas urticanti.

Erdogan evidentemente si confonde con le armi chimiche usate da lui, del genere che lascia segni visibili (FOTO).

Kerry ed Erdogan avrebbero dovuto farsi una chiacchierata. Torna utile per evitare di contraddirsi.

Bertrand Russell spiegava che bisogna giudicare basandosi sempre sui fatti e non su quello che ci piace o ci conviene di più credere. I fatti dicono che non è stato ancora dimostrato l’uso di armi chimiche in Siria e che, cosa più importante, nel caso in cui fossero state usate l’Onu ammette che non è possibile stabilire chi è il responsabile.

Altri due fatti.

Bashar Al Assad, il brutale dittatore giunto al potere nel 2000, ha quadruplicato il Pil della Siria in 10 anni grazie a sostanziali riforme economiche di apertura agli investitori stranieri. Avete capito bene: dai circa 15 miliardi di dollari del 1999, il Pil della Siria è giunto a quasi 60 miliardi del 2010.

Forse di questo aumento di Pil hanno beneficiato soltanto i ricchi e i potenti? Potrebbe essere, ma il secondo dato ci fa credere che sia andata bene anche al popolo: la disoccupazione della Siria, sotto il governo di Assad, si è più che dimezzata scendendo dal 20% del 2000 all’8.3% del 2010. Più bassa che in Italia (attualmente oltre il 12%).

Ma evitiamo il manicheismo! Con i suddetti dati non voglio farvi ora credere che Assad sia un eroe, cadendo nello stesso errore di chi vuol farvi credere che sia un dittatore spietato.

Voglio invece farvi una domanda.

E’ credibile che il popolo di un Paese in evidente crescita economica voglia morire in una guerra civile? Parliamoci chiaro: il popolo non si ribella per motivi ideologici. Il  popolo si ribella contro chi lo affama. Non contro chi dimezza i disoccupati.

La tesi alternativa alla rivolta popolare è che la “guerra civile” in Siria sia in realtà fra Assad e truppe di mercenari finanziati da altre nazioni. Così la pensa Mimmo Srour, politico italiano di origine siriana: leggete la sua intervista alla giornalista Clara Salpietro e giudicate voi se è più o meno credibile della versione di Kerry, Erdogan e Obama.

 
29 Agosto 2013

curarsi dal cancro naturalmente si puo'!!!!!!!

La causa primaria del Cancro.

Pochissime persone in tutto il mondo lo sanno, perché questo fatto è nascosto dall'industria farmaceutica e alimentare.

Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro.

Proprio così. Ha trovato la causa primaria del cancro e ha vinto il Premio Nobel.

Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico e di uno stile di vita anti-fisiologico.

Perché? Poiché sia con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l'inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido.

 

(Nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule.)

L'acidosi cellulare causa l'espulsione dell'ossigeno

La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido.

Egli ha detto: "La mancanza di ossigeno e l'acidità sono due facce della stessa medaglia:. Se una persona ha uno, ha anche l'altro"

Cioè, se una persona ha eccesso di acidità, quindi automaticamente avrà mancanza di ossigeno nel suo sistema.

Se manca l'ossigeno, avrete acidità nel vostro corpo.

Egli ha anche detto:

"Le sostanze acide respingono ossigeno, a differenza delle alcaline che attirano ossigeno."

Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.

Egli ha dichiarato:

 "privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore e' possibile convertirla in un cancro"

 "Tutte le cellule normali, hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza ossigeno". (Una regola senza eccezioni.)

 "I tessuti tumorali sono acidi, mentre i tessuti sani sono alcalini.""

Nella sua opera "Il metabolismo dei tumori," Otto ha mostrato che tutte le forme di cancro sono caratterizzate da due condizioni fondamentali: acidosi del sangue (acido) e ipossia (mancanza di ossigeno).

Ha scoperto che le cellule tumorali sono anaerobiche (non respirano ossigeno) e non possono sopravvivere in presenza di alti livelli di ossigeno.

Le cellule tumorali possono sopravvivere soltanto con glucosio e in un ambiente privo di ossigeno.

Pertanto, il cancro non è altro che un meccanismo di difesa che ha alcune cellule del corpo per sopravvivere in un ambiente acido e privo di ossigeno.

In sintesi:

Le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il normale funzionamento.

Le cellule tumorali vivono in un ambiente acido e carente di ossigeno.

Importante:

Una volta terminato il processo digestivo, gli alimenti, a secondo della qualità di proteine, carboidrati, grassi, vitamine e minerali, forniscono e generano una condizione di acidità o alcalinità

nel corpo. in altre parole ..... dipende unicamente da ciò che si mangia.

Il risultato acidificante o alcalinizzante viene misurato con una scala chiamata PH, i cui valori vanno da 0 a 14, al valore 7 corrisponde un pH neutro."

E ‘importante sapere come gli alimenti acidi e alcalini influiscono sulla salute, poiché le cellule..per funzionare correttamente dovrebbe essere di un ph leggermente alcalino(poco di sopra al 7).

In una persona sana, il pH del sangue è compreso tra 7.4 e 7.45.

Se il pH del sangue di una persona inferiore 7, va in coma

Gli alimenti che acidificano il corpo:

* Lo zucchero raffinato e tutti i suoi sottoprodotti. (E' il peggiore di tutti: non ha proteine, senza grassi, senza vitamine o minerali, solo carboidrati raffinati che schiacciano il pancreas)

Il suo pH è di 2,1 (molto acido)

* Carne. (Tutte)

* Prodotti di origine animale (latte e formaggio, ricotta, yogurt, ecc)

* Il sale raffinato.

* Farina raffinata e tutti i suoi derivati. (Pasta, torte, biscotti, ecc)

* Pane. (La maggior parte contengono grassi saturi, margarina, sale, zucchero e conservanti)

* Margarina.

* Antibiotici * e medicine in generale.

* Caffeina. (Caffè, tè nero, cioccolato)

* Alcool.

* Tabacco. (Sigarette)

Antibiotici * e medicina in generale.

* Qualsiasi cibo cotto. (la cottura elimina l'ossigeno aumentando l'acidita' dei cibi")

* Tutti gli alimenti trasformati, in scatola, contenenti conservanti, coloranti, aromi, stabilizzanti, ecc.

Il sangue si ‘autoregola' costantemente" per non cadere in acidosi metabolica garantire il buon funzionamento e ottimizzare il metabolismo cellulare.

Il corpo deve ottenere delle basi minerali alimentari per neutralizzare l'acidità del sangue nel metabolismo, ma tutti gli alimenti già cita

(Per lo più raffinati) acidificano il sangue e ammorbidiscono il corpo.

Dobbiamo tener conto che CON il moderno stile di vita, questi cibi vengono consumati almeno 3 volte al giorno", 365 giorni l'anno e tutti questi alimenti sono anti-fisiologici.

Gli alimenti alcalinizzanti:

* Tutte le verdure crude. (Alcune sono acide al gusto, ma all'interno del corpo avviene una reazione è alcalinizzante.". Altre sono un po acide, tuttavia, forniscono le basi necessarie per il corretto equilibrio)

Verdure crude producono ossigeno, quelle cotte no.

* I Frutti, stessa cosa. Ad esempio, il limone ha un pH di circa 2,2, tuttavia, all'interno del corpo ha un effetto altamente alcalino. (Probabilmente il più potente di tutti)

(non fatevi ingannare dal sapore acidulo)

* I frutti producono abbastanza ossigeno.

* Alcuni semi, come le mandorle sono fortemente alcalini.

* I cereali integrali:

L'unico cereale alcalinizzante è il miglio. Tutti gli altri sono leggermente acidi, tuttavia, siccome la dieta ideale ha bisogno di una percentuale di acidità, è bene consumarne qualcuno.

Tutti i cereali devono essere consumati cotti.

Il miele è altamente alcalinizzante.

* La clorofilla la pianta è fortemente alcalina.

(Da qualsiasi pianta) (in particolare aloe vera, aloe noto anche come)

* L'acqua è importante per la produzione di ossigeno.

"La disidratazione cronica è la tensione principale del corpo e la radice della maggior parte tutte le malattie degenerative." Lo afferma il Dott. Feydoon Batmanghelidj.

* L'esercizio ossigena tutto il corpo.

"Uno stile di vita sedentario usura il corpo."

L'ideale è avere una alimentazione di circa il 60% alcalina piuttosto che acida, e, naturalmente, evitare i prodotti maggiormente acidi, come le bibite, lo zucchero raffinato e gli edulcoranti.

Non abusare del sale o evitarlo il più possibile.

Per coloro che sono malati, l'ideale è che l'alimentazione sia di circa 80% alcalina, eliminando tutti i prodotti più nocivi.

Se si ha il cancro il consiglio è quello di alcalinizzare il piu' possibile."

Inutile dire altro, non è vero?

Dr. George W. Crile, di Cleveland, uno dei chirurghi più rispettati al mondo, dichiara apertamente:

"Tutte le morti chiamate naturali non sono altro che il punto terminale di un saturazione di acidità nel corpo."

Come precedentemente accennato, è del tutto impossibile per il cancro di comparire in una persona che libera il corpo dagli acidi con una dieta alcalina, che aumenta il consumo di acqua pura e che eviti i cibi che producono acido.

In generale, il cancro non si contrae e nemmeno si eredita. Ciò che si eredita sono le abitudini alimentari, ambientali e lo stile di vita. Questo può produrre il cancro.

Mencken ha scritto:

"La lotta della vita è contro la ritenzione di acido".

"Invecchiamento, mancanza di energia, stress, mal di testa, malattie cardiache, allergie, eczema, orticaria, asma, calcoli renali, arteriosclerosi, tra gli altri, non sono altro che l'accumulo di acidi".

Dr. Theodore A. Baroody ha detto nel suo libro "Alcalinizzare o morire" (alcaline o Die):

». In realtà, non importa i nomi delle innumerevoli malattie Ciò che conta è che essi provengono tutti dalla stessa causa principale:. Molte scorie acide nel corpo"

 

 

 

Dr. Robert O. Young ha detto:

"L'eccesso di acidificazione nell'organismo è la causa di tutte le malattie degenerative. Se succede una perturbazione dell'equilibrio e un corpo inizia a produrre e

immagazzinare più acidità e rifiuti tossici di quelli che è in grado di eliminare allora le malattie si manifestano."

E la chemioterapia?

La chemioterapia acidifica il corpo a tal punto che ricorre alle riserve alcaline del corpo immediatamente per neutralizzare l'acidità tale, sacrificando basi minerali (calcio, magnesio e potassio) depositati nelle ossa, denti, articolazioni, unghie e capelli.

Per questo motivo osserviamo tali alterazioni nelle persone che ricevono questo trattamento e tra le altre cose la caduta dei capelli.

Per il corpo non vuol dire nulla va senza capelli, ma un pH acido significherebbe la morte.

Niente di tutto questo è descritto o raccontato perché, per tutte le indicazioni, l'industria del cancro (leggi: industria farmaceutica) e la chemioterapia sono alcune delle attività più remunerative

che esistano..Si parla di un giro multi-milionario e i proprietari di queste industrie non vogliono che questo sia pubblicato

Tutto indica che l'industria farmaceutica e l'industria alimentare sono un'unica entità e che ci sia una cospirazione in cui si aiuta l'altro al profitto.

Più le persone sono malate, più sale il profitto dell'industria farmaceutica.

E per avere molte persone malate serve molto cibo spazzatura tanto quanto l'industria alimentare produce.

E per avere molte persone malate serve molto cibo spazzatura, tanto quanto ne produce l'industria alimentare.

Quanti di noi hanno sentito la notizia di qualcuno che ha il cancro e qualcuno dire: "... Può capitare a chiunque ......"

No, non poteva!

"Che il cibo sia la tua medicina, la medicina sia il tuo cibo".

Ippocrate (il padre della medicina )

Tratto da: http://pmbeautyline.wordpress.com/2012/10/21/la-causa-primaria-del-cancro/

 
28 Agosto 2013

Rino Gaetano, probabilmente assassinato dai poteri forti. I suoi messaggi in bottiglia

Rino Gaetano, probabilmente assassinato dai poteri forti. I suoi messaggi in bottiglia Questa notizia si sta diffondendo a macchia d'olio sul web. Pare che il famoso cantante Rino Gaetano sia stato assassinato, un delitto camuffato da incidente. Un grande artista che si era ribellato al sistema e che perciò doveva morire. Ribellarsi ai poteri forti ed occulti è quasi impossibile. Il potere ha in mano tutti i modi per liberarsi dalle "persone scomode". Questo potere malefico, in mano a menti sataniche, ha ormai raggiunto una incredibile perfezione per eliminare tutti coloro che si ribellano al sistema che esso costruisce. Trovare le prove contro questi assassini è difficile, ma chi è caparbio riesce a trovare il modo ed attraversare la fitta rete che protegge questi criminali, e scoprire i loro crimini. Le persone che si ribellano a questi poteri occulti aumentano sempre di più, grazie anche al web che permettere di comunicare e diffondere notizie tenute nascoste per lungo tempo. Molti cascano nella trappola di questa gentaglia. Le promesse che ti fanno sono allettanti: potere, denaro, conoscenza dei meccanismi reali del potere. Ma il conto è salato, perché non si è più liberi di fare ciò che si vuole, e si è in costante stato di ricatto. In realtà alcuni provano a ribellarsi. Però chi si ribella muore. La lista delle persone che si sono ribellate e che poi sono state ammazzate è lunghissima: Enrico Mattei, Aldo Moro, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Ilaria Alpi... C'è chi si ribella attraverso la musica come ha fatto Rino Gaetano e chi lo fa in modo più strano mandando messaggi in bottiglia, sperando che questo tipo di denuncia faccia il suo effetto.

Rino Gaetano

Dal blog di Paolo Franceschetti (http://paolofranceschetti.blogspot.it/2008/12/blog-post.html) Ricordo un'archiviazione vergognosa che aveva a che fare con un soggetto che si era suicidato con "una coltellata sulla schiena". Il magistrato archiviò dicendo delle cose che li per li mi parvero incomprensibili; mischiava citazioni di Dante a frasi demenziali del tipo "la prova che si sia trattato di un suicidio è nel fatto che sul coltello piantato nella schiena furono trovate le impronte digitali della vittima". Dopo anni di rabbia in cui non capivo l'assurdità di quel provvedimento, ho capito che la citazione di Dante era un chiaro riferimento alla legge del contrappasso, utilizzata dalla Rosa Rossa per i suoi omicidi. Mentre con la frase in cui parlava delle impronte digitali voleva dire esattamente il contrario.... Tra l'altro fu uno dei provvedimenti il cui studio e la cui lettura approfondita mi hanno permesso di arrivare alla regola del contrappasso da noi descritta negli articoli sull'omicidio massonico. A mio parere si trovano molti messaggi in bottiglia anche in molti libri, articoli di giornale, e opere attuali, ma evitiamo di indicarli per non mettere in pericolo le persone coinvolte.  Rino Gaetano era una di queste persone che si erano ribellate al sistema in modo vistoso. Non poteva denunciare il sistema direttamente, perchè non gli avrebbe dato voce nessuno, allora lasciò una serie di tracce nelle sue canzoni, che sarebbero state raccolte dalle generazioni successive. Rino Gaetano ci parla della Rosa Rossa, dei crimini commessi dai potenti, dei meccanismi segreti di questa associazione e dei loro metodi. Vediamone qualcuna. 
Le canzoni.C'è un album di Rino, in particolare, che pare dedicato proprio alla Rosa Rossa. Nello stesso album, infatti troviamo ben tre canzoni: Rosita, Cogli la mia Rosa d'amore, e Al compleanno della zia Rosina. Una trilogia a nostro parere non casuale.
In Rosita ci dice che la Rosa Rossa, quanto te la presentano, sembra bellissima... onori, gloria, soldi, potere... poi però un giorno scopri la verità. E allora la tua vita cambia completamente perchè sei in trappola.
Ieri ho incontrato Rosita, perciò questa vita valore non ha,
Come era bella rosita di bianco vestita più bella che mai.


Nella canzone "Al compleanno della zia Rosina" ci spiega che nel linguaggio criptato della Rosa Rossa, Santa Rita è in realtà la Rosa Rossa; e ci spiega che un giorno capiranno che sta svelando questi messaggi, e quindi lo uccideranno.
La vita la vita, e Rita s'è sposata, al compleanno della zia Rosina.
Vedo già la mia salma portata a spalle da gente che bestemmia e che ce l'ha con me.
Questa frase apparentemente incomprensibile vuole dire probabilmente che gli appartenenti alla massoneria rosacrociana della Rosa Rossa al suo funerale porteranno a spalla la sua bara (ai funerali delle vittime i mandanti sono sempre presenti tra i partecipanti); ma bestemmieranno, perchè in realtà una caratteristica della massoneria della Rosa Rossa è di stravolgere i simboli e i riti Cristiani per interpretarli al contrario.
Infine, in "Cogli la mia rosa d'amore" lancia un messaggio molto chiaro: cogli la mia rosa d'amore, regala il suo profumo alla gente; cogli la mia rosa di niente.
Non credo sia un caso anche il titolo del disco: "mio fratello è figlio unico", perché sapeva che questo scherzetto gli sarebbe costato la vita.

Nella canzone "Nun Te Reggae più" parla della spiaggia di Capocotta. E, ad un concerto, disse: "C'è qualcuno che vuole mettermi il bavaglio. Io non li temo. Non ci riusciranno. Sento che in futuro le mie canzoni saranno cantate dalle prossime generazioni. E che grazie alla comunicazione di massa, capiranno cosa voglio dire questa sera! Apriranno gli occhi e si chiederanno cosa succedeva sulla spiaggia di Capocotta". Vediamo cosa succedeva nella spiaggia di Capocotta, prendendo le notizie da Wikipedia. La spiaggia di Capocotta.
OMICIDIO DI WILMA MONTESI (1953, vigilia di Pasqua). La vicenda coinvolse il musicista Piero Piccioni, figlio del vicepresidente del consiglio della DC, e altri noti esponenti della nobiltà, politici e personaggi famosi... Inizialmente fu presa in considerazione l'ipotesi di un banale incidente, ipotesi che fu considerata attendibile dalla polizia, e il caso venne chiuso. I giornali, L'Espresso su tutti, invece si mostravano scettici.
Il Roma, quotidiano monarchico napoletano, il 4 maggio cominciò ad avanzare l'ipotesi di un complotto per coprire i veri assassini, che sarebbero stati alcuni potenti personaggi della politica; l'ipotesi presentata nell'articolo Perché la polizia tace sulla morte di Wilma Montesi? a firma Riccardo Giannini ebbe largo seguito.
A capo di questa campagna stampa, vi erano prestigiose testate nazionali, quali Corriere della Sera e Paese Sera, e piccole testate scandalistiche, quali Attualità, ma la notizia si diffuse su quasi tutte le testate locali e nazionali.
Il 24 maggio del 1953 un articolo di Marco Cesarini Sforza pubblicato sul giornale comunista Vie Nuove creò molto scalpore: uno dei personaggi apparsi nelle indagini e presumibilmente legati alla politica, sinora definito "il biondino", venne identificato con Piero Piccioni.
Piccioni era un noto musicista jazz (col nome d'arte Piero Morgan), fidanzato di Alida Valli e figlio di Attilio Piccioni, il Vicepresidente del Consiglio, Ministro degli Esteri e massimo esponente della Democrazia Cristiana.
Il nome di "biondino" era stato attribuito al giovane da Paese Sera, in un articolo del 5 maggio, in cui si raccontava di come il giovane avesse portato in questura gli indumenti mancanti alla ragazza assassinata. L'identificazione con Piero Piccioni era un fatto noto a tutti i giornalisti, ma nessuno ne aveva mai svelata l'identità al grande pubblico. Su Il merlo giallo, testata neofascista, era addirittura apparsa già ai primi di maggio una vignetta satirica in cui un reggicalze veniva portato in questura da un piccione, un chiaro riferimento al politico e al delitto.
La notizia suscitò clamore perché venne pubblicata poco prima delle elezioni politiche del 1953.
Piero Piccioni querelò per diffamazione il giornalista e il direttore del giornale, Fidia Gambetti. Cesarini Sforza venne sottoposto ad un duro interrogatorio. Lo stesso PCI, movimento di riferimento del giornale e unico beneficiario dello scandalo, disconobbe il giornalista, che venne accusato di "sensazionalismo" e minacciato di licenziamento. (QUINDI ANCHE LO STESSO PCI SEMBRA VOLER COPRIRE E INSABBIARE TUTTO... CHISSA' COME MAI?)
Nemmeno sotto interrogatorio Cesarini Sforza citò mai direttamente il nome della fonte da cui ufficialmente veniva la notizia, limitandosi ad affermare che provenisse da "ambienti dei fedeli di De Gasperi".
Anche il padre del giornalista, un influente docente di filosofia all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", suggerì al figlio di ritrattare, consiglio vivamente sostenuto anche dal celeberrimo "principe del foro" Francesco Carnelutti che aveva preso le parti dell'accusa per conto di Piccioni.
L'avvocato di Sforza, Giuseppe Sotgiu (già presidente dell'Amministrazione provinciale di Roma ed esponente del PCI) si accordò col collega e il 31 maggio, Cesarini Sforza fu costretto a ritrattare le sue affermazioni. Come ammenda, versò 50 mila lire in beneficenza alla Casa di amicizia fraterna per i liberati dal carcere, ed in cambio Piccioni fece cadere l'accusa.
Il 6 ottobre 1953, sul periodico scandalistico Attualità, il giornalista e direttore della testata Silvano Muto pubblicò un articolo, La verità sul caso Montesi. Muto aveva condotto un'indagine giornalistica nel "bel mondo" romano, basandosi sul racconto di una attricetta ventitreenne che sbarcava il lunario facendo la dattilografa, tal Adriana Concetta Bisaccia. La ragazza aveva raccontato al giornalista di aver partecipato con Wilma ad un'orgia, che si sarebbe tenuta a Capocotta, presso Castelporziano e non distante dal luogo del ritrovamento. In quell'occasione avevano avuto modo di incontrare alcuni personaggi famosi, principalmente nomi noti della nobiltà della capitale e figli di politici della giovane Repubblica Italiana.
Continuano ad essere ritrovati corpi di donne su quella spiaggia.
Forse è questo che voleva dire Rino. Non si riferiva solo al caso Montesi, ma a decine di altri casi che evidentemente continuano a verificarsi a Capocotta... O forse voleva dire che è una situazione "emblematica" di tutto quello che succede in Italia. Ma sono solo nostre deduzioni. Potremmo continuare perchè ci sono altre canzoni molto più significative e piene di messaggi, come Gianna. Ma terminiamo qui perchè per capire queste canzoni occorre avere una conoscenza specifica di determinati fatti e situazioni. Forse però non molti sanno che la canzone Nuntereggaepiù, che nomina molti personaggi della politica, dello spettacolo, dello sport, della televisione... è stata censurata. Inizialmente infatti l'elenco conteneva, tra gli altri, i nomi del finanziere Nino Rovelli, del banchiere Ferdinando Ventriglia, di Camillo Crociani (scandalo Lockheed e loggia P2), di Amintore Fanfani, di Guido Carli... e persino di Aldo Moro e Michele Sindona. Questi nomi vennero cancellati dal testo della canzone. Evidentemente perché ancora più scomodi di quelli che furono lasciati. Un personaggio come Rino non poteva vivere a lungo, e perse infatti la vita il 2 giugno del 1981 in un incidente d'auto. Poco tempo prima, come abbiamo già raccontato altrove, aveva avuto un incidente analogo, ma si era salvato. Aveva ricomprato un' auto identica ed ebbe un incidente dello stesso tipo; morì non tanto per l'incidente in sè, quanto per il ritardo con cui fu curato perchè negli ospedali della zona nessuno volle accoglierlo. Ben 5 ospedali si rifiutarono di curarlo, così come lui aveva scritto in una sua canzone, La ballata di Renzo. Cioè, è stata applicata ,nel suo caso la regola del contrappasso di cui ci siamo occupati in altri articoli. La ballata di Renzo è un brano inedito, di cui peraltro si scoprì l'esistenza solo qualche anno fa. Dunque, all'epoca, solo gli "addetti ai lavori" (i produttori e le persone che lavoravano insieme al cantante) erano a conoscenza di quel brano. E solo chi conosceva la canzone poteva fare in modo che si realizzasse nella pratica, e in modo così dettagliato. Quando qualche anno fa uscì la notizia della scoperta del brano inedito, i media si affrettarono subito a definirla una "profezia". I giornali scrissero che ne La ballata di Renzo "Rino aveva previsto e messo in musica, dieci anni prima, la propria morte". Ma sarebbe invece più oppurtuno affermare il contrario: la morte del cantautore è avvenuta esattamente come nella sua canzone non perché quel brano fosse una profezia, ma perché qualcuno l'ha usata per applicare la regola del contrappasso.

Il film
Di recente la RAI ha prodotto un film su Rino Gaetano.
Vediamo cosa dice la presentazione ufficiale del film sul sito Rai. "
Ci sono film su personaggi della musica che riescono a descrivere compiutamente lo spirito di un'epoca. È questo l'obiettivo della fiction Rino Gaetano. Ma il cielo è sempre più blu, una produzione Rai Fiction realizzata da Claudia Mori per la Ciao Ragazzi.
L'interesse per Rino Gaetano e per la sua musica si è riacceso negli ultimi anni, soprattutto tra i giovani, al punto di farne una figura di culto oltre la sua epoca. La fiction, che racconta in due puntate la sua biografia e la genesi delle canzoni più popolari, è uno spaccato della sua generazione, e trasmette un messaggio che può valicare i confini nazionali italiani, perché ancora oggi modernissimo".

In realtà guardando il film si capisce che è stato scritto al solo scopo di infangare l'immagine del cantautore. La sorella di Rino e la ex fidanzata, intervistate, diranno che il film racconta qualcun altro rispetto al protagonista. Quello non era Rino, non era la storia d'amore tra lui e la fidanzata.
Vediamo perchè.

Anzitutto il film si apre con la scena di lui che sviene per aver bevuto troppo. E si chiude con le immagini di lui, ubriaco, che vaga senza meta alla ricerca di amici che oramai lo hanno abbandonato. Il messaggio è chiaro. Era un ubriacone.

Altre scene salienti del film sono queste:
1) Dopo aver chiesto alla fidanzata di accompagnarlo a Stromboli per scrivere una canzone, dopo alcuni giorni in cui non combinava nulla tranne trattare male gli amici musicisti, e ubriacarsi continuamente, inveisce contro la fidanzata e la tratta male dicendo che non si sente capito 2) Geniale poi come presentano il suo rapporto con le donne. Si fidanza. Mette le corna alla ragazza (Irene) con un altra ragazza, stupenda e che lo adora, di nome Chiara. Irene li scopre a letto e lui che fa? Esce dalla stanza, parla con Irene e le dice "non preoccuparti, era solo una scopata". Poi abbandona Chiara senza dirle una parola nè salutarla, dopo giorni di idillio romantico. Dopo qualche anno incontra nuovamente Chiara. Mette nuovamente le corna alla fidanzata e abbandona nuovamente Chiara, ancora una volta senza una spiegazione e senza una parola. Verso la fine del film, abbrutito dall'alcol e senza una meta, tenta di recuperare il rapporto con Chiara e con Irene (tutte e due in contemporanea), ma entrambe lo abbandonano. Per giunta tenta di baciare Chiara proprio un giorno che lei lo trova ubriaco già al mattino presto. Chiaro è il messaggio: Gaetano era un superficiale. 3) Altrettanto geniale poi come viene delineato il suo rapporto col padre. In una delle scene clou del film lui, all'apice del successo, mostra una casa al padre, ma il padre la rifiuta, perché non vuole la sua elemosina. E lui risponde arrabbiato "ma come, finalmente ora possiamo permetterci una casa come la gente normale e non uno schifoso sottoscala". Il messaggio qui è molto sottile ed è duplice: la gente che vive in un sottoscala non è normale. Un sottoscala fa schifo. Ma dietro a questo messaggio ce n'è un altro, molto più sottile: Gaetano, come tutti, una volta che ha avuto un po' di soldi e si è arricchito, non ha più rispetto per le condizioni della gente più povera che infatti viene definita "non normale". E infatti rinfaccia al padre di essere un poveraccio: "io non volevo diventare come te e ci sono riuscito... non vi voglio più vedere in quel sottoscala schifoso.. e aggiunge: "sei orgoglioso come tutti gli ignoranti". Dopodichè al padre prende anche un infarto. Quando il padre uscirà dall'ospedale Rino ancora una volta lo tratterà malissimo e gli causerà un altro malore. In altre parole, lo descrivono come un pessimo personaggio, indelicato e ignorante che arriva a far ammalare il povero padre.

Altro aspetto curioso del film è che Rino ha una sorella, che nel film però non compare mai. Non compare mai neanche quando, nella parte finale del film, bussa alla porta di tutti gli amici, ubriaco e disperato, lasciato solo da tutti. Strano che Rino quel giorno non abbia pensato di telefonare anche alla sorella no?

Come è strana un'altra circostanza. Rino morì pochi giorni prima del suo matrimonio. Doveva sposarsi. In questo indegno e vergognoso film, invece, l'ultima scena del film mostra lui disperato e abbandonato da tutti. Nessun cenno alla figura della sorella. Nessun cenno al matrimonio, ma anzi, viene presentata una fattispecie completamente opposta.

Insomma, per essere un film che voleva valorizzare la figura del cantautore, la trama presenta tali e tanti inesattezze, buchi ed omissioni, che rimane una sola certezza: che il film è stato fatto unicamente per oscurare le ragioni della sua morte e il valore delle sue canzoni. Per infangarne la memoria quindi. Chi ha prodotto il film, inoltre, ha appositamente evitato di inserire la figura della sorella, forse perchè è l'unica della famiglia rimasta ancora viva, e che avrebbe potuto creare guai giudiziari agli autori del film se la sua immagine fosse apparsa troppo deformata dalla fiction.

In conclusione, cosa rimane dopo la visione del film? L'idea che fosse un ubriacone, anche egoista, non troppo intelligente, che ha scritto canzoni superficiali e senza senso.
Così non ci si stupisce se muore in un incidente. E se un giorno qualcuno dirà che è stato ucciso, la gente dirà: "ucciso? ma come? Era stato un incidente perchè beveva ed era ubriaco". Come succede per Pantani: "era un drogato, si è suicidato". Che poi le perizie abbiano dimostrato che il suo cuore era intatto non conta, per questo mondo dei mass media asservito ad una criminalità senza scrupoli. E che la sorella e la fidanzata di Rino dicano che quello non era Rino, che conta? L'obiettivo è riuscito. Milioni di italiani lo considerano un ubriacone che scriveva canzoni senza senso.

Il film è stato confezionato ad arte probabilmente per screditare la figura di un artista, proprio in un periodo particolare, ovverosia gli anni in cui, a seguito dei delitti del mostro di Firenze, si comincia a parlare della Rosa Rossa e dei suoi delitti.

D'altronde, una bella coincidenza che il film sia prodotto dalla Ciao Ragazzi, società che porta, guarda caso, l'acronimo dei RosaCroce e di Cristian Rosenkreutz (CR). Di recente poi è uscito un dvd "Figlio unico", uscito insieme alla raccolta il 02.11.2007. Giorno dei morti e data a somma 13. Un altro bello scherzetto combinato ai danni di Rino. Tanto per mettere di nuovo una firma, se ce ne fosse bisogno. Il dvd contiene molti filmati, tra cui questo con Morandi:
http://it.youtube.com/watch?v=F3CnwSnhW3E Rino a un certo punto dice: "Io conosco anche il profumo dei ministri". Una frase senza senso per i più. Un non sense, appunto, di quelli tipici di Rino. E invece no. Infatti Morandi si guarda intorno impaurito e cambia subito discorso, spostandosi di nuovo sull'ironia. "Qui non possiamo parlare di ministri, parliamo solo di canzoni. No, ma parliamo della tua ironia".

Ma noi che conosciamo il sistema, riteniamo che il film sia l'ulteriore vittoria di Rino Gaetano. Rino era così grande e così bello, che hanno cercato di distruggerlo anche da morto. Perché indubbiamente le sue canzoni, come del resto aveva predetto anche lui, fanno più paura ora che quando era vivo. Ora infatti le possiamo capire.
E a Venditti che, in questi ultimi tempi, ha affermato che la causa della morte di Rino è stata la cocaina (se ne è ricordato dopo quasi trenta anni) possiamo rispondere una cosa. Strano, Antonello, che ti ricordi dopo tanti anni della cocaina. In realtà la sai bene quale è la verità: lui ha avuto quel coraggio che pochi hanno, di andare contro il sistema fino a farsi uccidere per non rinnegare i suoi ideali. Quel coraggio che molti di quelli che oggi hanno successo certamente non hanno avuto.


La ballata di Renzo Quel giorno Renzo uscì, andò lungo quella strada quando un'auto veloce lo investì quell'uomo lo aiutò e Renzo allora partì verso un ospedale che lo curasse per guarìr. Quando Renzo morì io ero al bar La strada era buia si andò al San Camillo e lì non l'accettarono forse per l'orario si pregò tutti i Santi ma s'andò al San Giovanni e lì non lo vollero per lo sciopero Quando Renzo morì io ero al bar era ormai l'alba andarono al policlinico ma lo si mandò via perchè mancava il vicecapo c'era in alto il sole si disse che Renzo era morto ma neanche al Verano c'era posto Quando Renzo morì io ero al bar, al bar con gli amici bevevo un caffè.

Vi racconto cosa sta accadendo in Siria e perché in Italia non viene detta la verità: a colloquio con Mimmo Srour (siriano)

I CINESI MANGIANO ANCHE I BAMBINI !




....ne avevo gia' parlato dei cinesi che si mangiano i bambini.....

nel mio blog...ora ne parliamo anche qui NOTIZIA SCIOCCANTE: OLTRE I CANI I CINESI MANGIANO ANCHE I BAMBINI !
Non sono bambini grandicelli, ma feti, più spesso feti abortiti. Questa pietanza è molto costosa, è i feti vengono mangiati da gente ricca, o da ginecologi, o amici di ...essi.
Qual è il beneficio a mangiare feti?

Per i cinesi, sarebbe l'elisir di giovinezza e di bellezza per eccellenza. Mangiare un bambino sarebbe una cosa ricca in tutto, come quando si vedono gli animali che mangiano la placenta intorno al loro piccolo per recuperare le forze a notevole velocità. (traffico di placenta umana esiste anche in Cina).

continua a leggere:
http://www.voiceofcongo.net/choc-apres-les-chiens-les-chinois-mangent-aussi-des-bebes

LA NUOVA ITALIA ANTICRISTIANA E SATANISTA ! ! !

LA NUOVA ITALIA ANTICRISTIANA E SATANISTA ! ! !
Una parvenza di Cristianesimo che è peggio dell'anticristianesimo.

Viviamo ormai da troppi anni in una parvenza di cristianesimo, che è quasi peggio dell'anticristianesimo. I nostri governan...ti sono posseduti da satana, ma satana si è abilmente anche infiltrato in Vaticano e sta regnando sovrano.

Questa Chiesa cattolica è ormai nelle mani dell'anticristo. Il Papa non condanna e non scaccia i preti pedoofili, ma li giustifica e li protegge. Un Papa che riceve gli aguzzini della BCE, banca centrale europea, che non si inginocchiano davanti alla sua autorità per baciargli la mano, ma è il Papa stesso ad andare loro incontro.

E l'Italia è ormai alla deriva. Sono passati circa sette secoli da quando Dante Alighieri scrisse quei versi, 76-78, al sesto canto del Purgatorio della Divina Commedia.

"Ahi serva Italia, di dolore ostello,
"nave sanza nocchiere in gran tempesta,
"non donna di province, ma bordello!"

L'Italia è alla deriva, come alla deriva è la nostra Chiesa. Noi non ci riconosciamo più in questa chiesa, che stringe patti perversi con i poteri forti. Noi non riconosciamo più l'autorità di un Papa che stringe la mano ai satanisti, che seminano sofferenza, lacrime, morte.

Col Concilio Vaticano II satana entra in Vaticano e ne diventa la guida. La sede vaticana è totalmente vacante dal 1958, con una sola parentesi di 33 giorni, in cui un vero Papa si oppose a satana ed è per questo che fu ucciso.
video da vedere:
http://www.youtube.com/watch?v=1dcskgTYZ-w




p.s. vi feci presente parlando della bimba Maddy che Barroso è un porco pedofilo......!!! ricordate????

 
27 Agosto 2013

Mario Monti

Le associazioni massoniche: il trait d'union tra le lobby dell'alta finanza che gestiscono le multinazionali - che hanno in mano l'economia globale - ed i governi del mondo. La rete del potere mondiale. Chi è Mario Monti e a quali poteri risponde. Il golpe italiano, chi c'è dietro e quali sono i loro obiettivi.

EDITORIALE A CURA DI ALESSANDRO RAFFA PER
NOCENSURA.COM


Che il nominato premier Mario Monti sia parte integrante dei gruppi di potere che cercano di controllare - o forse, che controllano - il mondo, lo sappiamo bene. Fa parte dell'Aspen Institute, ha preso parte a diverse riunioni del gruppo Bilderberg, e ha ricoperto addirittura il ruolo di "Presidente europeo" della Commissione Trilaterale, estensione del super magnate Rockfeller, braccio destro della potentissima famiglia Rothschild, che ha in mano quasi tutte le banche centrali del mondo. Monti ha ricoperto importanti incarichi (è stato advisor) per la superbanca d'affari USA Goldman Sachs, definita "il miglior posto per produrre denaro che il capitalismo globale sia mai riuscito a immaginare" con una capacità d'investimento di 12.000 miliardi di euro all'anno (il debito pubblico che sta mettendo in ginocchio l'Italia ammonta a poco meno di 2.000 mld di euro) e un valore di oltre un trilione, ovvero un miliardo di miliardi. (1.000.000.000.000.000.000) una banca Goldman Sachs, responsabile di aver mandato sul lastrico svariate decine - se non centinaia - di migliaia di famiglie americane e di altre parti del mondo, in particolare nei paesi poveri che più si prestano alle speculazioni, visto che pur di ingrassare il proprio business, i dirigenti Goldman Sachs non si fanno alcuna remora a speculare sulle carestie, derrate alimentari, sulla povertà della povera gente. Generare profitto: si occupano di questo, all'interno della "super banca", ben 30.000 dipendenti che percepiscono una media di 700.000 dollari all'anno, che grazie ai "premi" riconosciuti a chi è stato particolarmente produttivo possono superare - anche di molto - il milione di dollari. I dirigenti di spicco, ovviamente prendono molto di più, anche oltre 10 volte tanto.

Una Testimonianza da Far Tremare i Polsi


dedicato a tutte quelle donne....femmine che decidono di sopprimere dopo una grande e estasiante scopata

 

progetto blue beam


Il Progetto Blue Beam é un depistaggio?

Posto l’articolo che ieri ha suscitato uno spolverone quando l’amministratore ha deciso di toglierlo per posticiparne l’uscita in un momento più opportuno.
D’accordo con la sua decisione lo postiamo oggi spendendo però quattro parole: prendete l’articolo per quello che é, in quanto abbiamo scoperto essere di provenienza dal sito del Governo Americano (vedi link: http://fmso.leavenworth.army.mil/). Quindi viene da chiedersi: cui prodest?

 

Secondo noi non può convenire alle persone che devono leggerlo, quanto a quelli che l’hanno prodotto.
Ci sembra un perfetto modo per distogliere l’attenzione pubblica, rivolto specialmente alle persone che sono più attente ai retroscena mediatici, dai recenti fatti mediterranei che stanno accadendo furiosamente.
Mentre
IL FATTO QUOTIDIANO alimenta odio al punto di arrivare a pubblicare commenti del tipo “È ora di passare ai fatti: devono morire, mettiamoli a testa in giù” , mentre il PD organizza raccolte firme piazza per piazza per buttar giù Berlusconi e mentre i “giornali pasdaran” il cui proprietario ha messo il “suo uomo” a dirigere la Rai, stanno cercando di distruggere, non solo l’immagine dell’Italia, ma anche di favorire e rendere propedeutiche delle autentiche sommosse atte a rovesciare un potere politico, volente o nolente, regolarmente eletto.  Mentre i poteri forti del pianeta si stanno prendendo anche l’Africa (non crederete anche voi alle rivoluzioni spontanee?!!)  noi stiamo qui a parlare di ologrammi e di New Age…
Questo blog é un blog serio, non é né Il Fatto Quotidiano né Come Don Chisciotte. Abbiamo un decoro da mantenere e lo manterremo. Abbiamo ancora sufficiente raziocinio da non farci distogliere l’attenzione e le nostre energie.
[ndr: questo ovviamente é solo il nostro pensiero ed ognuno é libero di credere a quello che più é in sintonia con se stesso.]

Il Progetto Blue Beam

Fonte: http://nwo-truthresearch.blogspot.com
Premessa: sotto presento l’articolo di Serge Monast (deceduto nel 1996 per attacco cardiaco, forse ucciso?), sul presunto Progetto Blue Beam della Nasa. Tale progetto parla dell’uso di ologrammi proiettati nell’atmosfera col fine di inscenare  l’arrivo del nuovo Messia New Age, che unirà tutte le religioni all’interno di un’Unica Religione Mondiale.  L’utilizzo degli ologrami sarà abbinato a quello delle nuove armi psicotroniche che ci dovrebbero far sperimentare un finto “salto di coscenza new age”. Naturalmente, non esistono documenti ufficiali della Nasa che provano l’esistenza di tale progetto.  D’altronde non sarebbero certo così scemi da pubblicare documenti ufficiali su un progetto del genere. Il fatto che non esistano a tutt’oggi documenti pubblici riguardo ad un tale progetto mondiale non vuol dire affatto che questo non possa esistere. Quante cose ci hanno tenuto segrete nel corso della storia?
Riguardo al Progetto Blue Beam possiamo cercare di connettere un po di punti e provare l’attendibilità di tale progetto leggendo questa serie di articoli già pubblicati in questo blog, che dimostrano come viene implementata la Religione del Nuovo Ordine Mondiale:
Un altro indizio che fa pensare viene da un’indagine personale: provate a girare tra i blog di controinformazione; una buona percentuale di essi, diciamo abbondantemente superiore al 50-70% incorpora al suo interno la propaganda New Age come “soluzione” ai mali del NWO. In pratica, uno degli obiettivi principali del NWO, la Religione Unica Mondiale Luciferina, viene divulgato come “soluzione” ai malintesi piani diabolici del Nuovo Ordine Mondiale; e molto spesso tutto ciò avviene nella più totale inconsapevolezza.
Date poi un’occhiata a siti New Age del genere:
http://www.ashtarcommandcrew.net/
“Ci apriamo all’Universo e lasciamo che una luce divina, bianco-dorata, ci attraversi. La luce sommerge ogni cellula del nostro corpo. Splendiamo nella luce, ci sentiamo a nostro agio, al sicuro.
Ci connettiamo con il pianeta Gaia, la Terra. La luce dentro di noi fluisce nella Terra, avanza in profondità e si ancora nel nucleo cristallino nel centro della Terra.
In questa luce siamo tutt’uno con l’Universo e la Terra, UNO in noi e con tutto ciò che E’.”
Il Risveglio può avvenire a catena, mosso da semplici e sottili impulsi vibrazionali che il nostro cuore sa captare. ..”
Tuttavia la nuova Frequenza che giunge dall’Universo non potrà venire bloccata. ..”
Dal sito New Age 2012 anno di luce apprendiamo chi è Ashtar Sheran:

““Direttore supremo a capo di tutto il Programma Spirituale per il nostro pianeta Terra”.

Di fronte a qualunque grande sfida divina, l’Essere Radiante Cosmico, sceglie un grande Uomo. Ashtar è stato quell’Uomo. Le sue energie hanno aumentato l’efficienza di tutte le nostre responsabilità individuali fino a un punto oltre ogni possibile descrizione. Io rendo onore a quest’Uomo e seguo la sua guida con rispetto. Il suo amore per l’umanità è sempre stata la sua motivazione.

Le sue emanazioni spirituali e gli insegnamenti filosofici sono stati un’ispirazione per tutti noi. La sua natura devozionale è stata un esempio per tutte le flotte. La sua saggezza nell’elevare le vibrazioni del pianeta va di pari passo con il rispetto del diritto dell’uomo di scegliere la propria strada senza l’interferenza esterna nella sua crescita. È con sincero desiderio di onorarlo che esprimo qui la mia gratitudine per il Comandante Ashtar Sheran.

Io Sono l’IO SONO del IO SONO Presenza Mahatma e invoco le benedizioni dei Guardiani Superiori perché benedicano questo Tributo così come è posto nelle mie mani, nei cuori e nelle menti dei membri del Comando di Ashtar e dei popoli della Terra. Possa l’amore di Ashtar, così come viene donato liberamente a tutti gli uomini, ritornare a lui mille volte tanto in benedizioni di Pace. La Pace sulla Terra e la Buona Volontà di tutti gli uomini scenderà sicuramente con Ashtar a capo della Missione.

L’UOMO ASHTAR
Sotto il patrocinio dell’Arcangelo Michele e del Governo del Grande Sole Centrale di questa Galassia, il Comandante Ashtar è secondo solo all’Amato Comandate Gesù-Sananda nella responsabilità della Divisione Aerea della Fratellanza di Luce. Ashtar è ampiamente conosciuto nei circoli di canalizzazioni ufo da oltre decadi. I suoi messaggi sono lanciati da una Astronave colossale “LA COLOMBA”, o Stazione Spaziale, al di là della nostra atmosfera. Egli è amato per il suo profondo approccio filosofico ai nostri problemi globali e per i suoi sforzi per innalzare le nostre vibrazioni planetarie. Ashtar parla di 20 milioni di extraterrestri coinvolti con il suo Comando nel Programma Ascensione per il pianeta Terra, e di altri 4 milioni sul nostro piano fisico, coscientemente o incoscientemente in cooperazione con il Programma di Luce del Piano Divino. “
Rileggiamo: “ I suoi messaggi sono lanciati da una Astronave colossale “LA COLOMBA”, o Stazione Spaziale, al di la della nostra atmosfera”….magari con le insegne della NASA.
Sotto l’articolo di Monast ne trovate altri, tra cui uno di Timothy L. Thomas, un tenente colonnello dell’esercito degli Stati Uniti; l’articolo, basato su ricerche documentate, sembra avvalorare, per certi aspetti, quello che Monast ha esposto nel suo documento del 1994

Il Progetto Blue Beam della Nasa

di Serge Monast
anno di pubblicazione: 1994
Questo articolo è tratto da International Free Press in Canada.
Nota: Serge Monast (1945- 5 dicembre 1996) e un altro giornalista, che conducevano entrambi ricerche sul Progetto Blue Beam, sono morti di “attacco cardiaco” a settimane di distanza l’uno dall’altro, sebbene nessuno dei due avesse una storia di malattia cardiaca.
Serge era in Canada. L’altro giornalista canadese era in visita in Irlanda. Prima della sua morte, il governo canadese rapì la figlia di Serge in un tentativo di dissuaderlo dalla sua ricerca nel progetto Blue Beam. Sua figlia non tornò mai a casa.

Gli pseudo-attacchi di cuore sono uno dei presunti metodi di morte indotta usati dal Progetto Blue Beam.

L’International Free Press network non è un gruppo religioso né un’organizzazione politica, ma una agenzia stampa investigativa indipendente che opera nel campo della politica, dell’economia, della medicina e in quello militare.

Siamo specializzati nell’indagare e pubblicare relazioni speciali e sbobinamenti di nastri audio per svelare il mondo sommerso delle cospirazioni ONU miranti a implementare il Nuovo Ordine Mondiale.

Il nostro obiettivo è far capire alla gente che il programma del Nuovo Ordine Mondiale non è un sogno o una teoria selvaggia e paranoica; è un vero progetto Satanico in via di attuazione.
Per cosa?

Per abolire tutte le religioni tradizionali Cristiane, allo scopo di sostituirle con un’unica religione mondiale basata sul culto dell’uomo. Per abolire ogni identità e orgoglio nazionale, allo scopo di fondare un’identità e un orgoglio mondiale.

Per abolire la famiglia come oggi la conosciamo, per sostituirla con individui che operano tutti per la gloria del nuovo governo unico mondiale.

Per distruggere ogni creatività artistica e scientifica individuale, allo scopo di implementare un unico governo mondiale dalla mentalità univoca.
E quel tipo di dichiarazone di guerra da parte delle Nazioni Unite mira all’implementazione di una membership universale, obbligatoria all’ONU, un rafforzamento dell’ONU con una forza multi-militare e multi-polizia, un dipartimento di giustizia mondiale attraverso l’ONU, con un tribunale internazionale, un nuovo accordo commerciale mondiale per tutte le nazioni, la fine della guerra fredda e delle attuali guerre locali e l’obbligo di pace strappando tutte le costtuzioni nazionali e statali.

Inoltre, una nuova religione mondiale e una nuova cultura per tutti gli uomini.
Se davvero vogliamo comprendere il Progetto Blue Beam della NASA dobbiamo ritornare all’‘alba dell’era dell’Aquario’. Ricordate quella canzone? Diceva: ‘Quando la Luna sarà nella settima casa e Giove allineato a Marte la pace guiderà il nostro pianeta e l’amore guiderà le stelle’.
Questo è legato all’anno 1982, quello di inizio della cospirazione dell’era dell’Aquario, appena prima dell’implementazione del Nuovo Ordine Mondiale, che si suppone sia iniziata nel 1983.

Devo dire che il Progetto Blue Beam fu preparato per l’anno 1983. È stato rimandato; non sappiamo esattamente perché. Ma dal 1983 (18 anni prima della pubblicazione di questo resoconto) sono veramente migliorati, con nuova tecnologia e innovazioni dell’hardware e software spaziale in cui sono impegnati ora, per rendere possibili i loro sistemi.
Quindi gli obiettivi del Movimento New Age sotto cui operano proprio adesso le Nazioni Unite sono l’implementazione di un ‘Messia’ del nuovo mondo.
Gli strumenti del Nuovo Ordine Mondiale sono:
1. Un esercito internazionale;

2. Una forza di polizia internazionale;
3. Una banca mondiale per l’economia;
4. Un governo mondiale sotto le Nazioni Unite;
5. Una banca mondiale conservatrice per la preservazione delle zone naturali del mondo. Ciò significa che tutti i movimenti ‘verdi’ saranno riuniti nella nuova banca mondiale o spariranno del tutto;
6. Una religione mondiale nella quale tutte le dottrine della chiesa saranno distrutte alla radice, per essere sostituite dalla nuova religione mondiale dell’era dell’Aquario;
7. La classificazione delle sette razze mondiali per tutti gli schiavi umani che svolgeranno determinati compiti, che siano d’accordo o meno;
8. Sedi di concentramento mondiali presso le Nazioni Unite per coloro che non accettano il nuovo sistema;
9. Il controllo dell’agricoltura mondiale e delle scorte di cibo, che controllerà le scorte di cibo e vitamine nel mondo.
Il Nuovo Ordine Mondiale sarà un sistema di governo ‘intermedio’ per l’URSS, l’Inghilterra e tutti i suoi commonwealth e gli Stati Uniti, con la loro popolazione eterogenea.
Questo, in ultima analisi, è un nuovo ordine spirituale e politico mondiale che sostituirà quelli vecchi sotto i quali viviamo adesso.
Quali sono i piani del Nuovo Ordine Mondiale?

Essi progettano l’annientamento di tutte le persone che credono nella Bibbia o adorano Gesù Cristo, e la totale scomparsa del Cristianesimo.
Per mettere in atto questo piano, il Nuovo Ordine Mondiale sta modificando le leggi nazionali, per assicurarsi che le credenze e i simboli cristiani – come la croce, ad esempio – divengano fuori legge ed illegali. Le feste e le cerimonie religiose saranno sostituite da festività New Age in tutto il mondo.
L’eliminazione e la totale distruzione di tutte le società segrete e delle fratellanze segrete, delle logge e dei santuari, tutto ciò che essi ritengono essere le minacce più serie alla loro sopravvivenza dopo l’implementazione della religione unica mondiale e del governo unico mondiale.
Il NWO progetta anche l’abolizione di tutte le monete nazionali, e il trasferimento del commercio al denaro elettronico attraverso la via preferenziale.
I pensatori e i libri fondamentali delle cospirazioni New Age sono: Elena Petrovna Blavatsky, che ha scritto ‘Iside Svelata’ e ‘La Dottrina Segreta.’ Alice A. Bailey che ha scritto ‘The Race and the Initiation and Externalization of the Heirarchy;’ ‘Initiation: Human and Savior;’ ‘The Reappearance of the Christ.’ (il loro Cristo è il nuovo Messia). ‘The Destiny of the Nation,’ nel quale sono descritti i piani per la disposizione degli stati-nazione; ‘The Unfinished Autobiography;’ ‘Disciplineship and the New Age;’ ‘Esoteric Psychology.’
Questi libri sono molto importanti per i pensatori New Age, che sono esattamente quelli che cospirano per implementare il Nuovo Ordine Mondiale.
Inoltre, gli scritti di Nicola Roerich, che ha scritto ‘Matraia, (Maitreya)’ (è il loro nuovo Messia); ‘Shambala, The Resplendent,’ e ‘The Agni Yoga Series.’ David Spangler che ha scritto: ‘Revelation: The Birth of a New Age,’ considerato la ‘Bibbia’ del movimento New Age; ‘Reflections on the Christ,’ legato all’iniziazione Luciferina; ‘Links With Space,’ che sostiene che gli extraterrestri verranno per salvare i terrestri da se stessi; ‘Relationship and Identity,’ ‘The Love of Manifestation,’ ‘New Age Rifts,’ e ‘Towards a Planetary Vision,’ direttamente legato alle visioni del Nuovo Ordine Mondiale, come essi progettano che siano.
Ora… quello che questa gente progetta, inoltre – e, ripeto, questo non è un sogno e non sono pensieri paranoici; questo è reale. Progettano che, per accettare il Nuovo Ordine Mondiale, tutti gli uomini debbano prima accettare la religione New Age; per entrare nella nuova religione mondiale, i Cristiani dovranno abiurare la propria fede. Quindi, come hanno detto, l’iniziazione avverrà su base mondiale entro l’organizzazione occulta della Chiesa Cristiana organizzata in modo nuovo (che sarà un Tempio Massonico riorganizzato e strettamente controllato) su iniziazione Luciferina. Quel che dobbiamo capire, qui, è che nessuno potrà mantenere le proprie vecchie credenze ed entrare nello stesso tempo nella religione New Age. Sarà impossibile.
Per quelli che non accettano il Nuovo Ordine Mondiale, che lo rifiuteranno, la popolazione del NWO avrà già costruito campi di concentramento di rieducazione, e per questi campi hanno stabilito quel che definiscono le ‘classificazioni arcobaleno’ dei prigionieri del NWO.
L’arcobaleno è considerato il ‘ponte’ che porta all’impero Satanico del NWO.
Già sappiamo, ad esempio, che tutti dovranno prestare un giuramento a Lucifero per attraversare quel ponte ed entrare nella New Age. Tutti coloro che si opporranno all’iniziazione saranno inviati a strutture detentive nelle quali saranno separati in diverse categorie, operazione nota comeclassificazione arcobaleno dei prigionieri del NWO.
  1. La categoria dei bambini cristiani, da usare come sacrifici umani nelle cerimonie delle messe nere; saranno obbligati a partecipare ad ogni genere di orgia o tenuti come schiavi sessuali.
  2. La categoria dei prigionieri da impiegare in esperimenti medici in cui i farmaci e le nuove tecnologie saranno testate sugli umani.
  3. La categoria dei prigionieri sani per il Centro Internazionale Donazione Organi, in cui saranno rimossi uno ad uno gli organi vitali mentre i prigionieri saranno mantenuti in vita da apparecchi meccanici.
  4. La categoria di tutti i lavoratori sotterranei sani. Il NWO è fondamentalmente una dittatura mondiale basata sulla religione Luciferina; una dittatura con l’illusione della democrazia. Per mantenere l’illusione dellademocrazia, i campi e il lavoro degli schiavi saranno nascosti sotto terra, in colonie che vengono costruite mentre scriviamo questo articolo.
  5. Categoria dei ‘Prigionieri Incerti’. Nel centro internazionale di ‘rieducazione’ i prigionieri politici e religiosi saranno rieducati (con ogni mezzo) in modo che si pentano in programmi televisivi internazionali e glorifichino le virtù del Governo Unico Mondiale a beneficio di tutta l’umanità.
  6. Categoria del Centro Internazionale di Esecuzione. Sufficientemente chiaro!
  7. La settima categoria. Stiamo ancora aspettando i dettagli della Settima Categoria, e attendiamo la verifica dei colori da assegnare a queste categorie di prigionieri, ma questo è il programma fondamentale di quelli che hanno progettato il nuovo mondo ‘paradisiaco’ del futuro.
Dovete capire che quando decisi, circa 6 mesi fa, di rendere pubblici alcuni dei loro piani ed informazioni relative al loro progetto più importante, che è il Progetto Blue Beam della NASA, non ero sicuro che sarei sopravvissuto, opponendomi ai piani del NWO miranti a mettere in ginocchio tutte le culture e le religioni del mondo.
Ma ora, seguendo la mia coscienza di Cristiano, il mio vero e profondo amore per tutti i miei fratelli e sorelle sconosciuti, in America e nel mondo, accetto spontaneamente di dare la mia vita, se è il caso, per la verità, per Gesù Cristo, rendendo pubbliche per la prima volta le quattro fasi fondamentali del Satanico Progetto Blue Beam.
Chiedo a chi legga le seguenti descrizioni di non restare paralizzato dal proprio naturale terrore, ma di diffondere a tutti i contenuti di questo speciale resoconto, edi riunirsi per fare gruppo, pensare ed organizzare modi per sopravvivere al palesamento e alla presa di potere delgoverno del NWO, perché quello che dobbiamo capire è che il governo del NWO non sarà qualcosadi permanente, immortale; non sarà così. Ma adesso dobbiamo imparare come organizzarci per sopravvivere a questi progetti satanici.
IL PROGETTO BLUE BEAM
L’infame Progetto Blue Beam della NASA prevede quattro fasi diverse per implementare la religione New Age con a capo l’Anticristo. Dobbiamo ricordare che la religione New Age è la base stessa del nuovo governo mondiale; senza questa religione la dittatura del NWO è del tutto impossibile.
Lo ripeterò: senza una fede universale nella religione New Age il successo del NWO sarà impossibile!
Per questo il Progetto Blue Beam è così importante per loro, ma è stato celato così bene fino ad ora.
La prima fase del Progetto Blue Beam della NASA riguarda il crollo di ogni conoscenza archeologica. Essa riguarda la produzione di terremoti creati artificialmente in determinate posizioni precise del pianeta, nelle quali quelle che saranno fatte passare per nuove scoperte spiegheranno infine a tutti gli uomini l’errore commesso da tutte le dottrine religiose fondamentali. La falsificazione di questa informazione verrà usata per fare credere a tutti i popoli che le loro dottrine religiose sono state fraintese ed interpretate in modo sbagliato per secoli. La preparazione psicologica a quel primo passo è già stata messa in atto con il film ‘2001: Odissea nello Spazio’, con la serie StarTrek e ‘Independence Day’, che parlano tutti di invasioni dallo spazio e dell’unificazione di tutte le nazioni per respingere gli invasori. L’ultimo film, ‘Jurassic Park’, parla delle teorie dell’evoluzione e afferma che le parole di Dio sono menzogne.
Quel che è importante capire nella prima fase è che quei terremoti colpiranno nelle diverse parti del mondo in cui gli insegnamenti scientifici ed archeologici hanno indicato che sono stati sepolti misteri arcani. Con quei terremoti sarà possibile, per gli scienziati, riscoprire quei misteri arcani, che saranno usati per screditare tutte le dottrine religiose fondamentali.
Questa è la prima preparazione al progetto per l’umanità, perché quel che essi intendono fare è distruggere le credenze di tutti i Cristiani e Musulmani del pianeta. Per farlo hanno bisogno di alcune ‘prove’ false dal passato, che dimostreranno a tutti i popoli che tutte le loro religioni sono state male interpretate e fraintese.
La seconda fase del Progetto Blue Beam della NASA riguarda un gigantesco ‘spettacolo spaziale’, con ologrammi ottici tridimensionali e suoni, proiezioni laser di immagini olografiche multiple in diverse parti del mondo, ognuna delle quali riceverà un’immagine diversa a secondo la fede religiosa nazionale predominante.
Questa nuova voce ‘di dio’ parlerà in tutte le lingue. Per capirlo dobbiamo studiare varie ricerche condotte dai servizi segreti negli ultimi 25 anni. I Sovietici hanno perfezionato un computer avanzato, ne hanno perfino esportati, e li hanno nutriti con i minuti particolari fisio-psicologici basati sui loro studi dell’anatomia e della composizione elettromeccanica del corpo umano, e gli studi delle proprietà elettriche, chimiche e biologiche del cervello umano.
Questi computer sono stati nutriti anche con le lingue di tutte le culture umane e i loro significati. I dialetti di tutte le culture sono stati inseriti nei computer da trasmissioni satellitari. I Sovietici hanno iniziato anche a inserire nei computer programmi obiettivo come quelli del nuovo Messia. Sembra anche che i Sovietici – il popolo del Nuovo Ordine Mondiale – abbiano fatto ricorso a metodi suicidi in tutte le società, collocando lunghezze d’onda elettroniche per ogni persona, ogni società e cultura, per indurre pensieri suicidi se la persona non si adegua ai dettami del Nuovo Ordine Mondiale.

La fase due presenta due aspetti differenti. Il primo è lo ‘spettacolo spaziale’. Da dove ne viene? Lo spettacolo spaziale, le immagini olografiche, verranno usate in una simulazione della fine, durante la quale a tutti i popoli saranno proiettate scene che saranno il compimento di quel che desiderano per verificare le profezie ed eventi avversi.

Queste saranno proiettate da satelliti sullo strato di sodio a circa 60 miglia dalla terra. Vediamo le prove ogni tanto, ma esse sono chiamate UFO e “dischi volanti”.

Il risultato di questi eventi deliberatamente pianificati sarà mostrare al mondo il nuovo ‘Cristo’, il nuovo Messia, Matraia (Maitreya), per l’implementazione immediata della religione del Nuovo Mondo. Ad un mondo che non sospetta nulla verrà propinata verità a sufficienza per agganciarlo alla menzogna. “Perfino i più colti saranno ingannati”.
Il progetto ha perfezionato la capacità di un congegno di sollevare un enorme numero di persone, come in un rapimento collettivo, e trascinare via l’intero gruppo in un “paradiso terrestre”. Vediamo le prove di questo congegno nel rapimento degli umani da parte di piccoli, misteriosi alieni grigi dai loro letti e attraverso le finestre in “astronavi madri” in attesa.
La resistenza calcolata alla religione universale e al nuovo Messia, e le conseguenti Guerre Sante, produrranno la perdita di vite umane in scala mai immaginata prima in tutta la storia dell’uomo.
Il progetto Blue Beam fingerà di essere il compimento universale delle profezie dell’antichità, un evento imponente come quello che avvenne 2000 anni fa. In principio esso userà i cieli come schermo di proiezione (sullo strato di sodio a circa 60 miglia), quando satelliti spaziali che generano laser proietteranno immagini simultanee ai quattro angoli del pianeta in ogni lingua e dialetto, a seconda della regione. Questo riguarda l’aspetto religioso del NWO e è inganno e seduzione su grande scala.
I computer coordineranno i satelliti, e il software già immesso farà partire lo spettacolo nel cielo. Le immagini olografiche sono basate su segnali quasi identici, per produrre un’immagine o ologramma con una prospettiva profonda che è ugualmente applicabile alle onde acustiche ELF, a VLF e LF, e ai fenomeni ottici.
Nello specifico, lo spettacolo consiste di multiple immagini olografiche in diverse parti del mondo, ognuna delle quali riceve un’immagine diversa a seconda della specifica religione nazionale e regionale. Nessuna zona sarà esclusa.
Con animazioni computerizzate e suoni che sembrano provenire dalle profondità dello spazio, i seguaci ferventi dei vari credi osserveranno il ritorno dei loro Messia in un reality dalla plausibilità convincente.
Poi, le proiezioni di Gesù, Mohammed, Buddha, Krishna, ecc si fonderanno in una, dopo che le corrette spiegazioni dei misteri e delle rivelazioni saranno svelate. Questo dio unico, in realtà, sarà l’Anticristo, che spiegherà che le varie scritture sono state fraintese e male interpretate, e che le religioni dell’antichità sono responsabili dell’aver fatto rivoltare il fratello contro il fratello e il popolo contro il popolo; quindi le vecchie religioni devono essere abolite per fare spazio alla religione New Age del Nuovo mondo, che rappresenta il dio unico Anticristo che vedono dinanzi a loro.
Naturalmente questa farsa straordinariamente disposta riuscirà a dissolvere i disordini religiosi su grande scala; ogni popolo incolperà l’altro per l’inganno, lasciando liberi milioni di fanatici religiosi programmati con la possessione demoniaca su scala inusitata.
Inoltre, questo evento avverrà in un momento di profonda anarchia politica mondiale e di tumulto, creato da una catastrofe mondiale. L’ONU già ora progetta di usare l’‘Inno alla Gioia’ di Beethoven come anatema per l’introduzione della religione New Age del Nuovo Mondo.
Se mettiamo questo spettacolo spaziale in parallelo con il programma di guerre spaziali otteniamo questo: la combinazione di radiazione elettromagnetica ed ipnosi, le quali sono anche state oggetto di ricerche intensive. Nel 1974, ad esempio, il ricercatore G. F. Shapits disse che uno degli obiettivi della ricerca era: ‘…in questa indagine si mostrerà che le parole pronunciate dall’ipnotista possono anche essere convertite direttamente in energia elettromagnetica, e indirizzate alla parte subconscia del cervello umano, senza impiegare alcun dispositivo meccanico per ricevere o decodificare il messaggio, e senza che la persona esposta a tale influenza abbia la possibilità di controllare coscientemente l’input di informazione. Ci si può aspettare che si riterrà che il comportamento razionalizzato sia stato attuato di loro spontanea volontà’.
Chi analizzi ora i cosiddetti fenomeni di ‘channelling’ dovrebbe saggiamente prendere in considerazione quest’area di ricerca. Si noterà che coloro che si ritengono ‘channellers’ (canalizzatori) sono aumentati rapidamente da quando è stato condotto questo tipo di ricerca.
È inquietante quanto siano simili i loro messaggi, a prescindere dall’entità che essi affermano sia la fonte della guida divina. Questo suggerirebbe a chi considera la credibilità dell’informazione ‘incanalata’ di discernere e valutare criticamente l’origine dei messaggi che ricevono, e se questi siano specificamente benefici per il NWO.
Il quotidiano Sydney Morning il 21 Marzo 1983 ha pubblicato un articolo che annunciava che i Sovietici stavano invadendo la mente umana; l’articolo era stato presentato all’editore straniero dal Dr. Nathan Abnuengy, assistente professore nella facoltà di agricoltura in Asia. Vale la pena citare estesamente l’articolo, anche se la sua grammatica è un po’ antiquata.
Questo articolo riguarda i Sovietici, che hanno creato il supercomputer del quale abbiamo parlato, e che è davvero importante, perché questi tipi di computer possono essere azionati dai satelliti e attraverso lo spazio. I computer sono stati programmati con tutte le differenti lingue e i loro significati, i dialetti di tutti i popoli sono stati inseriti con programmi obiettivo.
Ma non parliamo più dei Sovietici; parliamo dell’ONU, i servi del NWO, che inseriscono nei computer l’informazione necessaria.
L’editore della colonna in cui aparve l’articolo afferma addirittura che il pezzo presentava punti troppo importanti per essere ignorati. Penso sia possibile che le persone che hanno creato questo mega-programma-di-controllo-mentale possano vendere il software ad un’organizzazione e non siano coscienti che il cliente può usare programma e dati per schiavizzare l’umanità intera. Immaginate quanto hanno progredito da quando l’articolo è stato pubblicato!
Il progresso delle tecniche ci spinge verso la terza fase del Progetto Blue Beam, che va di pari passo con la comunicazione bidirezionale telepatica ed elettronicamente aumentata, in cui le onde ELF, VLF e LF raggiungeranno ogni persona dall’interno della sua mente, convincendola che il suo dio le stia parlando dalle profondità della sua anima.
Questi raggi provenienti dai satelliti sono gestiti dalle memorie dei computer che hanno immagazzinato numerosi dati su ogni persona della Terra e sulla sua lingua. I raggi si interlacceranno poi con il loro pensiero naturale, per formare quello che definiamo il pensiero artificale diffuso.
Quel tipo di tecnologia è presente nelle ricerche degli anni ’70, ’80 e ’90, nelle quali il cervello umano è stato paragonato ad un computer. L’informazione è inserita, processata, integrata, e poi viene formulata una risposta, in base alla quale si agisce.
I controllori della mente manipolano l’informazione nello stesso modo in cui la manipola un computer per la grammatica.
Nel Gennaio 1991, la University of Arizona ospitò una conferenza intitolata ‘The NATO Advanced Research Workshop on Current and Emergent Phenomena and Biomolecular Systems.’
Cosa significa esattamente?
Questo: ci riferiamo ad un discorso pronunciato alla conferenza, che spicca per il suo atteggiamento diverso nei confronti dello sviluppo in discussione in quel momento. In effetti si trattava di una protesta, e di un agghiacciante avvertimento agli scienziati presenti, riferito al potenziale abuso delle scoperte fatte dalle loro ricerche.
Queste, ovviamente, affermavano che gli USA avevano già sviluppato un equipaggiamento per la comunicazione in grado di far vedere i ciechi, udire i sordi e camminare gli storpi. Esso può alleviare il dolore dei malati terminali senza l’uso di farmaci o chirurgia. Non parlo di fantascienza.
Un uomo può mantenere l’uso di tutte le proprie facoltà fino al momento della morte. Questo dispositivo di comunicazione dipende da un modo completamente nuovo di considerare il cervello umano, da impulsi a radiazioni a frequenza ultra-bassa.
Una parte di questo equipaggiamento è ora operativo presso la Central Intelligence Agency (CIA) e il Federal Bureau of Investigation (FBI). Non sarà mai usato per far vedere i ciechi, udire i sordi o camminare gli storpi, perché è fondamentale per il programma di politica interna ed estera di George Bush e dei suoi pupazzi-padroni del NWO.
A livello interno, il nuovo marchingegno di comunicazione è usato per torturare e uccidere le persone che corrispondono ai profili immaginati in grado di simulare una determinata popolazione per i terroristi; per torturare ed uccidere i cittadini che appartengono ad organizzazioni che promuovono la tolleranza e la pace e lo sviluppo in America Centrale; per torturare ed uccidere i cittadini che appartengono ad organizzazioni che si oppongono allo sviluppo e all’uso delle armi nucleari, e per creare una razza di automi schiavi del culto, quelli che sono comunemente chiamati ‘the Manchurian Candidates’.
La sperimentazione oltreoceano avviene su ostaggi detenuti da USA e Canada, Inghilterra, Australia, Germania, Finlandia e Francia. Inoltre c’è stata una lunga serie di bizzarri suicidi tra gli scienziati informatici inglesi che avevano tutti un legame con la Marina USA.
Quel che ci si può chiedere di fronte a questa psicologia del terrore è questo: un governo, corporazione o psichiatra promuoverebbe volentieri, oggi, questo orrore?
La risposta, abbastanza ovvia, è: “Si”. Le agenzie governative e le corporazioni che con esse operano verso il NWO sono pronte a promuovere qualsiasi cosa li aiuti a raggiungere l’obiettivo del controllo sociale totale.
Quanto alla domanda sul perché: per una cosa, se terrorizzi l’opinione pubblica e la fai temere per la sua sicurezza, essa ti permetterà di mettere in atto un’attuazione della legge draconiana, di disarmarla e di mantenere un approfondito archivio su di essa, ed essi dovranno solo dirvi che tutto serve a proteggervi, ovviamente.
In secondo luogo, essa promuove la decadenza delle attuali forme democratiche dei sistemi politici, e porta le società a cercare metodi alternativi per l’ideologia politica. Ovviamente l’alternativa è già stata pianificata. È chiamata NWO e non avrà a cuore la vostra sicurezza o i vostri interessi. Come disse George Bush: ‘Leggete le mie labbra’.
La paura è sempre stata usata dall’elite potente per controllare e soggiogare le masse. L’antica massima “divide ed impera” è messa in atto in tutto il mondo, all’estremo, per assicurarsi che tutti siano terrorizzati per la propria sicurezza personale e sospettino di tutti gli altri. Anche questo è controllo mentale.
Per proseguire con la nuova tecnologia che è alla base del Progetto Blue Beam della NASA dobbiamo analizzare questa affermazione dello psicologo James V. McConnell, che fu pubblicata su un numero di Psychology Today degli anni ’70. Egli disse: “È arrivato il giorno in cui possiamo abbinare la privazione sensoriale all’ipnosi farmaceutica e all’astuta manipolazione di ricompensa e castigo per ottenere il controllo quasi assoluto del comportamento individuale. Sarebbe allora possibile ottenere un velocissimo e molto efficiente tipo di lavaggio del cervello, che ci permetterà di fare imponenti cambiamenti nel comportamento e nella personalità di una persona’.
Ora, quando abbiamo parlato di quel tipo di raggio e della comunicazione telepatica ed elettronicamente aumentata, il tipo di raggi inseriti nelle memorie dei computer che immagazzinano numerosissimi dati riguardanti gli uomini, i linguaggi umani e i dialetti, e abbiamo detto che le persone saranno raggiunte dall’interno, facendo si che ognuno creda che il suo dio gli stia parlando direttamente dalla sua anima, ci riferiamo a quel tipo di tecnologia e di pensiero che lo stesso psicologo stava esponendo, ossia: dobbiamo essere addestrati, fin dalla nascita, a dover fare tutto ciò che la società desidera che facciamo, invece che quel che desideriamo fare per noi stessi; ciò perché essi hanno la tecnologia per farlo, a nessuno dev’essere permesso di avere la sua personalità individuale.
Questa affermazione e queste idee sono importanti perché sono l’insegnamento fondamentale dell’ONU: nessuno ha la propria personalità. E lo stesso psicologo dichiara che nessuno ha nulla da ridire sul tipo di personalità che essi acquisiscono, e non c’è motivo di credere di avere il diritto di rifiutare di acquisire una personalità nuova se quella vecchia è considerata ‘antisociale’.
Quello che è importante, in questa dichiarazione, è che il NWO sarà costruito sul sistema attuale, ovverosia il vecchio modo di pensare e comportarsi e la religione saranno considerati il ‘vecchio’ e scorretto modo di pensare, e la possibilità di modificarli in uno dei campi di sradicamento dell’ONU per accertarsi che nessuno con questo comportamento ‘antisociale’ sia risparmiato sarà concessa così velocemente che altri individui modificati sapranno soddisfare i bisogni e i programmi del NWO senza essere distratti dalla verità.
Questo può essere il più grande progetto di controllo mentale di sempre? Il Progetto Blue Beam della NASA è la direttiva prima del controllo assoluto esercitato dal NWO sulle popolazioni della Terra intera. Vi suggerirei di approfondire questa informazione con attenzione, prima di scartarla ritenendola una follia fanatica.
Se ci addentriamo ulteriormente nei diversi rapporti che abbiamo presentato scopriamo che le operazioni e la tecnologia di controllo mentale includono un trasmettitore che trasmette alla stessa frequenza del sistema nervoso umano, trasmettitore fabbricato dalla Loral Electro-Optical System di Pasadena, California.
La Loral, che ha un importante contratto con la Difesa, in precedenza ha condotto una ricerca su armi adenergia diretta per il Gen. Leonard Perez dell’Aeronautica USA, che cercava un’arma che potesse impiantare dei messaggi nelle menti dei nemici mentre spronava le sue truppe a compiere atti di valore sovrumani!
Il congegno usa la radiazione elettromagnetica a frequenze di gigahertz pulsate a frequenze estremamente basse (ELF). È usato per torturare le persone, sia fisicamente che mentalmente, a distanza. Si pensa che armi di questo tipo siano state usate contro una donna inglese che protestava per la presenza di Missili Cruise americani alla Greenham Common Airbase negli anni ’70.
Questa arma può essere usata per indurre una totale deprivazione sensoriale trasmettendo dei segnali al nervo uditivo con una potenza tale da bloccare la capacità dell’individuo di sentire i propri pensieri!
Il processo usato da questa tecnologia ELF technology è descritto in varie pubblicazioni del Diaprtimento Americano della Difesa, tra le quali una intitolata ‘The Electromagnetic Spectrum and Low Intensity Conflict’ del Capitano Paul E. Tyler, Comandante Medico della Marina Americana, che fa parte di una raccolta dal titolo ‘Low Intensity Conflict and Modern Technology Edict’ del Tenente Colonnello David G. Dean, USAF.
Il discorso fu pronunciato nel 1984 e laraccolta pubblicata nel 1986 dalla Air University Press, Maxwell Airforce Base, Alabama.
Un altro apparecchio a impulsi elettromagnetici può inviare segnali udibili direttamente a una persona restando indistinguibile a tutti gli altri. La tecnologia è molto semplice, e può essere costruita usando un comune fucile radar della polizia. Il fascio di microonde generato dall’apparecchio è modulato a frequenze audio e può trasmettere messaggi direttamente al cervello.
Arriviamo ora al Progetto Blue Beam della NASA. La trasmissione di comunicazione subliminale bidirezionale e di immagini dalle profondità dello spazio corrisponde direttamente a quel tipo di tecnologia.
Nel suo libro ‘The Body Electric’ il candidato al Premio Nobel Robert Baker descrive una serie di esperimenti condotti nei primi anni ’60 da Allen Frie, nei quali questo fenomeno fu dimostrato, e anche esperimenti successivi condotti nel 1973 presso il Walter Reed Army Institute of Research da Dr. Joseph C. Sharp, che si sottopose personalmente a prove in cui riuscì ad udire e comprendere dei messaggi inviatigli in una camera di isolamento acustico per mezzo di un audiogramma a microonde, che è un analogo della vibrazione sonora della parola trasmessa al suo cervello.
Baker poi afferma: ‘Questo apparecchio ha un’ovvia applicazione nelle operazioni segrete programmate a far impazzire un obiettivo con voci sconosciute o nell’invio di istruzioni non accertabili ad un assassino programmato”.
Immaginate ora quando udiremo quella voce del Messia del Nuovo Mondo, che parlerà dallo spazio a tutte le persone sane (?) della Terra, e potrà dare delle istruzioni agli zeloti e ai fanatici della religione: vedremo isterismo e marasma sociale su scala mai vista prima su questo pianeta.
Nessuna forza di polizia al mondo, nemmeno combinata, potrebbe affrontare il disordine che seguirà!
Un libro del 1978 dal titolo ‘Microwave Auditory Effect and Application’ di James C. Lynn descrive in che modo è possibile trasmettere direttamente al cervello delle voci udibili. Questa tecnologia potrebbe davvero permettere ai ciechi di vedere e ai sordi di sentire. Invece, è stata trasformata in un’arma per schiavizzare il mondo.
Allen Frie riporta anche che egli ha potuto accelerare, rallentare o fermare i cuori di rane isolate sincronizzando il tasso di pulsazione di un raggio a microonde con il cuore stesso.
Secondo Robert Baker risultati simili sono stati ottenuti usando rane vive, il che dimostra che è tecnicamente possibile produrre degli attacchi cardiaci con raggi progettati per penetrare il torace umano.

 

(NOTA DELL’EDITORE: Sia l’autore di questo resoconto che il suo collega sono deceduti di ‘attacco di cuore’ a qualche giorno di distanza.)

Devo dire anche che il Dr. Baker NON partecipa a questa ricerca.
È stato dimostrato che raggi di energia elettromagnetica UHF a frequenza ultra alta focalizzati possono essere usati per indurre notevole agitazione e attività muscolare o indurre debolezza muscolare e letargia.
Le microonde possono anche essere usate per ustionare la pelle umana e agevolare l’effetto delle droghe, dei batteri, dei veleni o per inibire la funzione dell’intero cervello. Questi effetti furono tutti rivelati in modo approfondito dalla CIA il 21 Settembre 1977 in una testimonianza presentata dinanzi al Subcommittee on Health and Scientific Research. Il Dr. Sidney Gottlieb, che diresse il programma MK-Ultra, all’epoca, fu obbligato a discutere la portata della ricerca della CIA per scoprire tecniche di attivazione dell’organismo umano da mezzi elettronici remoti.
Quindi questo è qualcosa che esiste ora, che è stato perseguito al massimo grado, che può essere usato dallo spazio per raggiungere ogni persona, ogni luogo sulla faccia della Terra.
Se approfondiamo quel processo di controllo mentale sulle persone scopriamo che l’equipaggiamento e la tecnologia sono stati usati per influenzare i politici in modo molto più diretto.
Michael Dukakis, il candidato democratico contro George Bush nell’elezione del 1988 fu obiettivo di questa tecnologia a microonde per intralciare la sua performance nei discorsi pubblici quando i sondaggi dell’opinione pubblica dimostrarono che costituiva una seria minaccia alle prospettive di elezione di Bush.
Afferma anche che l’equipaggiamento fu impiegato contro Kitty Dukakis e la portò sulla soglia del suicidio.
Nella Disneyland della politica americana un candidato presidenziale con problemi come questi ovviamente perderebbe la corsa alla Casa Bianca.
Nell’edizione dell’U. S. Army Journal, Military Review, del Dicembre 1980 un articolo del Tenente Colonnello John B. Alexander, intitolato ‘The New Mental Battlefield: Beam Me Up, Spock’, fornisce una ulteriore comprensione delle capacità tecniche a disposizione di chi esercita il controllo. Egli scrive: ‘Vari esempi dimostreranno le aree in cui sono stati fatti dei progressi. Sono stati riportati: il trasferimento dell’energia da un organismo ad un altro; la capacità di guarire o far ammalare trasmessa a distanza, inducendo così malattia o morte priva di cause apparenti; la modificazione telepatica del comportamento per indurre stati ipnotici a distanza di 1000 km. Anche l’uso dell’ipnosi telepatica ha un grande potenziale. Questa capacità consentirebbe a degli agenti di essere programmati in modo profondo senza nemmeno avere coscienza di esserlo. In termini filmici, il Manchurian Candidate vive, e non gli serve nemmeno una telefonata.
‘Sono prese in considerazione anche le tecniche di induzione mente-a-mente. Se venisse perfezionata, questa capacità consentirebbe il trasferimento diretto del pensiero, con la telepatia, da una mente o gruppo di menti a un uditorio selezionato. Il fattore unico è che il recettore non sarà a conoscenza che il pensiero è stato impiantato da una fonte esterna. La persona crederà che i pensieri siano originali’.
Questo è esattamente ciò di cui parlavamo.

 

La terza fase del Progetto Blue Beam della NASA è chiamata la Comunicazione Bidirezionale Elettronica Telepatica. L’articolo del Tenente Colonnello Alexander continua: ‘Se è possibile introdurre pensiero artificiale in un campo multigenico via satellite, è ora possibile il controllo mentale del pianeta intero. L’unica resistenza opposta dall’individuo sarà mettere costantemente in discussione la motivazione alla base dei loro pensieri, e non agire in base a pensieri che ritengono essere al di fuori dei loro confini ideologici, religiosi e morali’.
Ancora una volta, è saggio riflettere su come la televisione, la pubblicità, l’educazione moderna e vari tipi di pressione sociale sono usati per manipolare questi confini.
Il Tenente Colonnello Alexander ha detto, nel sommario del suo articolo su Military Review: ‘L’informazione su questi tipi di tecnologia qui presentati sarà da alcuni considerata ridicola, in quanto non si conforma alla loro visione della realtà. Ma alcune persone credono ancora che la Terra è piatta’.
Ora, questo significa molto, perché se la gente non crede che questo tipo di tecnologia sia possibile, oppure che si tratti di fantascienza, queste persone si mettono in notevole pericolo, perché la notte in cui migliaia di stelle brilleranno dallo spazio, la notte in cui il nuovo Messia sarà presentato al mondo, non saranno preparate, e non avranno tempo di prepararsi per salvarsi da quel tipo di tecnologia. Non credono e non prenderanno tempo per prepararsi.
Questo è esattamente quello che accade alle persone quando Satana le convince a credere che egli non esiste, quindi non hanno difesa contro di lui. – JAH.
Fase Quattro del Progetto Blue Beam della NASA.

La quarta fase riguarda la manifestazione soprannaturale universale con mezzi elettronici. Essa contiene tre diversi orientamenti. Uno è far credere agli uomini che sta per avvenire un’invasione aliena (extraterreste) in ogni grande città della terra, per incitare ogni grande paese ad usare le proprie armi nucleari per respingerli. In questo modo il Tribunale dell’ONU richiederà che tutte le nazioni che hanno lanciato armi nucleari si disarmino quando si dimostrerà che l’invasione è falsa.
E in che modo l’ONU saprà che l’invasione era falsa? Essi l’hanno programmata, ovviamente.Il secondo è far credere ai Cristiani che che sta per avvenire l’estasi, con il presunto intervento divino di una civiltà aliena (extraterrestre) venuta per salvare i terrestri da un demone selvaggio e spietato. Il suo scopo sarà quello di sbarazzarsi di ogni opposizione significativa all’implementazione del NWO in un colpo unico, in verità entro ore dall’inizio dello spettacolo nel cielo!Il terzo orientamento nella quarta fase è un misto di forze elettoniche e soprannaturali. Le onde usate in quel momento consentiranno alle “forze soprannaturali” di viaggiare attraverso fibre ottiche, cavi coassiali (TV), linee elettriche e telefoniche per giungere a tutti nello stesso momento tramite imponenti apparati. I chip inseriti saranno già al loro posto. L’obiettivo di questo ha a che vedere con i fantasmi satanici globali proiettati in tutto il mondo per spingere la popolazione sul filo dell’isteria e della follia, per annegarla in un’ondata di suicidi, omicidi e disturbi psicologici permanenti.
Dopo la notte delle mille stelle, le popolazioni mondiali saranno pronte perché il nuovo Messia ristabilisca l’ordine e la pace ad ogni costo, anche a costo della rinuncia alla libertà.
Le tecniche usate nella quarta fase sono esattamente le stesse impiegate in passato dall’USSR per imporre alla gente l’accettazione del Comunismo. La stessa tecnica sarà usata dalle Nazioni Unite per implementare la religione del Nuovo Mondo e il NWO.
Molte persone chiedono quando questo avverrà, come produrranno le visioni della notte dalle mille stelle e gli eventi che indicheranno i giorni in cui inizierà.
Secondo le molte notizie ricevute crediamo che tutto inizierà con un qualche genere di disastro economico mondiale. Non un crollo totale, ma sufficiente a permettere loro di introdurre una qualche moneta intermedia prima di introdurre il loro denaro elettronico, per sostituire quello cartaceo o metallico.
La moneta intermedia sarà usata per obbligare chi ha risparmi a spendere o convertire il proprio denaro, perché sanno che le persone che hanno denaro e non dipendono da esso potrebbero essere quelle che fomenteranno un’insurrezione contro di loro. Se tutti sono allo stremo nessuno potrà trovare una via di scampo: la moneta di carta smetterà di esistere. Questo è uno dei primi segni.
Ma per implementare il sistema mondiale di denaro elettronico, chiunque al mondo possa avere del denaro in futuro vorrà avere un modo per trasferirlo elettronicamente. Prima di quel momento tutti avranno speso, prima dell’anno 2000, tutti i loro contanti, risparmi e buoni. Tutti devono dipendere al 100% dal Consiglio per la loro esistenza.
Per prevenire ogni tipo di indipendenza, il NWO ha già impiantato microchip negli animali selvatici, negli uccelli, nei pesci ecc. Perché? Vogliono accertarsi che le persone che non accetteranno il NWO non siano in grado di cacciare o pescare, in alcun luogo del mondo. Se ci provano saranno rintracciati dai satelliti, poi saranno ricercati e imprigionati o uccisi.
Il NWO sta già cambiando le leggi di tutti gli Stati, per rendere ognuno dipendente da una singola fonte di cibo o vitamine. Stanno modificando le leggi sulla religione e le malattie psichiatriche, per identificare chi potenzialmente costituisce una minaccia per il NWO. Coloro che sono giudicati deficitari saranno mandati in campi di sradicamento, nei quali i loro organi saranno prelevati e venduti al miglior offerente. Quelli che non saranno uccisi subito saranno usati come schiavi o usati in esperimenti medici.
L’obiettivo della dittatura è controllare tutti, in ogni luogo del pianeta, in modo incessante e senza eccezione.
Per questo la nuova tecnologia introdotta ovunque mira al controllo delle persone. La tecnologia degli anni ’40 e ’50 era usata per aiutare le persone ad avere una vita più facile e produttiva. La nuova tecnologia è progettata e costruita per tenere traccia delle persone e controllarle ovunque. Questa tecnologia è prodotta per uno scopo specifico, e rifiutare di vedere e riconoscere quello scopo – ridurre in schiavitù l’intera popolazione mondiale – è negare l’apparizione dell’Anticristo e l’instaurazione della religione e del governo del NWO.
Se non riesci a vedere, se non riesci a imparare, se non puoi capire, allora tu e la tua famiglia soccomberete ai fuochi dei crematori che sono stati costruiti in ogni stato e in ogni grande città della terra; costruiti perché tu ci finisca dentro.
Nessuno è al sicuro in uno stato di polizia totalitario!
ALTRE INFORMAZIONI SULL’OPERAZIONE BLUE BEAM
GESÙ STA ARRIVANDO – UCCIDETE I NEMICI DI DIO
Data: Martedì 6 Apr 2000 09:05:15 -0400
Da: ‘HPK’ <
hpkawaja@nc.tds.net>
A: ‘DSWCC-OneList Group’ <
DSWCC@onelist.com>
http://www.washingtonpost.com/wp-srv/national/dotmil/arkin020199.htm
Quando Vedere e Udire Non Significa Credere
di William M. Arkin Special a

Papa Luciani SANTO SUBITO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

lui e solo lui:

SANTO SUBITO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

"Ho l'impressione che la figura del Papa sia troppo lodata. C'è qualche rischio di cadere nel culto della personalità, che io non ne voglio assolutamente. Il centro di tutto è Cristo..., è la Chiesa".

E parlando dello IOR, diceva : "Lo IOR deve essere integralmente riformato. La Chiesa non deve avere potere, né possedere ricchezze. Il mondo deve sapere le finalità dello IOR, come vengono raccolti i denari e come vengono spesi. Si deve arrivare alla trasparenza ...".

A Luciani stava a cuore anche la situazione dei cardinali anziani e li voleva rivalutare. Così la situazione dei vescovi che devono dimettersi a 75 anni e diceva : "Ci sono vescovi e cardinali che, a quell'età, sono ancora sani, efficenti e ricchi di intelletto, di cultura e di umana saggezza, in grado di dare alla Chiesa i tesori del loro cuore".

il massone Papa Bergoglio

È veramente abominevole vedere quello che dovrebbe essere il "Simbolo dell'amore" stringere e dare pacche sulle spalle ai carnefici dell'ECONOMICIDIO targato EUROZONA. Ma d'altronde cosa vogliamo sperare da uno che siede su un trono d'oro (Banca vaticana dello IOR) e predica la povertà? o che predica la pace e poi manda i suoi emissari "spirituali" in guerra (cappellani militari detti anche preti soldato)?






p.s. Barroso ....coinvolto nell'affaire Maddy...porco pedofilo!!!!!!!!!!!!!!!

Pringles:patatine

LE PRINGLES? ECCO PERCHE' FANNO MALE ALLA SALUTE.QUELLO CHE NON SI DICE SULLE PATATINE PIU' FAMOSE DEL MONDO..

 

GIA' CHIAMARLE PATATINE FA ABBASTANZA RIDERE, VISTE LE INSIGNIFICANTI PERCENTUALI DI PATATE CHE CONTENGONO.. E DI CHE COSA SONO FATTE ALLORA? DI ESALTATORI DI SAPIDITA'...CHE BENE NON FANNO ANZI !

 

Partiamo da un dato.Le Pringles non sono patatine.E non ve lo dico io,nè me lo sto sognando. E' stato un tribunale inglese a decretarlo. Forse possono assomigliare a patatine e fare "crock" come delle patatine, ma secondo la legge inglese le Pringles non sono affatto patatine. Dopo una ricerca sugli ingredienti, la lavorazione, il confezionamento e l'immagine pubblica di questo prodotto, l'Alta Corte inglese ha deliberato che il prodotto della Procter & Gamble non è assimilabile ad una tradizionale patatina.Qui mi sarei aspettato un'altra fine.. Ma si sa il lieto fine c'è solo nelle favole e nei film. Perchè la corte pur dichiarando che le Pringles non sono patatine,non le ha certo dichiarate illegali nè ha chiesto risarcimenti. Anzi applicando la legge ha stabilito che la compagnia fosse esentata, diversamente dai produttori di vere patatine, dal pagamento dell'IVA sui suoi snack.Insomma c'ha anche guadagnato!

 

ECCO PERCHE' LE PRINGLES SONO DANNOSE PER LA NOSTRA SALUTE

 Tra gli ingredienti che compongono le Pringles ci sono farine come quelle di mais, grano e riso, oltre a grassi, emulsionanti, sale e aromi artificiali.Come stabilito dal tribunale di patata c'è ben poco(meno del 17,5%,meno di 17,5 g ogni 100 g)e quel poco di patata che c'è viene triturata e mischiata con gli altri ingredienti e poi  citati e successivamente questa pasta viene fatta cuocere in stampi che ricordano la forma delle vecchie patatine.

 Ma questo è solo l'inizio perchè le Pringles sono in realtà un amalgama di esaltatori di sapidità tipo glutammato monosodico (le sigle che li stanno ad indicare vanno dall'E620 ai E637) compreso e simili in grado di creare una specie didipendenza da gusto, agendo sui neurotrasmettitori, poi in più in questo tipo di patatine si trova un grasso di recente sperimentazione l'Olestra: quest'olio creato in laboratorio, si comporta come un cibo che, ingerito, compie il suo tragitto senza assorbito dall'intestino,dal momento che è composto da speciali molecole che l'organismo non è in grado di digerire. Risultato? Niente calorie.Evvai tutti felici!in un paese ossessionato dal grasso come l'America questa nuova creazione sarà sembrata miracolosa, anche perché ha ricevuto il nulla osta della Food and Drug Administration, organo federale severissimo, (e c'è da chiedersi perché la FDA abbia dato l'autorizzazione così rapidamente...) visto che non ci sono solo vantaggi in questo "olio" che oltre a non essere assorbito e non fare briciole alle patatine, ma anche enormi svantaggi. Questa macro molecola che non viene assorbita, "riveste l'intestino sembra infatti riesca a "catturare" sostanze nutritive fondamentali come le vitamine A, D, E, K, e diversi carotenoidi importanti per la loro attività antiossidante. Dunque potrebbe provocare carenze nutrizionali e disturbi, perché intacca sostanze fondamentali per il nostro benessere. Senza contare i crampi allo stomaco e i problemi all'intestino che hanno colpito molti consumatori (attenzione nella confezione non c'è specifica olestra, ma la dicitura generale oli vegetali, (già!)".

E' tutto?Ma neanche per sogno...Se infatti digitate su google "Pringles cancer..il isistema di completamnete intelligente del motore di ricerca vi portà suggerimenti come Pringles cancer causising, Pringles cancer scare, Pringles cancer chemical.Non sarà mai che le Pringles sono anche cancerogene?Andiamo a scoprirlo...

 

LE PRINGLES SONO CANCEROGENE SECONDO TRE DIVERSE RICERCHE...

Per legge le patatine industriali devono avere una quantita' di Acrilammide - la sostanza cancerogena che si sviluppa con certi tipi di cottura - sotto un certo livello.Ed è proprio sul mancato rispetto della quantità di Acrilammide che si vertono le ricerche di cui mi accingo a parlarvi.

 

STATI UNITI,2005

 Nel 2005 finiscono sotto accusa negli Stati Uniti le patatine fritte confezionate.A darne notizia in Italia,tra gli altri,Tgcom,non l'ultima arrivato insomma..Secondo il World Health Organization verrebbe impiegato da alcune famose ditte produttrici, che esportano anche in Italia, nei processi di cottura ad alta temperatura un prodotto chimico, l'acrylamide. Una sostanza che per l'organizzazione americana provocherebbe il cancro. L'acrylamide viene usato anche per pesticidi e materiali plastici.Il World Healt Organization ha dimostrato con test in laboratorio su cavie che questa sostanza è responsabile di un terzo dei tumori causati dall'alimentazione. Le ricerche mostrerebbero che importanti marchi produttori come Lays, Pringles, Kettle Chips e Cape Cod hanno usato l'acrylamide in diverse varietà di patatine confezionate. Lo studio ha individuato una percentuale di 11 su 20 chips contenenti più di 0.2 microgrammi della sostanza cancerogena.

 

I marchi testati con un alto livello di acrylamide sono: Lay's Baked, Lay's Stax BBQ, Lay's KC Masterpiece. Lay's Natural Country Barbecue, Lay's Light KC Barbecue Masterpiece, Pringles Snack Stacks (Pizzalicious Flavor), Pringles Sweet Mesquite BBQ, Kettle Chips Lightly Salted, Kettle Chips Honey Dijon, Cape Cod Robust Russet and Cape Cod Classic Chips.

 

GERMANIA,2007

 Secondo un'indagine dell'Associazione dei consumatori tedesca, laFoodwatch,risalente al 2007, le patatine in busta a marchio biologico e quelle gusto Paprika della Pringles ne contengono una quantita' ben superiore. L'azienda produttrice delle Pringles, la Proctle & Gamble, si difende dicendo che il metodo utilizzato non garantisce scientificita'. Di sicuro pero', lo stesso metodo ha trovato nelle ben piu' economiche patatine dei supermercati Lidl una quantita' di Acrilammide fino a 34 volte inferiore a quella delle patatine incriminate.

 

INGHILTERRA,2011

 Scienziati del Regno Unito hanno scoperto da dove deriva l'acrilamide, una sostanza cancerogena che si forma quando i cereali sono cucinati ad alta temperatura, adottando un metodo diverso: determinare come le sostanze chimiche che la generano entrano negli alimenti prima che siano preparati.

 Sulla base di varie analisi sul frumento, l'asparagina - un amminoacido che contribuisce, con lo zucchero, alla formazione dell'acrilamide - è presente a concentrazioni più alte nelle aziende agricole in cui lo zolfo è carente: un problema globale.

 I ricercatori hanno verificato la loro teoria coltivando il frumento in circostanze analoghe, in alcuni casi con presenza di zolfo e in altri senza. Confrontando i risultati, il frumento prodotto senza zolfo, macinato e cucinato, conteneva quasi cinque volte più acrilamide. In più, il contenuto in acrilamide di altri prodotti ottenuti dallo stesso frumento privo di zolfo, contenevano un quantitativo sei volte maggiore di acrilamide.

 

Le prime informazioni sulla pericolosità dell'acrilamide risalgono all'Aprile del 2002. Problemi di questo genere sono tipici da coltivazione industriale e da alimenti altamente manipolati in generale. Idealmente, dovremmo consumare alimenti minimamente trasformati, provenienti da fonti locali individuabili e in condizioni ambientali sostenibili.

 

È importante capire l'impatto che ha la vostra spesa spendendo i vostri soldi per alimenti altamente trasformati industrialmente. Cambiare i vostri modelli di spesa sostenendo l'agricoltura locale contribuirà non soltanto a migliorare la vostra salute, ma anche a migliorare l'ambiente e a far rivivere le nostre comunità rurali.

 

Inoltre, più della metà degli alimenti che mangiate dovrebbe essere cruda e mangiata allo stato grezzo. Sicuramente ci vuole un po' di tempo per raggiungere questo obbiettivo ma, nel frattempo, tanto per cominciare si possono evitare gli alimenti trasformati industrialmente che semplicemente non hanno ragione di essere come merendine, tutte le bibite tipo soda, patate fritte e patatine fritte.

 

In più, potete ridurre la vostra esposizione a questi prodotti chimici cancerogeni gettando via le vostre pentole rivestite in teflon.

 

Parlando dell'acrilamide, secondo le prove di laboratorio effettuate dal Center for Science in the Public Interest (CSPI). Le marche più popolari di snack e patate fritte contengono livelli elevati della sostanza. Le patate fritte dei fast-food hanno mostrato livelli elevati di acrilamide nell'ordine di 39 - 82 microgrammi. Una porzione di patatine fritte della Pringles contiene circa 25 microgrammi.

 

Il professor Dale Hattis, ricercatore della Clark University, ha valutato che l'acrilamide causa diverse migliaia di cancri all'anno in USA. Hattis, un esperto nell'analisi di rischio, ha basato la sua valutazione dei rischi sulle proiezioni standard dell'EPA da studi animali e ha limitato la campionatura dell'acrilamide in alimenti svedesi ed americani..

 

di Redazione Free Italy

 
26 Agosto 2013

il Papa massone.......

È veramente abominevole vedere quello che dovrebbe essere il “Simbolo dell’amore” stringere e dare pacche sulle spalle ai carnefici dell’ECONOMICIDIO targato EUROZONA. Ma d’altronde cosa vogliamo sperare da uno che siede su un trono d’oro (Banca vaticana dello IOR) e predica la povertà? o che predica la pace e poi manda i suoi emissari “spirituali” in guerra (cappellani militari detti anche preti soldato)?

 
20 Agosto 2013

"Gesù sul pavimento"

 https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=PFNeXzBbEeE

 





"Mio Dio, io credo, adoro, spero e Ti amo. Ti chiedo perdono per quelli che non credono, non adorano, non sperano e non Ti amano. Santissima Trinità, Padre e Figlio e Spirito Santo, io Ti adoro profondamente e Ti offro il Preziosissimo Cor...po, Sangue, Anima e Divinità di nostro Signore Gesù Cristo, presente in tutti i Tabernacoli del mondo, in riparazione degli oltraggi, sacrilegi ed indifferenze con cui Egli stesso è offeso. E per i meriti infiniti dei Suo Cuore Santissimo e dei Cuore Immacolato di Maria, Ti domando la conversione dei poveri peccatori")


vi invitiamo a guardare il video "Gesù sul pavimento" per capire l'importanza della comunione sulla lingua e non sulla mano

 

 

 
19 Luglio 2013

Breve storia della massoneria da Cristo ai nostri giorni.


Breve storia della massoneria da Cristo ai nostri giorni.

Paolo Franceschetti


1. Premessa. Le domande irrisolte sugli omicidi rituali e il mezzo metro mancante.

2. Il delitto di Carmela Melania Rea, a Monte San Giacomo.
3. Le origini del cristianesimo e della massoneria. Cristianesimo, Fratellanza bianca, Fratellanza nera.
4. Il Cristo cattolico, il Cristo massonico, il Cristo vero.
5. Fratellanza bianca e Fratellanza nera da Costantino al 1900.
6. Il messaggio del Cristo cattolico e il messaggio del Cristo giovannita.
7. Il mezzo metro mancante. Gli omicidi rituali cattolici.
8. Bibliografia ragionata.



1. Premessa. Le domande irrisolte sugli omicidi rituali e il mezzo metro mancante.

Due anni fa scrissi "
Breve storia della massoneria dal 1300 al Trattato di Lisbona". La mia ricerca partiva dal 1300 perché era difficile capire come stessero le cose prima di quella data, mancando qualsiasi fonte scritta di origine certa; e finiva con alcune domande lasciate senza risposta.



Poco tempo dopo scrissi "Il mistero dei Rosacroce e la Rosa Rossa", dove molte altre domande rimanevano senza risposta. In particolare la domanda che più mi assillava, la più urgente a cui ho cercato di dare una risposta in questi anni, è come si conciliasse il messaggio di Cristo con le teorie e i metodi della Rosacroce nera, o deviata, della Golden Dawn - Rosa Rossa.

Molte delle domande che mi ponevo in quell'articolo oggi hanno avuto una risposta.

In questi anni, oltre a studiare, ricercare, parlare con studiosi di vari settori, ho tenuto a mente alcune frasi, alcuni particolari, e alcune circostanze, che mi avevano incuriosito e di cui lì per lì non capivo il senso; capivo però che il senso c'era, e che dovevo cercarlo, e che quando l'avessi trovato altri dubbi mi sarebbero stati svelati.

Vediamo quali cose non quadravano, e quali conti non tornavano.

1) In primo luogo se esiste una organizzazione così potente - come la Rosa Rossa - da organizzare stragi come quella del Mostro di Firenze, o quella di via Fani, con la complicità dello stato e la partecipazione di uomini delle istituzioni, allora deve per forza esistere qualche altra organizzazione che si contrappone ad essa. Se infatti la Rosa Rossa fosse l'unica organizzazione operante sullo scenario nazionale e internazionale, essa non avrebbe altri rivali e non avrebbe necessità di operare nell'ombra. Sicuramente quindi esistono altre società segrete che ad essa si oppongono e con essa in rivalità, ma era necessario identificare quali.

2) L'altra cosa che in questi anni ho digerito con difficoltà è la simbologia cristiana nella massoneria. Se infatti la massoneria è in lotta titanica con la Chiesa cattolica da secoli, mal si spiegano i continui riferimenti a santi e personaggi biblici in tutta la ritualistica massonica. Ancor meno me li spiego nei vari delitti rituali.
Basti pensare che San Giovanni è il santo di riferimento della massoneria tradizionale, ma anche di varie società segrete, ordini cavallereschi, ecc., come la Golden Dawn, i Templari, i Rosacroce, i Cavalieri di Malta e ovviamente gli Ospitalieri di San Giovanni.
Assurdo - almeno a prima vista - appare il fatto che in molte logge si apra il Vangelo di San Giovanni, e in altre quello di Luca. Peraltro appare contraddittorio iniziare i lavori di loggia con il vangelo aperto, e proclamare che la massoneria non si occupa di religione.

3) Molte cose non mi quadravano anche nella simbologia riscontrabile in alcuni omicidi. Se in alcuni di essi si riscontra una chiara simbologia massonica, in altri ve ne era una che pareva del tutto opposta.
Ad esempio:

- Nel delitto di Erba abbiamo Rosa Bazzi e Olindo Romano, che uccidono il piccolo Youssuf, Valeria Cherubini e Raffaella Castagna, quindi simbolicamente abbiamo la Rosa che uccide Gesù e un cherubino.

- Maria Geusa (Maria madre di Gesù) a Città di Castello, viene uccisa da Giorgio Giorni il 6 aprile 2004.

- Nel delitto di Cogne abbiamo Anna Maria che - nel gran Paradiso, vicino al Monte Rosa - uccide Samuele, e dopo aver ucciso Samuele partorisce Gioele. Il riferimento biblico e massonico è chiaro: nella Bibbia infatti abbiamo infatti il libro di Samuele, ove si dice che Samuele era un giudice, la cui madre si chiamava Anna Maria; proprio dopo il libro di Samuele viene quello di Gioele, che è il personaggio biblico che annuncia l'alba di un nuovo mondo per Israele e per la stirpe di Davide.

- Nell'omicidio di Gravina di Puglia abbiamo la morte dei due figli, Ciccio e Tore (Francesco e Salvatore, e Salvatore è Gesù).

In altre parole, in questi delitti c'è una simbologia per la quale sono riconoscibili simboli della religione cattolica sopraffatti da simboli massonici.

In altri delitti però i conti non mi tornavano e la simbologia appariva invertita; pur essendo chiaramente delitti rituali (cosa che si riconosce non tanto dalla simbologia, quanto dalla sistematica opera di depistaggio da parte degli inquirenti, dai velocissimi insabbiamenti ad opera di periti e inquirenti), non riuscivo ad identificare quale tipo di rito fosse stato consumato e quale fosse il suo significato.

- Così, nella serie di delitti di cui abbiamo parlato nell'articolo "
Dodici donne, un solo assassino", non mi convinceva il fatto che non fosse identificabile una Rosa unica che accomunava tutti gli omicidi, ma al contrario venivano uccise alcune donne di nome Rosa e altre il cui nome echeggiava simbologie massoniche (nell'elenco occorre comprendere oltre a Lucia Rosa, anche Tea Stroppa, perché Tea è nient'altro che una varietà di rose; abbiamo poi la morte di Fernanda Durante, e dobbiamo ricordare che Durante è il vero nome di Dante Alighieri). Particolare che mi colpì è che l'uomo che venne identificato come l'assassino era il braccio destro del Cardinale Marcinkus.

- A Mazzo di Rho, Cristina Messina viene uccisa da Pietro Amariti, il quale poi si suicida. Quindi qui, dal punto di vista simbolico, abbiamo Pietro (il primo papa della storia ufficiale del cristianesimo) che uccide Cristo il Messia.
Se non fosse per lo scenario in cui si svolge il delitto (Rho è l'iniziale di Rosa) non riuscivo a capire perché metaforicamente Pietro dovrebbe uccidere Cristo, specie considerando che Cristo, simbolicamente, rappresenta anche talvolta la Rosa Rossa.

- Tra i delitti esteri, mi ha sempre particolarmente colpito la simbologia nei delitti del cannibale di Milwaukee. Il cannibale serial killer si chiama Jeffrey Dahmer (il nome Jeffrey significa Goffredo, e Goffredo di Buglione è colui che, secondo la leggenda massonica, creò il 18esimo grado della massoneria, quello di Cavaliere Rosacroce, mentre Dahmer, o Dahmanur o Damahntur è la città in cui Cristian Rosenkreutz studiò più a lungo); costui dopo aver ucciso (e mangiato) 17 persone, viene ucciso a 33 anni da un certo Christopher Scarver (Cristoforo, ovverosia portatore di Cristo).

- Più in generale però molte vicende relative a serial killer, da Donato Bilancia e Michele Profeta, per passare all'estero con David Berkowitz (che si proclamava "figlio di Sam") hanno simbologia rosacrociana-davidica-ebraica.

Un'altra cosa che mi aveva molto colpito in questi anni era l'assoluto disinteresse di alcuni studiosi cattolici per i delitti rituali. Anche cattolici fondamentalisti, sempre ansiosi di accusare gli ebrei di tutti i mali del mondo, quando ebbi modo di parlare con loro dei delitti rituali massonici, bollarono la cosa come sciocchezze; eppure la maggior parte dei delitti rituali hanno una chiara simbologia biblica ed ebraica in particolare, e le società segrete si rifanno tutte alla Cabala e alla cultura ebraica; soprattutto, per decodificarli, è molto importante conoscere l'alfabeto ebraico e la lingua ebraica. Mi aspettavo che alcuni di loro prendessero la palla al balzo per avere un argomento in più per accusare gli ebrei, e invece ho riscontrato uno strano disinteresse in merito, quando non mi hanno accusato dichiaratamente di essere paranoico. Il che, provenendo da persone esperte in società segrete e storia della massoneria, mi è apparso quantomeno anomalo.

Infine, un episodio curioso mi accadde circa due anni fa. Un esponente della P2, che a suo tempo era inserito nelle famose liste trovate a Castiglion Fibocchi a casa di Gelli, conoscente di mio padre e della mia famiglia, venne a tenermi un curioso discorso dicendomi: "Dove vuoi arrivare? Lo sai che non arriverai da nessuna parte, vero? Quando qualcuno è ad un metro dalla verità, noi gli consigliamo di fuggire a gambe levate; tu sei a mezzo metro, devi fuggire ancora più velocemente". Io, lì per lì, non percependo la minaccia e scambiandola per un consiglio, risposi: "Perché me lo dici ora? Se venivi due o tre anni fa a dirmi che eravate dappertutto, che controllate tutto, magistratura politica polizia economia, non mi sarei imbarcato in questo casino. Ma ora che alternative ho? Sono già tre volte che scampo alla morte per un soffio, e tu sai che ce ne sarà una quarta, perché conosci le regole della tua organizzazione". Lui mi guardò calmo e rispose: "No, non ti uccideremo, perché quello non è il nostro metodo; è il metodo della massoneria deviata". Risposi: "Ma scusa, io mi occupo solo di massoneria deviata. Allora perché dovrei smetterla se tanto non mi ucciderete? Cosa dovrei temere?".

La sua risposta lì per lì non la capii. Mi disse che sbagliavo, che il problema era la Chiesa cattolica, e che loro facevano solo ciò che la Chiesa faceva da millenni. "Sbagli a vedere tutto il male nella massoneria. E' l'uomo che è deviato. Esistono - mi disse - i carabinieri deviati, la magistratura deviata, la polizia deviata, la guardia di finanza deviata, e i preti deviati. Non esiste la massoneria deviata ma solo l'uomo deviato. E la prima deviazione è la Chiesa".
Ne è seguito un discorso che, dato il mio stato confusionale di quel momento, non ricordo, ma che comunque era incentrato sulla Chiesa cattolica.
Mi sono domandato fino ad oggi che attinenza avesse un discorso storico-teologico intorno alla Chiesa cattolica nel contesto di una minaccia come quella che mi stava facendo.
Al contempo ho avuto sempre la chiara percezione che mi stesse dicendo qualcosa che io lì per lì non riuscivo a capire del tutto, mancandomi quel "mezzo metro" di cui mi aveva parlato e che mi ripeté quando ci lasciammo: "Ricordati... sei a mezzo metro!".

In questi anni ho cercato di capire a cosa alludesse con quel "mezzo metro mancante".


2. Il delitto di Carmela Melania Rea, a Monte San Giacomo.

La necessità di approfondire storicamente le vicende massoniche anteriori al 1200 è nata soprattutto con il delitto di Carmela Rea, su cui devo soffermarmi un po' più a lungo.
Un mio amico esperto in delitti rituali mi disse che, simbolicamente, insieme al delitto di Yara Gambirasio e Sarah Scazzi, i tre delitti ricomponevano e ricostruivano metaforicamente il dipinto della Nascita di Venere del Botticelli.

Carpeoro, relativamente al delitto di Yara, aveva identificato con la sigla MR la scritta sul corpo di Yara. Secondo lui tale sigla poteva identificare l'assassino; successivamente però, alla luce del delitto Rea, si ipotizzò che invece potesse essere la sigla della prossima vittima.
Telefonai a Carpeoro esponendogli la tesi del mio amico e lui disse: "Sì, in effetti potrebbe essere, perché il corpo di Carmela Rea è stato deposto a Monte San Giacomo, e la conchiglia che è dietro a Venere è proprio il simbolo di San Giacomo".

A questo punto ero più confuso di prima.
Il collegamento tra i delitti e il quadro della Nascita di Venere era abbastanza plausibile. Del resto è accertato che i quadri di Botticelli hanno una simbologia particolare, di tipo rosacrociano, e sono interpretabili correttamente solo in quella chiave. Così come è certo che la Rosa Rossa prenda spesso come punto di riferimento i quadri del Botticelli (come abbiamo detto nell'articolo "
La primavera del Botticelli e i delitti del Mostro di Firenze").
Mi domandavo però cosa c'entrasse San Giacomo in tutto questo pamphlet cristiano massonico.
In una conversazione con un mio conoscente massone, il discorso cade sul delitto di Carmela Rea e lui mi disse: "Ah, allora se sei interessato alla simbologia di questo delitto, sei arrivato finalmente a capire San Giacomo".
"Veramente no, sto ancora cercando di capire", rispondo.
A quel punto lui si chiude in una sorta di mutismo limitandosi a dire: "Allora devi ancora studiare molto e capire l'importanza di San Giacomo".


3. Le origini del cristianesimo e della massoneria. Cristianesimo, Fratellanza bianca, Fratellanza nera.

Tutto inizia l'anno 0 dell'era cristiana. La tradizione cristiana in questi secoli ha tramandato la vicenda di Cristo, un ebreo messo a morte dagli stessi ebrei, il quale era venuto al mondo per portare la parola di Dio. Egli morì in croce ma il terzo giorno risuscitò, per poi ascendere al cielo e sedere alla destra del padre. La Chiesa cattolica si ritiene l'unica depositaria del messaggio di Cristo e dell'interpretazione dei vangeli; messaggio che deriva in larga parte dal pensiero di San Paolo e San Pietro, considerato il primo papa della storia e vero successore di Cristo.

I Rosacroce originari ritengono che la verità sia un'altra.
Cristo era un ebreo della comunità degli Esseni; egli era venuto per portare un messaggio ben preciso, di unità di tutte le religioni; si trattava di un messaggio che non riguardava ebrei o romani, ma qualunque religione e qualunque razza. Il suo messaggio fu da taluni non accettato; da altri fu completamente trasfigurato e trasformato in un messaggio di odio e di intolleranza verso le altre religioni.
I Rosacroce originari portano un messaggio di pace, studiano la Bibbia ma anche le Bhagavad Gita, il Corano, i Sutra buddhisti, ritenendo che la verità sia una e l'amore debba essere universale, e non richieda eccezioni nei confronti del nemico, del delinquente o, peggio ancora, di chi appartiene a religioni diverse.
Il vero rosacroce infatti trascende le varie religioni, e non a caso alcuni dei rosacroce più famosi erano anche sufi, massoni, e induisti o buddhisti al tempo stesso.
Dante Alighieri era un rosacroce, un templare, ma anche un sufi, a quanto scrive Gabriele Mandel (altro sufi e rosacroce al tempo stesso).
Molti rosacroce attuali, infatti, si riconoscono dal fatto che hanno dimestichezza contemporaneamente con la Bibbia e con le scritture induiste, buddhiste ed islamiche.

Tra coloro che hanno seguito il messaggio di Cristo come messaggio universale e trascendente le varie religioni, nei secoli (e fin dai primi anni dalla venuta di Cristo) si è distinto un filone che riteneva legittimo impugnare la spada pur di arrivare all'unità di tutte le religioni e di tutte le razze.
Questo terzo ceppo (che chiamerò per semplificazione Rosacroce nera, in contrapposizione alla Fratellanza bianca del secondo gruppo) era caratterizzata dall'essere in aspro conflitto con la Chiesa cattolica romana che era vista come un'usurpatrice e una falsificatrice del messaggio cristiano.
Questa Fratellanza nera - vista da un'ottica moderna e al di fuori degli schieramenti - era caratterizzata dall'essere tendenzialmente accomodante verso la Fratellanza bianca; entrambe si ritenevano accomunate infatti da un'ideale comune, abbattere col tempo il dominio romano e restaurare la verità sulla figura di Cristo.
Entrambe poi si ritengono portatrici di luce e verità, in contrapposizione all'oscurantismo e alla falsità della Chiesa cattolica.


4. Il Cristo cattolico, il Cristo massonico, il Cristo vero.

Le cose non sono però così semplici come le abbiamo descritte.
La mia è una semplificazione, e come tutte le semplificazioni pecca per difetto e contiene qualche errore.
A voler approfondire la questione, infatti, c'è da sviscerare in profondità la figura di Gesù Cristo, per cercare di capire come stiano effettivamente le cose.
Tutto il problema, ovverosia tutte le varie correnti che ancora oggi combattono tra loro, nascono e vivono in questi secoli avendo come perno di tutto la verità sulla figura di Cristo.

Alcuni sostengono che Gesù era in realtà il vero re dei Giudei, che portava un messaggio di guerra e non di pace, per ribellarsi all'usurpatore romano. Questa è la tesi grosso modo presente nel famoso libro di Baigent, Leigh e Lincoln, "Il Santo Graal", che poi ispirò il "Codice Da Vinci", o nel testo di James D. Tabor, "La dinastia di Gesù".

Altri sostengono che il vero Cristo portava un messaggio d'amore assoluto, trascendente le varie religioni, e tale messaggio è stato in parte manipolato o frainteso, soprattutto perché egli non aveva alcuna intenzione di fondare una nuova religione.

Altri ancora sostengono che all'epoca dei Vangeli ci fossero due Gesù, o meglio due Messia; uno era il Messia Davidico, discendente dalla stirpe di Davide, che voleva rivoltarsi ai Romani e che fu crocifisso - dai Romani e non dagli ebrei - con la scritta "questi è il re dei Giudei"; egli era il Messia che diceva "sono venuto a portare la spada" e "vendete il mantello e comprate una spada".
L'altro era il Messia sacerdotale che insegnava l'amore, il Messia del "porgi l'altra guancia" e di "scagli la prima pietra chi è senza peccato".

Quando il messaggio di Cristo divenne troppo diffuso e troppo potente per essere fermato, essendosi esteso anche nell'attuale Europa, Roma decise di fare la cosa più intelligente: appropriarsi del messaggio di Gesù, stravolgerlo e prendere solo la parte che a lei faceva comodo (quella che va dai 29 ai 33 anni di Cristo, tacendo tutto ciò che successe prima di quell'età e inventandosi l'ascensione al cielo) e proclamare quella cristiana l'unica vera religione esistente tra tutte, facendo di Cristo stesso una divinità.
I 4 vangeli così come li conosciamo sono stati o una manipolazione dell'originario messaggio di Cristo (ove i riferimenti al prendere la spada sono strumentali alle successive morti e stragi che verranno perpetrate in nome di Cristo), o forse sono il risultato della riunione di due figure distinte: la storia del Messia spirituale e la storia del Messia davidico.

Se poi è vero che ci furono due Messia, due Gesù quindi, e che uno sia San Giovanni e l'altro Gesù stesso, oppure se Gesù avesse un gemello (come sembra suggerire la simbologia presente a Rennes-le-Chateau); se sia vero che Gesù sopravvisse alla morte e approdò in Britannia oppure, come dicono altri, sia andato in India e sia morto in Tibet; oppure se sia vero ciò che dice la Chiesa cattolica, che Cristo morì a 33 anni e ascese al cielo, non sta a noi dirlo e, per la nostra ricerca, la cosa non è neanche così importante. In teoria la ricerca è affascinante, ma in genere non porta mai a conclusioni certe perché le notizie sono così confuse, discordanti e frammentarie, che alla fine della ricerca, come dice Harold Bloom nel suo libro "Gesù e Yahvè", il ricercatore finisce unicamente per trovare se stesso.
Gesù, scrive Bloom, è "uno specchio concavo in cui tutto ciò che vediamo sono distorsioni della nostra stessa immagine".

La nostra ricerca serve invece per capire i delitti rituali. Quel che per noi è importante, e che ci interessa in questa sede, è che fino al 300 d.c. circa, abbiamo schematicamente tre gruppi di "Cristiani":

1) a Roma quelli che poi fonderanno la Chiesa cattolica romana;

2) a Gerusalemme quelli che fanno capo a San Giacomo che, come dicono anche gli Atti degli apostoli, fu il reggente della Chiesa di Gerusalemme fino al 62 d.c., momento in cui Roma iniziò a perseguitare gli ebrei e distrusse poi il tempio di Gerusalemme (nel 70 d.c.).

3) Un terzo gruppo aveva raggiunto la Francia attuale (se poi la raggiunse subito dopo la morte di Cristo, o dopo la distruzione del Tempio di Gerusalemme, a noi importa poco).


Dopo la distruzione del Tempio di Gerusalemme e successivamente, dopo la proclamazione della religione cristiana come religione ufficiale dell'impero romano, i seguaci del messaggio cristiano che dissentivano da Paolo, e che vedevano nel vangelo di Giovanni il fulcro della loro dottrina, entrarono in clandestinità.
Dai Giovanniti nascono quindi i Rosacroce, i Templari e la maggior parte delle società segrete di stampo occidentale. Il che spiega perché Massoneria, Rosacroce, Templari, Cavalieri di Malta, ecc. festeggiano tutte San Giovanni.
Alcuni di essi si ritengono discendenti dalla stirpe di Davide, e quindi ritengono San Giacomo un personaggio centrale della loro storia. E' da questo ceppo che nasce la cosiddetta Rosacroce nera, quella che legittima omicidi e guerre pur di reinstaurare il regno di Davide e distruggere l'eredità della Chiesa cattolica cristiana e romana.

Altri, seguaci del Cristo d'amore e che voleva portare al mondo un messaggio di pace identico a quello di Buddha, di Krishna e di altri personaggi, appartengono alla cosiddetta Fratellanza bianca, e sono quelli che vorrebbe traghettare l'umanità verso un'epoca di pace e amore universale, senza che mai venga sparso sangue di nessun colore.
Sono appartenuti a questa fratellanza in passato San Francesco D'Assisi, Santa Teresa D'Avila, San Giovanni della Croce; in tempi più recenti Gandhi, Martin Luther King, Paramahansa Yogananda, Krishnamurti, Giovanni XXIII, Giovanni Paolo I, e molti altri.
In alcuni casi, quando un appartenente alla fratellanza bianca arriva ad un importante carica politica e viene individuato, oppure quando eccede nelle riforme politico sociali che vuole portare, viene ucciso, come è accaduto a Kennedy, o ad Albino Luciani (Papa Giovanni Paolo I, il quale nel nome scelto come Papa indicava la sua volontà di riunire la Chiesa di Giovanni a quella di Paolo; nel suo nome originario portava il messaggio di luce e di alba, l'alba di un nuovo mondo).


5. Fratellanza bianca e Fratellanza nera da Costantino al 1900.

Fratellanza bianca e nera, dopo la distruzione del tempio di Gerusalemme nel 70 d.c. e dopo l'editto di Tessalonica nel 380 d.c. (due date importanti che segneranno il primato della Chiesa di Roma di matrice paolina), hanno in qualche modo cooperato per secoli nel tentativo di distruggere la Chiesa cattolica e riformare la società per arrivare ad una unificazione delle varie nazioni.
I due gruppi, pur divisi in una marea di società segrete, gruppi iniziatici, ordini cavallereschi, società magiche, ecc., erano comunque vincolati al segreto e quindi non si tradivano l'un l'altro.

La storia che i testi ufficiali ci hanno raccontato a partire dall'anno zero, quindi, dovrebbe essere riscritta anche in funzione delle lotte tra i tre gruppi di poteri, perché spesso papi, imperatori e personaggi storici, pur formalmente appartenenti ad un gruppo, appartenevano in realtà all'altro.
Ad esempio alcuni papi (in linea di massima, ad esempio, molti di quelli che si contraddistinguono con il nome di Giovanni) non erano veri e propri papi cattolici e cristiani ma erano, più propriamente, Giovanniti.
I Templari, pur formalmente ossequiosi all'autorità di Roma, erano Giovanniti.
I Benedettini anche, se dobbiamo stare all'interessantissimo libro "L'altro impero cristiano" di Eduardo Callaey.
Esiste insomma una storia segreta, sotterranea, mai raccontata, che è quella dei veri interessi sottostanti ai principali eventi che hanno caratterizzato la storia dell'Europa e dell'America.
Da un punto di vista cristiano, come dice Callaey, c'è una storia del cristianesimo ufficiale, e di un cristianesimo segreto, che fa capo ai Benedettini, ai Templari e ai Rosacroce.

Ai primi del 1900 la Fratellanza bianca decise di sciogliersi e di non operare più nella società a livello politico, per l'impossibilità di agire liberamente; era infatti perdente rispetto alla Fratellanza nera che usava le stesse conoscenze dei bianchi, ma i primi avevano un'arma in più: uccidevano ed eliminavano tutti i componenti della bianca, utilizzando metodi come l'omicidio rituale.

La lotta tra Fratellanza bianca e nera è ben descritta nel libro di Will Garver "La scuola segreta degli iniziati".

Secondo Carpeoro i Rosacroce veri avrebbero continuato ad operare solo nell'arte per alcuni decenni (uno dei più importanti fu Salvador Dalì), ma si sono sciolti definitivamente e oggi non esistono più, a partire dalla data dell'incendio doloso ai danni della abitazione di Salvador Dali.
A mio parere invece continuano ad operare ma con altri metodi e con altre finalità di tipo non politico; per riconoscerli occorre individuare una serie di indizi di non sempre facile interpretazione.


6. Il messaggio del Cristo cattolico e il messaggio del Cristo giovannita.

A livello generale e superficiale mi sono domandato in cosa consista la grande differenza tra il messaggio contenuto in San Giovanni e quello veicolato dalla Chiesa cattolica e dagli altri tre vangeli.

In linea di massima, e con tutti i limiti di una semplificazione da effettuarsi in poche righe, possiamo dire che i tre vangeli cosiddetti sinottici contengono un generico messaggio di amore, ma anche riferimenti alla spada; un messaggio contraddittorio e schizofrenico, che infatti ha permesso alla Chiesa cattolica nei secoli di poter parlare di amore, ma allo stesso tempo uccidere i suoi oppositori e perpetrare dei bagni di sangue spaventosi in nome di Cristo.
Si parla continuamente di Cristo figlio di Dio, di credere in Cristo e in Dio Padre, ma senza specificare in modo chiaro in cosa consista questo messaggio di Cristo, al di là di un generico richiamo all'amore.
Si sostiene, nonostante nei Vangeli ci sia scritto esattamente il contrario, che Cristo ha natura divina.

Il messaggio di San Giovanni, invece, è principalmente quello del "a quanti l'hanno accolto ha dato potere di diventare figli di Dio" (Gv 1,12) che è simile al concetto dell'uomo creato a immagine e somiglianza di Dio.
Non a caso, troviamo un pensiero simile anche in Dante Alighieri, che nell'ultimo canto della Divina Commedia dice che vede l'immagine di Dio, che "dietro da sé del suo colore stesso, mi parve pinta della nostra effige" (Paradiso 33, 130).
L'uomo, cioè, per i Sangiovanniti, è di natura divina, come Cristo. Egli può, tramite un'opera di perfezionamento, avvicinarsi a Cristo e quindi a Dio, elevando la propria coscienza (quello che i Rosacroce chiamano "la coscienza cristica").
E' scritto chiaramente in San Giovanni; Il concetto della natura divina dell'uomo (e non del solo Cristo) è nella Bibbia: "Io ho detto voi siete dei" (Gv, 10,34).
Dalla natura divina dell'uomo, e dalla possibilità per l'uomo di avvicinarsi alla purezza e alla coscienza di Cristo (che deve essere trovato all'interno di noi stessi, e non fuori di noi), nasce la letteratura che parla dell'uomo come Dio; letteratura prontamente bollata di eresia e satanismo dalla Chiesa cattolica.
Dalla possibilità per l'uomo di creare la realtà con la sua volontà, nasce la magia (che altro non è che la possibilità di effettuare modifiche nel mondo materiale con la forza di volontà), anch'essa bollata come satanica dalla Chiesa cattolica.

L'altra grossa differenza tra Giovanniti e Cristiano-cattolici, è che questi ultimi non offrono al fedele nessun insegnamento, nessuna tecnica specifica cioè, sul "come" ci si possa elevare spiritualmente, tranne un richiamo generico al "credere in Dio e in Cristo" e credere in una serie di dogmi, come la verginità della Madonna e l'assunzione in cielo di Cristo, che dal punto di vista dell'elevazione spirituale dell'uomo non servono a nulla.

I Giovanniti, invece, studiano da sempre tecniche, meditative e di altro tipo, per elevare spiritualmente l'uomo e avvicinarlo a Dio mediante il contatto diretto, senza l'intermediazione di preti, vescovi, papi e confessori.

Ovvio che, in questo tentativo di entrare in contatto diretto con Dio, alcuni si perdono ed entrano in contatto con la parte opposta. I metodi e le conoscenze condivise sono spesso identici, ma diversi sono i fini.

Per secoli i seguaci di San Giovanni, bianchi e neri, hanno dovuto operare in segreto. Quando il potere della Chiesa cattolica è diventato minore, sono stati diffusi i Vangeli apocrifi, e sono iniziati i primi studi veri sulla vita di Cristo, che per secoli erano stati vietati.

Cosicché, tra scritti depistanti, minacce di anatemi e accuse di satanismo, noi che non siamo né cattolici né massoni, possiamo cercare di dipanare l'intricata matassa e cercare di capire qualcosa sulla realtà che ci circonda.

La cosa che fa sorridere un osservatore esterno come me, che non appartiene né alla Chiesa né alla massoneria, è che entrambi gli schieramenti accusano l'altro di rappresentare l'Anticristo.
Per i cattolici la massoneria adora il diavolo, e vede in essa l'Anticristo, il 666 dell'Apocalisse di San Giovanni.
Per i massoni l'Anticristo è la Chiesa cattolica stessa, perché occultando la verità su Cristo per millenni, e mentendo per quanto riguarda la storia ufficiale, la scienza, l'esoterismo, ecc., ha di fatto impedito all'umanità di elevarsi spiritualmente; di fatto, da questo punto di vista, la Chiesa cattolica altro non è che un'immensa opera di Satana, al servizio dell'oscurità per controllare l'umanità.
Anche perché la Chiesa cattolica si fonda su una curiosa contraddizione: i papi sono i discendenti di Pietro, cioè di colui che rinnegò Cristo tre volte; e si rifanno alla dottrina di San Paolo, il quale, come è scritto chiaramente negli Atti degli apostoli, non ha mai conosciuto di persona Cristo. In altre parole, tutto l'impianto della Chiesa cattolica si fonda sulla dottrina di due persone: una non aveva mai conosciuto dal vivo Cristo, e l'altra è colui che lo rinnegò.
Un bel duo, non c'è che dire.
Da questo punto di vista, secondo la massoneria, non ci si deve poi stupire se tutta la storia della Chiesa cattolica si fonda su una colossale truffa perpetrata ai danni dei fedeli per secoli. Né ci si deve meravigliare se il messaggio di Cristo, che dice chiaramente "il mio regno non è di questo mondo", è stato portato avanti ufficialmente da un'istituzione che ha sempre e solo cercato di regnare nel mondo terreno anziché in quello spirituale, tramite il terrore e la sistematica uccisione di tutti coloro che ad essa si opponevano.

Dal punto di vista spirituale, c'è un altro aspetto che merita di essere menzionato e che fa la grande differenza tra l'insegnamento cattolico e quello dei veri Rosacroce.
Cristo apparteneva al gruppo degli Esseni, come timidamente ammette anche Benedetto XVI nel suo libro "Gesù di Nazareth".
Gli Esseni basavano la loro spiritualità sul contatto con la natura, col sole e la terra, come mezzo per avvicinarsi a Dio ed entrare in contatto con lui. Essi erano soprattutto terapeuti e guaritori, e avevano l'obbligo di curare chiunque senza ricevere alcun compenso (come i Rosacroce). Una parte delle loro terapie utilizzava il contatto diretto col sole per guarire da determinati disturbi.
La Chiesa cattolica ha espunto dalle sue pratiche tutto ciò che faceva riferimento al culto del sole.
Anche le chiese sono fatte per non far filtrare il sole, e per impedire il contatto diretto con Dio e la natura, nonostante molte delle festività e degli aspetti liturgici della Chiesa cattolica siano presi direttamente dall'antico culto mitraico.

Al contrario, la massoneria, che ha ereditato in parte la simbologia dei primi cristiani, derivandola dai Rosacroce e dai Templari, ha una stella a 5 punte come emblema fondamentale (stella che rappresenta il sole) e nelle logge uno dei simboli fondamentali è quello del sole, accompagnato dalla luna.
Non a caso due delle feste più importanti della massoneria cadono il 24 giugno e il 27 dicembre, giorni rispettivamente di San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista; solstizio d'estate e solstizio d'inverno.

Se vogliamo esemplificare al massimo, la spiritualità dei Giovanniti è una spiritualità interiore, che insiste molto sul contatto diretto con Dio, senza l'intermediazione di preti, vescovi e papi. Sta scritto chiaramente nella Fama fraternitatis e nella Confessio: le Chiese non sono l'ambito esclusivo della salvezza, bensì quest'ultima è la conseguenza dello sforzo individuale, della purificazione del cuore, e di un impulso di natura mistica.


7. Il mezzo metro mancante. Gli omicidi rituali cattolici.

Torniamo ora al problema dell'omicidio rituale.
Questo excursus storico era necessario per capire quali forze storicamente si contendano il campo sul terreno dell'omicidio rituale.
Bisogna tenere presente che tali forze sono dotate delle stesse conoscenze, e adoperano gli stessi strumenti, terreni e non, esoterici ed essoterici, nella loro guerra di potere per il controllo delle masse.

L'omicidio rituale altro non è che uno strumento esoterico per il mantenimento del potere ben conosciuto da coloro che detengono le "leggi del mondo" (per usare un'espressione di Franco Battiato).
La massoneria, pubblicando le opere di Crowley, Waite, La Vey, ecc., ove si parla espressamente di omicidio rituale, e dove si dice espressamente che l'omicidio di un bambino è lo strumento migliore per acquistare potenza (così dice Crowley nel suo libro "Magick"), ha fatto sì che chiunque possa essere a conoscenza di questa realtà e possa capirla meglio.
L'errore è di pensare che tali strumenti siano stati utilizzati solo da alcune sette segrete di derivazione massonica, quando invece sono stati da sempre utilizzati anche dalle alte gerarchie della Chiesa cattolica, ben a conoscenza di queste pratiche e della loro potenza.
In tal senso aveva ragione l'amico di mio padre, quando mi disse che il problema non era la massoneria, o perlomeno non era "solo" la massoneria, ma l'uomo.

Schematicamente possiamo dire questo:

1) Da una parte abbiamo la massoneria rosacrociana, di cui, credo, la Rosa Rossa costituisce l'ordine più potente.
Accanto ad essa operano però altre realtà; utilizzano crimini violenti, omicidi e sacrifici rituali anche l'OTO (Ordo Templi Orientis, che si rifà a Alisteir Crowley), il Tempio di Seth (cui, secondo Leo Zagami, appartiene ad esempio Salvatore Parolisi) e senz'altro molte altre società segrete di cui neanche è noto il nome.

2) Dall'altra parte abbiamo i crimini rituali commessi dalla Chiesa cattolica; non solo quello di Albino Luciani, o quello della guardia svizzera Alois Estermann, o quello di Elisa Claps, per citare i più famosi; ma anche delitti che hanno avuto minore eco, come sono probabilmente quello di Pietro Amariti e Cristina Messina il 29 luglio 2009; i dodici delitti romani, di cui ci occupammo a suo tempo, avvenuti negli anni '80; quello di Lapo Santiccioli e Giulia Giusti commesso a Bagno a Ripoli in località Fonte Santa il 10 maggio 2009; quello di Santo Guglielmino che uccide Rosa Colusso il 29 giugno del 2011; quello di Paolo Chieco che uccide Anna Rosa Fontana a Matera nel 2010; quello di Ercole Vangeli che uccide i figli Pasquale, Pietro e Giovanni il 27 dicembre del 2010; quello dei coniugi Bellarosa trovati morti nel Lago di Garda pochi mesi fa; e molti altri ancora.
Questi sono solo alcuni dei delitti che sono avvenuti in tempi recenti, ma la cronaca è disseminata di fatti del genere.

Molti dei crimini rituali, in cui è inspiegabile il movente, ove vengono manomesse le perizie, depistati gli inquirenti, insabbiate le prove, ecc., rientrano quindi nel titanico e secolare conflitto tra massoneria e Chiesa; conflitto che in questi secoli si è giocato nell'ombra, all'insaputa (e a danno) delle masse.

Al vertice, le autorità politiche, ecclesiastiche e culturali tacciono colpevolmente, coprendosi di fatto a vicenda i crimini peggiori. In questo senso, a mio parere, la responsabilità di molti crimini ricade su tutti i vari poteri: massoneria, Chiesa, élite economica e intellettuale; tali poteri sono nell'impossibilità di far sapere alle masse la verità per il semplice fatto che dovrebbero spiegare anche la "loro" parte di verità.
E siccome nessuno è senza peccato, nessuno di loro può scagliare la prima pietra.

Rileggendo la storia in questo modo, risulta che il primo omicidio rituale della Chiesa cattolica - prototipo di tutti gli omicidi rituali moderni a cui, dopo l'omicidio, segue il depistaggio e l'accollamento della responsabilità ad altri, con il sistematico occultamento della verità - fu proprio quello di Cristo.
Oggi accade che dopo l'omicidio la colpa viene addossata ad un innocente (Anna Maria Franzoni, Pietro Pacciani e Mario Vanni - che, sia detto per inciso, rappresentano anche Pietro e Giovanni, le due Chiese - o Rosa Bazzi); e ai media viene veicolata una realtà completamente depistante e falsa. Spesso poi i reali assassini si improvvisano inquirenti, giornalisti, ed esperti criminologi.
Ieri accadeva che i romani misero a morte Gesù, per poi dare la colpa agli ebrei, falsificando prove e uccidendo sistematicamente tutti quelli che si sono opposti alla ricerca della verità.
Come in alto, così in basso. Ieri, come oggi. La Chiesa cattolica come la massoneria, che usa tutti gli strumenti del suo avversario, omicidio rituale compreso.
Nulla è cambiato, salvo che la verità, finalmente, a poco a poco, oggi inizia a filtrare.
Oggi credo di essere riuscito a capire qual è il mezzo metro mancante nella dinamica dei delitti rituali: che sia le sette esoteriche rosacrociane, sia la Chiesa cattolica, uccidono in nome di Cristo. I Rosacroce lo fanno in nome del Gesù della stirpe di Davide (come del resto dicono espressamente anche i vangeli di Matteo e di Luca, Gesù era della stirpe di Davide); la Chiesa cattolica lo fa in nome del Gesù discendente - a suo dire - non da Davide ma dallo Spirito Santo, essendo Maria vergine al momento del concepimento.
Per un curioso scherzo del destino, l'amico di mio padre che mi fece quel discorso, alludendo a quel mezzo metro che mi mancava, si chiama Nazareno.


8. Bibliografia ragionata.

La prima lettura da effettuarsi è quella dei Vangeli tradizionali, dove le manomissioni e le interpolazioni sono evidenti anche solo ad una prima lettura.

Ad esempio, relativamente all'assunzione in cielo di Cristo, chiunque può notare da solo senza studi complicati che solo Marco e Luca ne parlano (tra l'altro ne parlano in poche righe, uguali per entrambi i vangeli, come se fossero state scritte dalla stessa mano), mentre è assente qualunque riferimento all'assunzione in cielo nei vangeli di Giovanni e Matteo.

Altresì fondamentale è confrontare le diverse genealogie di Gesù, che troviamo in Matteo e in Luca. Entrambi scrivono che Gesù è della stirpe di Davide, ma mentre Matteo fa l'elenco della stirpe procedendo da Giuseppe, Luca traccia un altro elenco, che secondo James Tabor è quello da cui proviene Maria. Il significato di questa differenza per i rapporti tra massoneria e cristianesimo lo approfondiremo in un prossimo articolo.
Impossibile poi conciliare il messaggio di amore di Cristo e l'affermazione "il mio regno non è di questo mondo", con le parole "sono venuto a portare la spada"; il che, unito ad altre discordanze, come quelle sui nomi degli apostoli, o sulla parentela di Gesù, rende evidente che i vangeli sono stati manipolati o perlomeno che siano state accorpate le storie di due figure diverse.
Manca qualsiasi riferimento all'assunzione in cielo anche nei vangeli apocrifi, ad eccezione del Vangelo di Nicodemo.

Tentativi di ricostruzione di una diversa figura di Cristo e della sua storia si trovano (sia pure con esiti differenti), in:
Baigent, Leigh, Lincoln, "Il Santo Graal", Mondadori (il libro che ha ispirato il Codice Da Vinci).
Giancarlo Tranfo, "La croce di spine", Chinaski.
Robert Eisenman, "Giacomo il fratello di Gesù", Piemme.
Molto interessante è lo scritto di E. Callaey, "L'altro impero cristiano", ove si ricostruisce la storia della massoneria facendola discendere dai Benedettini, precursori dei Templari, secondo i quali, a detta dell'autore, "il tempio di Salomone è definito come una prefigurazione della chiesa universale, ed è costruito su pietre vive (gli apostoli) e la cui pietra angolare è lo stesso Gesù Cristo, simboleggiato da Hiram Abif".

Interessantissimo e pieno di spunti di riflessione il libro di Tabor, "La dinastia di Gesù", edizioni Piemme.

Si segnalano inoltre:
Mario Canciani, "Ultima cena dagli esseni", Mediterranee.
Gordon Strachan, "Gesù, il maestro muratore", Arkeios.

Per quanto riguarda la parte relativa all'omicidio rituale, la citazione di Crowley è tratta dal libro "Magick" delle edizioni Astrolabio Ubaldini, pag. 272 e 273.

La citazione di Bloom è tratta da "Gesù e Yahvè. La frattura originaria tra ebraismo e cristianesimo", ed. BUR, pag 18.

< indietro [Home page] avanti >